Meteo 19 Febbraio 2019

Taranto, il 25 febbraio fiaccolata per le vittime dell’inquinamento industriale

L’Associazione Genitori tarantini sta organizzando un coordinamento di tutte le Associazioni territoriali dei siti più inquinati d’Italia per chiedere, insieme alla Società Italiana di Medicina Ambientale (SIMA), l’istituzione della Giornata Nazionale Vittime dell’Inquinamento Ambientale nella data del 25 Febbraio. «L’Italia intera soffre di malattie ambiente-correlate e i siti altamente inquinati sono a decine sul territorio […]

L’Associazione Genitori tarantini sta organizzando un coordinamento di tutte le Associazioni territoriali dei siti più inquinati d’Italia per chiedere, insieme alla Società Italiana di Medicina Ambientale (SIMA), l’istituzione della Giornata Nazionale Vittime dell’Inquinamento Ambientale nella data del 25 Febbraio.

«L’Italia intera soffre di malattie ambiente-correlate e i siti altamente inquinati sono a decine sul territorio nazionale – dichiara Massimo Castellana, un Portavoce dell’Associazione Genitori tarantini – . Le vittime non sono solo i morti, i malati e chi deve rinunciare a una buona qualità della vita ma anche genitori, fratelli, sorelle, figli che piangono chi non c’è più e assistono chi è rimasto colpito da una patologia cronica invalidante. Vittime sono intere popolazioni cui è negato il diritto alla salute, qui a Taranto come in moltissime altre aree esposte a livelli intollerabili di inquinamento».

«SIMA si adopererà a tutti i livelli istituzionali per sostenere le Associazioni ed i Comitati coinvolti, affinché venga istituita la Giornata Nazionale Vittime dell’Inquinamento Ambientale – aggiunge Alessandro Miani, Presidente SIMA – . Il diritto al lavoro non può prevaricare il diritto alla salute. Entrambi possono e devono convivere, a Taranto come in tutte le altre realtà italiane in cui il rischio ambientale impatta negativamente sulla salute delle popolazioni residenti».

 Il prossimo 25 Febbraio si terrà a Taranto una fiaccolata per ricordare tutte le piccole vittime dell’inquinamento industriale. I partecipanti si ritroveranno il 25 Febbraio, alle ore 18, nel piazzale antistante l’Arsenale della Marina militare per poi percorrere le due vie principali del borgo e arrivare sul Lungomare, all’altezza della Statua ai Marinai, per un ultimo momento di raccoglimento L’ultimo evento luttuoso, la morte di Giorgio Di Ponzio, che ha ancora una volta profondamente scosso l’intera comunità tarantina, ha spinto altri genitori a raccontare, come già in passato, le storie di dolore e di sogni infranti che hanno accompagnato i pochi anni di vita dei propri figli. Le foto da loro inviate sono state raccolte su grandi manifesti che saranno affissi in città dal 18 febbraio, per ricordare che quei piccoli angeli avevano, oltre a un nome e un volto, anche un futuro, negato.

 

Articoli correlati
«Perché non ci sono professionisti pediatrici nel gruppo che ha redatto le regole per i tamponi ai bambini?»
di Filippo Festini, Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Università di Firenze
Giornata internazionale igienisti dentali: «Non rinunciate alla prevenzione per paura del covid-19»
«Il messaggio che mandiamo è forte e chiaro - spiega la presidente Antonella Abbinante - davanti al Covid-19 bisogna saper evolvere, non abbandonare i controlli per la salute»
Salute, Cavandoli (Lega): «Sostegno a Pandas-day, Stato riconosca malattia che colpisce bambini»
«Impegniamoci tutti perché lo Stato la riconosca e investa in ricerca e cure e soprattutto perché questi bambini non vengano trattati come malati psichiatrici, visto che la maggior parte dei pazienti migliora con un trattamento antibiotico» sottolinea la deputata della Lega Laura Cavandoli
Giornata Mondiale della vista, l’80% dei casi di cecità sono prevenibili
Questa mattina la conferenza stampa di presentazione dell’evento a cui seguirà una maratona in diretta streaming sulla pagina Facebook di IAPB Italia. Stirpe (Fondaz. Bietti): «L’organizzazione della sanità dovrà contenere il rischio contagio e trattare le urgenze delle quali l’epidemia ha ritardato la cura». Mariotti (OMS): «Senza una buona vista si rischia tre volte di più di ammalarsi di depressione e di avere incidenti stradali»
Dalla cottura dei cibi a come affrontare i disturbi del sonno, il vademecum FIMMG per i corretti stili di vita
Marrocco (FIMMG): «I comportamenti quotidiani 'arma' importante per superare problematiche»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 21 ottobre, sono 40.792.599 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.124.918 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 21 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...