Lavoro 15 Aprile 2019 18:10

Responsabilità professionale, Fiorentino (MISE): «Ultimi decreti legge Gelli in fase di elaborazione, presto iniziativa del Ministero»

Il Direttore Generale per il mercato del Ministero dello Sviluppo Economico annuncia una iniziativa a breve per sbloccare i decreti attuativi della legge riguardanti la parte assicurativa. Fondazione Italia In Salute: contenzioso in diminuzione

Responsabilità professionale, Fiorentino (MISE): «Ultimi decreti legge Gelli in fase di elaborazione, presto iniziativa del Ministero»

Dopo un’attesa durata due anni, sembra finalmente giungere a una schiarita la vicenda degli ultimi decreti attuativi che riguardano la legge 24 del 2017 anche detta legge Gelli. Questi decreti dovranno definire questioni decisive sulla parte assicurativa: i contenuti minimi delle polizze, i massimali, il regime di operatività temporale delle polizze. I primi dati sull’applicazione della legge, presentati dalla Fondazione Italia In Salute presieduta da Federico Gelli, parlano di un contenzioso in diminuzione laddove la legge è applicata, anche se c’è una forte disomogeneità tra le regioni causata anche dai diversi livelli di recepimento della norma. La legge prevede l’obbligatorietà della copertura assicurativa delle strutture. Mario Fiorentino, Direttore Generale per il mercato del Ministero dello Sviluppo Economico, ci annuncia le ultime novità sui decreti attuativi mancanti della legge 24: per maggio è prevista la convocazione del tavolo di lavoro per sciogliere gli ultimi nodi.

Dottor Fiorentino, lei ha lanciato una proposta molto interessante: che ogni struttura, ogni azienda si doti di un risk manager…

«È una figura fondamentale prevista dalla legge di riforma e anche dai decreti di attuazione che sono in corso di elaborazione e definizione presso il ministero. È una figura cardine dell’intero progetto di riforma, io credo contribuirà fortemente alla gestione di un sistema così complesso in vista della migliore prestazione al paziente e anche della migliore gestione del bilancio e delle risorse destinate all’assistenza sanitaria».

LEGGI ANCHE: RESPONSABILITA’ PROFESSIONALE, FONDAZIONE ITALIA IN SALUTE: «NELLE REGIONI DOV’E’ APPLICATA LA LEGGE GELLI DIMINUISCONO I CONTENZIOSI»

Tutti i professionisti sono in attesa dei decreti attuativi della legge Gelli. A che punto siamo?

«Nei prossimi giorni il Ministro dello Sviluppo economico adotterà una iniziativa importante richiamando a un tavolo di coordinamento alcune amministrazioni pubbliche, associazioni rappresentative per tentare di definire i testi che sono già in fase di elaborazione avanzata».

Articoli correlati
Che fine hanno fatto i decreti attuativi della legge Gelli? Sono ostaggio delle Regioni
La Conferenza Stato-Regioni ritarda l’approvazione del decreto che regola le polizze assicurative dei professionisti sanitari. Tra gli elementi ostacolati, la proposta di legare la formazione continua alla prevenzione del rischio clinico
Vaccinatori, è necessario uno scudo penale? Gelli: «No, Legge 24 parla chiaro»
Dopo i casi di iscrizione nel registro indagati dei medici somministratori dei vaccini nelle persone poi decedute, su cui le indagini sono ancora in corso, FNOMCeO è in prima linea per la richiesta di uno scudo penale a protezione dei professionisti. Ma Federico Gelli (FIS) chiarisce: «Tutelati dalla Legge24, non c'è responsabilità»
Il Mise vuole produrre i vaccini in Italia, intanto i cittadini hanno perso fiducia nelle case farmaceutiche
Domani l'incontro tra Giorgetti e il commissario europeo per i vaccini Breton, l'Italia vuole produrre. Ma secondo una ricerca di Reputation Rating, gli italiani "giudicano male" le case farmaceutiche: prodotti buoni ma eccessivo orientamento al profitto
Ritardi o omissione delle cure a causa della pandemia, chi ne risponderà legalmente?
L’analisi del professore Antonio Oliva, associato di Medicina Legale all’università Cattolica: «Le aziende ospedaliere potrebbero essere chiamate in causa per il risarcimento del danno per colpa organizzativa»
di Isabella Faggiano
Rischio clinico, oltre 300mila download per il manuale promosso da Fondazione Italia in Salute
Pubblicato da Springer, fornisce le basi metodologiche della gestione del rischio. Il presidente Gelli: «Tema sempre più attuale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 20 aprile, sono 142.112.632 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.030.299 i decessi. Ad oggi, oltre 904,92 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...
Politica

Cosa prevede il nuovo decreto legge, tra scudo penale e obbligo vaccinale per i sanitari

Licenziato il nuovo decreto legge a firma del Consiglio dei Ministri. Tutta Italia rossa e arancione fino al 30 aprile, ma scuole aperte fino al primo anno di secondaria. Arrivano obbligo vaccini per ...