Lavoro 15 Aprile 2019

Responsabilità professionale, Fiorentino (MISE): «Ultimi decreti legge Gelli in fase di elaborazione, presto iniziativa del Ministero»

Il Direttore Generale per il mercato del Ministero dello Sviluppo Economico annuncia una iniziativa a breve per sbloccare i decreti attuativi della legge riguardanti la parte assicurativa. Fondazione Italia In Salute: contenzioso in diminuzione

Responsabilità professionale, Fiorentino (MISE): «Ultimi decreti legge Gelli in fase di elaborazione, presto iniziativa del Ministero»

Dopo un’attesa durata due anni, sembra finalmente giungere a una schiarita la vicenda degli ultimi decreti attuativi che riguardano la legge 24 del 2017 anche detta legge Gelli. Questi decreti dovranno definire questioni decisive sulla parte assicurativa: i contenuti minimi delle polizze, i massimali, il regime di operatività temporale delle polizze. I primi dati sull’applicazione della legge, presentati dalla Fondazione Italia In Salute presieduta da Federico Gelli, parlano di un contenzioso in diminuzione laddove la legge è applicata, anche se c’è una forte disomogeneità tra le regioni causata anche dai diversi livelli di recepimento della norma. La legge prevede l’obbligatorietà della copertura assicurativa delle strutture. Mario Fiorentino, Direttore Generale per il mercato del Ministero dello Sviluppo Economico, ci annuncia le ultime novità sui decreti attuativi mancanti della legge 24: per maggio è prevista la convocazione del tavolo di lavoro per sciogliere gli ultimi nodi.

Dottor Fiorentino, lei ha lanciato una proposta molto interessante: che ogni struttura, ogni azienda si doti di un risk manager…

«È una figura fondamentale prevista dalla legge di riforma e anche dai decreti di attuazione che sono in corso di elaborazione e definizione presso il ministero. È una figura cardine dell’intero progetto di riforma, io credo contribuirà fortemente alla gestione di un sistema così complesso in vista della migliore prestazione al paziente e anche della migliore gestione del bilancio e delle risorse destinate all’assistenza sanitaria».

LEGGI ANCHE: RESPONSABILITA’ PROFESSIONALE, FONDAZIONE ITALIA IN SALUTE: «NELLE REGIONI DOV’E’ APPLICATA LA LEGGE GELLI DIMINUISCONO I CONTENZIOSI»

Tutti i professionisti sono in attesa dei decreti attuativi della legge Gelli. A che punto siamo?

«Nei prossimi giorni il Ministro dello Sviluppo economico adotterà una iniziativa importante richiamando a un tavolo di coordinamento alcune amministrazioni pubbliche, associazioni rappresentative per tentare di definire i testi che sono già in fase di elaborazione avanzata».

Articoli correlati
Tamponi Covid, cosa rischia il medico che ne prescrive troppi (o troppo pochi)? Intervista all’Avv. Hazan
«La Legge Gelli è poco applicabile a questi casi perché si fonda sul rispetto delle linee guida. Ma nel caso del Covid non c’è una comprensione esatta di cosa si debba fare»
Il mistero dei decreti attuativi della Legge Gelli. Misiti (M5S): «Da mesi sollecito il Ministero ma nessuna risposta»
Il deputato e medico M5S racconta a Sanità Informazione i suoi incontri al Ministero della Salute per sbloccare l’impasse su delle norme attese dal 2018: «Ho parlato con FNOMCeO, Anaao e Collegio Italiano dei Chirurghi e tutti si sono detti molto preoccupati per il disinteresse che avvolge il tema». Ma Speranza annuncia un'accelerazione
Covid e operatori sanitari denunciati, Gelli: «Parlamento consideri nostro emendamento per maggiori tutele»
Il relatore della Legge 24/2017 sulla responsabilità professionale: «Decreti attuativi nella fase finale di approvazione»
Responsabilità e Covid-19, Gelli: «Decreti attuativi legge 24 e scudo per tutelare professionisti sanitari»
Manca solo la firma del ministro Patuanelli per completare l’iter dei decreti attuativi della legge Gelli. E intanto iniziano ad arrivare le prime richieste di risarcimento dai familiari delle vittime del Covid. Il presidente della Fondazione Italia in Salute: «Serve norma ad hoc»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 3 dicembre, sono 64.527.868 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.493.348 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 3 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli