Meteo 7 Gennaio 2019

Emergenza neve: garantita l’assistenza sul territorio H24, grazie ai medici pugliesi

I medici della Continuità assistenziale e di Emergenza territoriale di tutta la Puglia stanno affrontando da molte ore l’emergenza neve da tempo annunciata, con grande senso di responsabilità. L’assistenza alla cittadinanza è stata garantita in maniera ininterrotta per 24 ore al giorno. Le emergenze vengono gestite dal settore 118 con la presenza fondamentale dei medici […]

I medici della Continuità assistenziale e di Emergenza territoriale di tutta la Puglia stanno affrontando da molte ore l’emergenza neve da tempo annunciata, con grande senso di responsabilità. L’assistenza alla cittadinanza è stata garantita in maniera ininterrotta per 24 ore al giorno.

Le emergenze vengono gestite dal settore 118 con la presenza fondamentale dei medici a bordo delle ambulanze, mentre i medici di C.A., in un momento per giunta “caldo” come quello dell’epidemia influenzale, continuano a garantire l’assistenza ai cittadini tra enormi difficoltà, in sedi spesso non a norma e senza riscaldamento, spostandosi con mezzi propri e fornendo cure a domicilio.

«Operare in situazioni di estremo disagio sapendo di essere un riferimento per la popolazione bisognosa ci ripaga di tutte le difficoltà incontrate – dichiara Nicola Gaballo, Segretario Provinciale Fimmg Emergenza Bari – ringrazio tutti i colleghi e il Coordinamento 118 Asl Bari, che ha istituito una unità di crisi pronta a risolvere le difficoltà logistiche del personale in servizio».

«L’utilità e il valore del settore di continuità assistenziale solitamente rimangono sotto traccia ed emergono davanti agli occhi di tutti quando eventi avversi rendono impossibili altre modalità assistenziali. Solo allora ci si rende conto della garanzia della continuità dell’assistenza, della capillarità del servizio, dell’attività di prossimità, della consapevolezza dei medici nel coprire un livello essenziale di assistenza, con turni che vanno ben oltre il previsto orario di lavoro per la difficoltà di raggiungere le sedi per cambio turno» – dichiara Piero Drago, Segretario Regionale Fimmg settore C.A. –  . Vorremmo che questo fondamentale riconoscimento fosse sempre presente in coloro che devono discutere della riorganizzazione dell’assistenza territoriale. Un doveroso ringraziamento va a tutti questi colleghi che hanno sopperito alle difficoltà di gestione di questa emergenza per un unico scopo: essere vicini alla cittadinanza, avendo a cuore innanzitutto la salute del prossimo».

Articoli correlati
Chi è Je.suis.doc, medico su TikTok da 40mila follower: «Così ho avvicinato i giovani alla medicina»
Clip mimate e sequenze musicali per interagire con gli adolescenti e parlare di salute. Carlo Esposito: «TikTok mi ha permesso di catturare l’attenzione dei giovanissimi in modo semplice e immediato»
Puglia, Senior Italia FederAnziani: «Per abbattere liste d’attesa potenziare medicina del territorio»
La richiesta lanciata da FederAnziani ha messo a confronto società scientifiche e organizzazioni sindacali di medici con Vito Montanaro, Direttore del Dipartimento Promozione della Salute della Regione Puglia in una tavola rotonda virtuale
Sanità lombarda: il ruolo delle Professioni Sanitarie nella riforma della L.R. 23/2015. Un ponte fra paziente e territorio
All’incontro del luglio scorso, organizzato dai vertici della Sanità di Regione Lombardia, presenti gli ordini TSRM e PSTRP di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza e Sondrio per delineare i passi da compiere nell’attuazione della Legge Regionale n. 23/2015 che regola il sistema sociosanitario lombardo
Recovery Fund, Fnopo: «Evento storico. Implementare ostetrica di famiglia e di comunità»
«D’ora in poi non sarà più possibile, né credibile, rimandare la realizzazione di progetti di riforma della rete assistenziale portando a motivazione la mancanza di fondi adeguati» precisa la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione Ostetrica (FNOPO)
Lombardia, l’appello dei geriatri: «Aumentare i reparti per acuti e riconoscere il nostro ruolo»
Dopo l'emergenza occorre ripensare l'organizzazione e la diffusione dei reparti ospedalieri di Geriatria per acuti, in Lombardia come in tutto il Paese. L’appello di SIGOT, SIGG e AGE ai vertici della Regione Lombardia e alle istituzioni nazionali per aumentare i posti letto per anziani in ospedale
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Salute

Tumori della pelle in aumento, l’allarme di Ascierto: «Paura Covid ha scoraggiato i controlli»

L’esperto: «Una diagnosi precoce consente alti tassi di guarigione, la prevenzione è l’arma più efficace»