Meteo 26 Novembre 2018

Erba, ecco l’ambulatorio “ospitale” per persone con gravi disabilità

«È diritto di ogni individuo godere di una accoglienza che garantisca un percorso diagnostico tempestivo con un orientamento ed un programma terapeutico adeguati. Per i pazienti disabili l’accesso a tali percorsi spesso si rivela ancor più problematico». Con queste parole Pierpaolo Maggioni, direttore sanitario dell’Ospedale Sacra Famiglia di Erba (Como)  annuncia una riorganizzazione del servizio delle […]

«È diritto di ogni individuo godere di una accoglienza che garantisca un percorso diagnostico tempestivo con un orientamento ed un programma terapeutico adeguati. Per i pazienti disabili l’accesso a tali percorsi spesso si rivela ancor più problematico». Con queste parole Pierpaolo Maggioni, direttore sanitario dell’Ospedale Sacra Famiglia di Erba (Como)  annuncia una riorganizzazione del servizio delle prestazioni ambulatoriali, sul piano diagnostico e delle visite specialistiche «al fine facilitare l’accesso a tutti coloro che trovavano difficoltà nell’usufruire dei normali percorsi diagnostici e terapeutici. Si è progettata una corsia privilegiata per i disabili – saranno accolti, accompagnati e visitati in fasce orarie dedicate a loro, grazie alla disponibilità di tutto il personale dei reparti ospedalieri».

Il nuovo modello organizzativo si chiama Ambulatorio Ospitale e, nello stile del Fatebenefratelli, consente di adattare ad ogni singolo paziente il percorso, ponendo un’attenzione “centrale” alla persona disabile ed ai problemi di tutto il nucleo di persone che quotidianamente vive con lui. La presa in carico viene attivata tramite un modulo elettronico e la contestuale ricetta di esame/visita inviati dal medico di famiglia all’ospedale. Vengono così programmate le prestazioni da erogare, assegnato un operatore sanitario al malato e predisposte le eventuali strumentazioni di supporto. Il paziente è così accolto e accompagnato dal suo ingresso in struttura fino all’uscita. Inoltre verrà assistito anche durante l’eventuale pagamento del ticket, l’attesa, la visita e il ritiro dei referti. Il servizio è gratuito, mentre le visite sono soggette a ticket. Ovviamente, l’impegno richiesto all’Ospedale è maggiore ma viene supportato da un accordo operativo con l’Ordine dei Medici della provincia di Como e gli Infermieri di famiglia, un servizio promosso dalla cooperativa Biancospino e dalla Bcc dell’Alta Brianza.

«Questo progetto pilota ci permetterà di vagliare quanto sia utile anche all’ospedale segmentare l’offerta di servizi secondo le diverse categorie di pazienti ed estendere l’accordo anche ad altri Ordini dei Medici». Saranno infatti i medici di famiglia a valutare quando prospettare al disabile questo tipo di servizio ed eventualmente attivare la procedura di domanda. Al momento, non essendoci un servizio di Psichiatria ad Erba, il servizio è offerto a chi è affetto da disabilità motorie e psichiche di basso impegno. «L’idea di una corsia privilegiata per i disabili ci è venuta di fronte ad un caso concreto: la madre di un ragazzo disabile, del tutto casualmente, dando informazione di tale disabilità all’accettazione, ha reso possibile una programmazione dell’accesso ad hoc, con i supporti di cui necessitava l’utente. La signora, in seguito all’esperienza vissuta dal figlio quel giorno presso il nostro ospedale, ci ha ringraziati piangendo, come se avessimo fatto qualcosa di straordinario. Abbiamo capito – spiega Maggioni – che dovevamo fare lo stesso per tutti coloro che ne avessero bisogno e abbiamo iniziato a progettare questo servizio» conclude il direttore.

Articoli correlati
Sanità, D’Amato (Regione Lazio): «Il Rapporto del Sole 24 Ore fornisce indicatori eterogenei»
«In relazione al cosiddetto indice della salute 2019 elaborato dal Sole 24 Ore, il rapporto fornisce indicatori eterogenei e non supportati dalle evidenze di letteratura scientifica e di strumenti che sintetizzano il profilo di salute di una popolazione come rilevato dal Dipartimento di Epidemiologia del Sistema sanitario regionale del Lazio. Basti pensare che le province […]
Salute donne, FNOPO: «Welfare più efficiente e promozione dell’allattamento i veri sostegni alla maternità e alle donne»
«Non è attraverso bonus per l’acquisto di latte artificiale (in polvere o liquido) che si sostengono le famiglie. L’emendamento presentato dal ministro per la Famiglia, Lorenzo Fontana, al decreto legge Crescita (che prevede tra l’altro anche sconti per l’acquisto di pannolini e un incremento del bonus bébé) non fa un buon servizio alle neo-mamme, al nascituro e, […]
Ospedale dei Castelli, parte “4 Zampe con te” . Gli animali domestici “in visita” ai pazienti
Gli animali d’affezione rappresentano una parte integrante nella vita di chi li ama, ancor più quando ci si trova in situazioni di fragilità emotiva e fisica come durante un ricovero. Per questo è stata inaugurata all’interno dell’Ospedale dei Castelli l’area “4 Zampe con te”, che nasce dalla collaborazione fra la Asl Roma 6, la struttura […]
Giornata malato oncologico, De Lorenzo (FAVO): «Spesa aggiuntiva per le famiglie di 40mila euro l’anno, cresce il disagio»
È quanto risulta dall’11esimo Rapporto della FAVO sulla condizione assistenziale dei malati oncologici presentato oggi in Senato. «Fino a 400-450 euro all'anno sono spesi in farmaci non coperti dal SSN» dichiara il presidente Francesco De Lorenzo ai nostri microfoni
Alcohol Prevention Day: rischio abuso per 8,6 milioni di consumatori. Adolescenti e anziani le categorie più colpite
Il professor Emanuele Scafato, direttore dell’Osservatorio Nazionale Alcol e del centro OMS dell’ISS a Sanità Informazione: «La prevenzione è da creare, manca il coordinamento tra gli interlocutori. Importante intervenire in maniera mirata». E mette in guardia i giovani: «È importante spiegare loro che i divieti di vendita sotto i 18 anni esistono per tutelare la loro salute fisica e psichica»
di Lucia Oggianu
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...