Lavoro 18 Marzo 2019

Quota 100, Rostan (LeU): «Rischio caos nella sanità, 41mila pronti ad aderire»

«Quota 100 rischia di mettere in ginocchio il servizio sanitario nazionale con ripercussioni gravissime sull’assistenza dei cittadini italiani»

«Quota 100 rischia di mettere in ginocchio il servizio sanitario nazionale con ripercussioni gravissime sull’assistenza dei cittadini italiani. Sono 41mila le unità del personale sanitario attualmente in servizio pronte ad aderire. Di questi, 4,5mila medici, 22,3mila infermieri, 9mila tecnici e tecnici di laboratorio, 2mila operatori nel settore della riabilitazione, 1,2mila dirigenti sanitari, 1,3mila nel settore della vigilanza e delle pulizie e 306 medici veterinari. Un esodo insostenibile per il nostro Paese, in assenza di misure per l’immediata sostituzione di chi ha scelto di approfittare della possibilità di andare subito in pensione». Questa la denuncia della vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera, Michela Rostan e del capogruppo alla Camera di Liberi e Uguali, Federico Fornaro, che hanno reso noto i dati elaborati da Quotidiano Sanità sulle stime di possibili richieste di pensionamento a fine 2018.
«I numeri parlano chiaro – proseguono Rostan e Fornaro – ci potremmo trovare all’improvviso con il 25 per cento in meno  dei medici e con il 30 in meno per cento degli infermieri, sul totale di coloro che hanno raggiunto i limiti stabiliti per aderire a quota 100. Un colpo durissimo che metterebbe in serio pericolo il diritto alla salute e il mantenimento dei livelli essenziali di assistenza in tutte le regioni d’Italia».
«Chiederemo al ministro alla Salute, Giulia Grillo, di convocare con urgenza un tavolo tecnico per valutare tutte le azioni possibili finalizzate all’immediata sostituzione del personale che aderirà a Quota 100 con altrettante  unità. Cosa non facile considerando i tempi per bandire i concorsi e aggiudicarli. Ancora una volta ci troviamo di fronte ad una intollerabile approssimazione di questo governo nel trattare temi delicatissimi come il diritto ad una sanità equa ed efficiente», concludono i deputati di Liberi e Uguali.
Articoli correlati
Aggressioni, Rostan (LeU): «In Campania oltre 90 aggressioni, serve qualifica pubblico ufficiale per operatori sanitari»
«L’aggressione e le minacce rivolte da un utente al primario del Pronto Soccorso dell’ospedale Loreto Mare, Alfredo Pietrolongo, al quale va la mia piena solidarietà, sono un fatto gravissimo per il quale chiedo che sia adottata la massima severità nel punire l’autore. Sono oltre novanta dall’inizio dell’anno le aggressioni rilevate negli ospedali campani ai danni […]
Roberto Speranza: abolizione superticket e assunzioni. Ecco chi è il nuovo ministro della Salute
Cambio di vertice per il Ministero della Salute, al posto della pentastellata Giulia Grillo l’ex Pd, Roberto Speranza. Ecco il profilo e le idee del deputato di Liberi e Uguali
Quota 100, nelle Pa oltre 2mila domande di pensionamento. Anaao: «Sostituiamo i medici che vanno via sfruttando il Decreto Calabria»
Secondo i dati del sindacato Anaao Assomed, potenzialmente con Quota 100 possono chiedere di andare in pensione tutti i dirigenti medici del Servizio sanitario nazionale (Ssn) nati tra il 1954 e il 1959: sei classi che corrispondono a 38 mila camici bianchi su 105 mila
Carenza medici, la Corte dei Conti boccia Flat tax e Quota 100. A rischio anche le scuole di specializzazione
«È importante - si legge nel Rapporto - evitare che sul versante universitario le fuoriuscite dei docenti incidano sulla funzionalità delle scuole di specializzazione con gravi ripercussioni sul versante formativo»
Quota 100, Tonino Aceti (FNOPI): «A SSN mancheranno circa 76mila infermieri, Governo fermi emorragia»
«Prima di quota 100 noi avevamo una carenza intorno ai 52-53mila, - spiega Tonino Aceti, portavoce della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche - con quota 100 se ne aggiungono altre 22-23mila unità che si aggiungono alle 10-11mila unità che sarebbero comunque uscite per pensionamento normale»
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...