Lavoro 9 Aprile 2019

Sanità pubblica, Monaco (Fnomceo): «Contratti bloccati. Dal governo basta promesse, servono fatti»

Milioni di euro di straordinari non pagati e milioni di euro per il mancato turn over e le mancate assunzioni. Queste, secondo Fnomceo, sono le cifre che lo Stato sta risparmiando sul lavoro dei medici

Immagine articolo

Contratti bloccati, straordinari non pagati e mancato turn over, sono questi gli ingredienti della “tempesta perfetta” che sta investendo il Servizio Sanitario Nazionale, da cui prende il nome il convegno del sindacato Anaoo Assomed. Tra le file della platea si è seduto anche il segretario della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, Roberto Monaco con il quale siamo riusciti a parlare.

Sul SSN si parla di tempesta perfetta, cosa ne pensa?
«È davvero purtroppo una tempesta perfetta, con tante nubi soprattutto per il futuro. Finora si sono sentiti dappertutto voci del verbo essere e si parla di futuro, si parla di faremo, provvederemo, costruiremo, però noi abbiamo bisogno in questo momento dell’essere, del presente. Bisogna dare ai giovani davvero speranza di un futuro di lavoro. Siamo contrari a regalare lauree, ma vogliamo regalare un futuro ai nostri giovani e vogliamo fare in modo che l’accesso al mondo del lavoro continui ad essere un accesso per legge con i concorsi. Non ha proprio senso pensare a un futuro richiamando pensionati al lavoro, ma anzi noi che siamo un po’ più grandicelli bisognerebbe che potessimo dare questa spinta formativa ai nostri giovani per fare in modo che il nostro paese abbia un SSN che continui ad essere equo, solidale e universalistico».

LEGGI: SALUTE E MIGRAZIONE, LA FNOMCEO PRESENTA IL CORSO ECM PER CURARE E PRENDERSI CURA. ANELLI: «NESSUNO VA TRASCURATO»

Il governo intanto si sta muovendo, si parla appunto dell’influenza di Quota 100 e il ministro della PA Giulia Bongiorno ha parlato dell’eliminazione del tetto di spesa.
«Noi siamo pronti a tutte le forme di cambiamento positivo, però a questo punto ci aspettiamo i fatti, perché sono 10 anni che nel mondo ospedaliero non c’è un contratto. I contratti sono tutti bloccati sia per i medici del territorio che per quelli ospedalieri e le chiacchiere non ci bastano più. Abbiamo bisogno di dare certezza ai nostri medici che continuano a fare tutti i giorni e tutti le notti il loro lavoro per salvaguardare la tutela della salute. Dobbiamo dire a questi medici che non sono soli, che dobbiamo salvaguardare i loro diritti perché prima ancora di essere lavoratori sono cittadini e come cittadini devono avere tutelati i diritti. È chiaro che tutto quello che viene in più dalle promesse del governo, ne prendiamo atto. Però noi vogliamo vedere i fatti, sono ormai 10 anni che siamo fermi, nonostante tutto, nonostante le aggressioni ai medici, ai turni massacranti e alla mancanza del turn over noi si continua a fare il nostro lavoro con passione, dedizione e soprattutto rispetto dei cittadini.

Sul tavolo c’è anche il problema del RIA, degli stipendi che non aumentano, ma anche straordinari non pagati.
«La posizione di Fnomceo è stata chiara, noi a Natale abbiamo donato simbolicamente un assegno, un assegno e una cambiale. Un assegno di milioni di euro che i medici hanno regalato allo Stato di straordinari non pagati e una cambiale di milioni di euro che sarebbero il mancato turn over e le mancate assunzioni. Queste sono le cifre che lo Stato sta risparmiando sul lavoro dei medici».

Articoli correlati
Aggredite due dottoresse in servizio, ma l’uomo non viene arrestato e le minaccia di nuovo
Teatro della violenza l’ospedale San Giovanni di Roma. Le due donne erano intente a salvare un paziente quando sono state aggredite da un tossicodipendente. I dati FNOMCeO: 1.200 le denunce 'ufficiali' all'Inail ogni anno
ECM, Lavalle (OMCeO Bari): «Medici obbligati moralmente a formarsi per rapporto con pazienti»
Il vicepresidente OMCeO di Bari, Franco Lavalle si dice soddisfatto dell’azione intrapresa dalla Federazione Medici Chirurghi e Odontoiatri riguardo l’aggiornamento professionale: «A Bari ogni anno organizziamo una ventina di corsi»
Stati generali, Anelli(FNOMCeO): «Specializzandi ultimo anno in SSN, così 5mila borse in più»
Al via gli Stati Generali della Professione medica. Il presidente FNOMCeO, Filippo Anelli: «Elaboreremo un documento finale che orienterà la professione e il ruolo del medico all’interno della società». Un percorso che condurrà a scrivere la Magna Carta della professione
Giornata malato oncologico, De Lorenzo (FAVO): «Spesa aggiuntiva per le famiglie di 40mila euro l’anno, cresce il disagio»
È quanto risulta dall’11esimo Rapporto della FAVO sulla condizione assistenziale dei malati oncologici presentato oggi in Senato. «Fino a 400-450 euro all'anno sono spesi in farmaci non coperti dal SSN» dichiara il presidente Francesco De Lorenzo ai nostri microfoni
“Offre l’Italia”, la campagna social di FNOMCeO contro la fuga dei medici all’estero
«Ogni anno, 1500 medici vanno a specializzarsi all’estero. E non tornano. Costano all’Italia oltre 225 milioni», spiega la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO)
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...