Lavoro 7 Gennaio 2015

Personale sanitario: in cinque anni persi 24mila posti di lavoro 

Previsto un ulteriore calo per il 2014. Dal 2007 al 2013 la spesa è però aumentata dell’1,2 per cento.

Immagine articolo

Dal 2007 al 2013 il personale dipendente del Servizio Sanitario Nazionale è diminuito, e le previsioni per il 2014, stilate dalla Ragioneria Generale dello Stato, non sono positive.

Secondo il conto annuale 2013 si è passati infatti dalle 682.197 unità operanti nel settore sanitario nell’ormai lontano 2007 alle 670.240 dell’anno scorso. A dire la verità, fino al 2009 il dato era in crescita, visto che il personale sanitario censito nel corso di quell’anno ammontava a 693.716 professionisti. Da allora, crollo (quasi) verticale, con una stima per l’anno in corso di un ulteriore calo di circa lo 0,59 per cento, in base agli ultimi dati disponibili e relativi ai primi nove mesi del 2014. In sette anni il personale SSN è dunque calato di 11.957 unità, in cinque addirittura di 23.476. Dal 2012 al 2013 i posti di lavoro persi sono stati 3.175.

Ciò significa che spendiamo di meno? Assolutamente no. Il totale del costo del personale dipendente ed estraneo all’amministrazione del Servizio Sanitario Nazionale è addirittura aumentato, seppur di poco (l’1,2 per cento): dai 39.027 milioni del 2007 ai 39.487 del 2013. Si tratta di un dato che è comunque in calo rispetto al picco di 41.367 milioni registrato nel 2010.  Le risorse utilizzate servono in parte per corrispondere ai lavoratori una retribuzione media lorda al netto degli arretrati di 26.661 milioni di euro, in aumento del 6,4 per cento rispetto al 2007. Le retribuzioni medie annue ammontano invece a 38.589 milioni. Dai dati si legge inoltre una netta predominanza della “quota rosa” in ambito sanitario: i dipendenti sono divisi in questo modo: 438.053 donne e 232.187 uomini. I contratti a tempo determinato sono 27.327 (18.551 donne e 8.776 uomini), mentre 4.242 dipendenti sono a rapporto interinale (2.875 donne e 1.367 uomini).

Articoli correlati
«I dati di Borrelli sono drogati, e non chiamateci eroi dopo aver reso miserabile la sanità». Lo sfogo (virale) di un medico sul web
L’intervista a Fabrizio Lucherini: «A troppe persone sintomatiche è stato rifiutato il tampone, il tasso di mortalità non può essere calcolato se il denominatore è sbagliato». Poi aggiunge: «Questa è una guerra che lascerà dietro di sé macerie 2.0. Servirà una Costituente per cambiare tante cose di questa Italia»
«E io dico che non siamo eroi»
di Luciano Cifaldi, Segretario generale Cisl Medici Lazio
di Luciano Cifaldi, Segretario generale Cisl Medici Lazio
La sanità è ancora pubblica: una lezione dal Covid-19
La recente insorgenza pandemica del Covid-19 ha mostrato, nei Paesi più colpiti quali l’Italia, l’importanza del sistema pubblico sanitario e della ricerca. Ciò, a dispetto della recente direzione verso il servizio privatizzato, o a prestazione, che aveva messo in dubbio l’efficacia del sistema di “welfare state”
di Luca Mazzacane
Cisl Medici Lazio, lettera all’assessore D’Amato: «Riaprire Forlanini, nominare Commissario e garantire DPI a tutti gli operatori sanitari»
In relazione all’emergenza sanitaria da coronavirus, di seguito la lettera aperta all’Assessore alla Sanità del Lazio da parte del Segretario generale della Cisl Medici Lazio Dottor Cifaldi e del Segretario generale della Cisl Roma Capitale/Rieti Dott Magliozzi. «Lungi da noi la pretesa, in momenti così densi di impegni, di ricevere dai soggetti istituzionali del Lazio […]
Coronavirus, arrivano i rinforzi: 20mila assunzioni in sanità. Il decreto-legge adottato dal CdM
Previsti l’assunzione di medici specializzandi ed il conferimento straordinario di incarichi di lavoro autonomo a personale sanitario in pensione. In arrivo 5mila impianti per la ventilazione assistita per potenziare i reparti di terapia intensiva
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 marzo, sono 665.616 i casi di Coronavirus in tutto il mondo, 30.857 i decessi e 141.746 le persone che sono guarite. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I CASI IN ITALIA   Bollettino...
Lavoro

Coronavirus, lo psicologo: «Personale sanitario svilupperà disturbi post traumatici. Attivare subito supporto psicologico»

«Non sentono ancora ciò che stanno provando, lo capiranno più avanti. Parte del personale sanitario ne uscirà ancora più fortificato, ma quelli che non sono in grado di sopportare un carico emoti...
Salute

Visite domiciliari, cure precoci e controllo da remoto: con il ‘modello Piacenza’ il coronavirus si sconfigge casa per casa

L’oncologo Luigi Cavanna, dell’ospedale di Piacenza, racconta: «Se i sintomi sono quelli del Covid, facciamo un’ecografia e diamo gli antivirali e strumenti di controllo. Poi monitoriamo a dist...