Meteo 7 gennaio 2019

Emergenza neve: garantita l’assistenza sul territorio H24, grazie ai medici pugliesi

I medici della Continuità assistenziale e di Emergenza territoriale di tutta la Puglia stanno affrontando da molte ore l’emergenza neve da tempo annunciata, con grande senso di responsabilità. L’assistenza alla cittadinanza è stata garantita in maniera ininterrotta per 24 ore al giorno. Le emergenze vengono gestite dal settore 118 con la presenza fondamentale dei medici […]

I medici della Continuità assistenziale e di Emergenza territoriale di tutta la Puglia stanno affrontando da molte ore l’emergenza neve da tempo annunciata, con grande senso di responsabilità. L’assistenza alla cittadinanza è stata garantita in maniera ininterrotta per 24 ore al giorno.

Le emergenze vengono gestite dal settore 118 con la presenza fondamentale dei medici a bordo delle ambulanze, mentre i medici di C.A., in un momento per giunta “caldo” come quello dell’epidemia influenzale, continuano a garantire l’assistenza ai cittadini tra enormi difficoltà, in sedi spesso non a norma e senza riscaldamento, spostandosi con mezzi propri e fornendo cure a domicilio.

«Operare in situazioni di estremo disagio sapendo di essere un riferimento per la popolazione bisognosa ci ripaga di tutte le difficoltà incontrate – dichiara Nicola Gaballo, Segretario Provinciale Fimmg Emergenza Bari – ringrazio tutti i colleghi e il Coordinamento 118 Asl Bari, che ha istituito una unità di crisi pronta a risolvere le difficoltà logistiche del personale in servizio».

«L’utilità e il valore del settore di continuità assistenziale solitamente rimangono sotto traccia ed emergono davanti agli occhi di tutti quando eventi avversi rendono impossibili altre modalità assistenziali. Solo allora ci si rende conto della garanzia della continuità dell’assistenza, della capillarità del servizio, dell’attività di prossimità, della consapevolezza dei medici nel coprire un livello essenziale di assistenza, con turni che vanno ben oltre il previsto orario di lavoro per la difficoltà di raggiungere le sedi per cambio turno» – dichiara Piero Drago, Segretario Regionale Fimmg settore C.A. –  . Vorremmo che questo fondamentale riconoscimento fosse sempre presente in coloro che devono discutere della riorganizzazione dell’assistenza territoriale. Un doveroso ringraziamento va a tutti questi colleghi che hanno sopperito alle difficoltà di gestione di questa emergenza per un unico scopo: essere vicini alla cittadinanza, avendo a cuore innanzitutto la salute del prossimo».

Articoli correlati
“Una cicogna per la sclerosi multipla”: ecco il progetto di Onda
Al via il nuovo progetto di Onda (Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere): “una cicogna per la sclerosi multipla”, nato con il patrocinio di AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla Onlus) SIN (Società Italiana di Neurologia) e il contributo incondizionato di Teva. La nuova iniziativa promossa da Onda, ha l’obiettivo di costituire un network […]
Consulta salute mentale, nel Lazio e a Roma rischio emergenza
“Per la grave carenza di personale e per il progressivo svuotamento dei Servizi psichiatrici territoriali ed ospedalieri”, a Roma e nel Lazio sono a rischio “i livelli essenziali di cura con gravi ricadute sulla salute dei pazienti e pesanti ripercussioni sulle famiglie”. Lo sottolineano la Consulta regionale per la salute mentale e quella cittadina permanente […]
Salute, ecco l’app “Farmacia aperta” con mappe, orari e informazioni sulla farmacia più vicina
È scaricabile su App Store la nuova App “Farmacia Aperta”. Sviluppata da Federfarma Lombardia in collaborazione con T4Project, l’applicazione permette di geolocalizzarsi e individuare rapidamente la farmacia aperta più vicina, con informazioni dettagliate su orario, turni, e percorso più rapido per raggiungerla. L’applicazione è gratuita ed è fruibile in modo facile e intuitivo: dopo aver […]
Rapporto annuale Aiop, 20 milioni di italiani bloccati da liste di attesa. Barbara Cittadini: «Pronti a contribuire per risolvere problema»
A Roma il 16esimo Report Ospedali&Salute. Un italiano su tre insoddisfatto dell'SSN, 50% ricorre a Pronto soccorso per ridurre tempi di attesa. La presidente dell'Associazione Italiana Ospedalità Privata sottolinea: «Governo ha iniziato bene». «I tetti di spesa per la sanità privata accreditata saranno rivisti sicuramente», annuncia il Sottosegretario alla Salute Luca Coletto
Malata di leucemia, tutta la classe si vaccina per farla tornare a scuola
Il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti si è detto fiero dei bambini della scuola di Faenza (Ravenna) dove una classe di quarta elementare si è vaccinata contro l’influenza per permettere a una compagna malata di leucemia di poter tornare a scuola sicura. «Voglio ringraziarli, insieme ai loro genitori e ai loro insegnanti, per la sensibilità e la prontezza che […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, la bocciatura dei fisioterapisti. Tavarnelli (Aifi): «Si riaprano i percorsi di equivalenza già previsti dalla legge 42 del ’99»

Il presidente Aifi: «Senza un passo indietro si rischia una sanatoria globale, una grande confusione per il cittadino ed una scarsissima tutela della sua salute»
di Isabella Faggiano