Meteo 20 Maggio 2019

Palermo, le manovre di primo soccorso si imparano a scuola

Gli studenti del quarto e quinto anno del liceo scientifico Cannizzaro di Palermo saranno addestrati alle manovre di primo soccorso grazie ad un protocollo d’intesa siglato tra l’Ordine dei medici di Palermo, gli assessorati regionali della Salute e della Formazione professionale e l’Istituto scolastico del Capolugo. E’ partito il percorso di training (Blsd-Basic life support […]

Gli studenti del quarto e quinto anno del liceo scientifico Cannizzaro di Palermo saranno addestrati alle manovre di primo soccorso grazie ad un protocollo d’intesa siglato tra l’Ordine dei medici di Palermo, gli assessorati regionali della Salute e della Formazione professionale e l’Istituto scolastico del Capolugo.

E’ partito il percorso di training (Blsd-Basic life support defibrillation), offerto gratuitamente a 290 studenti, per imparare in 12 lezioni pratiche ad eseguire le manovre di rianimazione cardio polmonare e ad utilizzare il defibrillatore semiautomatico esterno.

L’iniziativa è stata messa a punto «per diffondere la cultura del soccorso e della solidarietà a partire dai banchi di scuola perché una vita si può salvare anche con pochi e semplici gesti e imparare a riconoscere le situazioni di pericolo e sapere assistere una persona in difficoltà nell’attesa dei soccorsi è fondamentale» ha detto il presidente dell’Omceo Toti Amato.
«Sono tanti gli episodi di grave malore avvenuti nelle scuole, che hanno colpito ragazzi, insegnanti e personale – ha aggiunto Amato -. Conoscere le tecniche basilari da praticare in casi di emergenza è un grande apporto educativo per i giovani, ma anche un investimento nella sanità perché contribuisce a ridurre significativamente il numero dei decessi».

Articoli correlati
Maturità 2020, lo psicoterapeuta: «Livelli di ansia molto superiori agli anni scorsi». Insicuro il 95% degli studenti
Incerti sulle modalità di esame e preoccupati per il futuro. I maturandi del 2020 subiscono l'effetto pandemia e guardano all'ultima prova pieni di stress e angoscia. I risultati dell'indagine dell'Associazione Nazionale Di.Te.
Ultimo giorno di scuola: sì agli incontri tra studenti e docenti, ma all’aperto
Baumgartner (psicologa): «Un’occasione importante per chi termina un ciclo scolastico: salutarsi di persona vuol dire concludere fino in fondo un percorso formativo che è stato condiviso per molti anni. Tutti gli altri potranno accontentarsi di un saluto virtuale e rivedersi a settembre»
di Isabella Faggiano
Scuola, dal distanziamento alle modalità di ingresso: ecco le indicazioni del Comitato tecnico-scientifico per settembre
Tornare a scuola sì, ma in sicurezza. Il Ministero dell’Istruzione ha ricevuto dal Comitato tecnico-scientifico il documento con le misure per il rientro a settembre: distanziamento interpersonale di almeno un metro nelle aule, due metri per le attività svolte in palestra, nessuna rilevazione della temperatura corporea. Mascherina obbligatoria per gli alunni sopra i 6 anni
Unesco e Sima insieme per la scuola post-covid: sicura, inclusiva, motivante
Per il benessere degli studenti e un miglior rendimento scolastico, da settembre più attenzione alla qualità dell’aria in aula
Ultimo giorno di scuola in presenza? La pediatra: «Molto complicato»
Mazzone, presidente del Sindacato italiano specialisti pediatri: «I bambini vorranno abbracciare i loro amici, non è semplicissimo garantire le distanze di sicurezza nemmeno tra gli adolescenti. E' necessaria un'attenta valutazione»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 3 luglio, sono 10.874.146 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 521.355 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 3 luglio: nell’ambito del ...
Diritto

Pensioni, la Cassazione: «Necessaria richiesta per lavorare fino a 67 anni». Altrimenti due anni di attesa per il primo assegno

Il rischio per il lavoratore è di essere sollevato dall’incarico al compimento dei 65 anni, senza ricevere la pensione. Possibile eccessiva riduzione degli organici in sanità
Salute

Rebus idrossiclorochina: arma anti-Covid o farmaco pericoloso? L’inchiesta di Sanità Informazione

Dopo lo studio ritirato da Lancet, l’OMS ha riavviato i test clinici. In Italia aumentano i medici che sperano nel farmaco e chi l’ha usata ‘sul campo’ la promuove. Cauda (Gemelli): «Può ave...