Lavoro 11 Ottobre 2019 15:22

«Ho fatto nascere 5mila bambini e assistito due generazioni di mamme». La storia di Gabriella, 42 anni nello stesso ospedale

«Io ho usufruito poco della sala parto, ho un figlio solo…». Ha prestato servizio per 42 anni e 2 mesi sempre nello stesso ospedale: va in pensione Gabriella Bagatella, 60 anni, residente ad Arre, ostetrica agli Ospedali Riuniti Padova Sud “Madre Teresa di Calcutta” di Monselice, in forze allo stesso presidio ospedaliero anche quando era […]

«Ho fatto nascere 5mila bambini e assistito due generazioni di mamme». La storia di Gabriella, 42 anni nello stesso ospedale

«Io ho usufruito poco della sala parto, ho un figlio solo…». Ha prestato servizio per 42 anni e 2 mesi sempre nello stesso ospedale: va in pensione Gabriella Bagatella, 60 anni, residente ad Arre, ostetrica agli Ospedali Riuniti Padova Sud “Madre Teresa di Calcutta” di Monselice, in forze allo stesso presidio ospedaliero anche quando era ospitato in un’altra sede, anche quando l’Ulss di riferimento era la numero 23, poi trasformata nella 17, ora confluita nell’Ulss 6, provinciale su scala padovana.

LEGGI ANCHE: MASSIMO DEL BENE, IL CHIRURGO CHE CURA LE VITTIME DEI LAGER LIBICI: «SEMBRA IL MEDIOEVO ED INVECE SONO TORTURE DEI NOSTRI TEMPI»

«Ho amato tantissimo il mio lavoro, più di ogni altra cosa», racconta Gabriella, che nella sua lunga carriera ha cambiato 40 primari. In principio era infermiera professionale ma il suo sogno era diventare ostetrica. Ci è riuscita, studiando la notte su fotocopie, facendo sacrifici su sacrifici. «Mio papà voleva che andassi a lavorare, a casa mia c’era tanto bisogno. Mi aveva fatto raggiungere il diploma come ai miei fratelli, ma per realizzare la mia passione sono scappata di casa. Oggi sono molto felice di aver fatto il lavoro che mi piaceva, con un trasporto e un amore per me grandi. Ho fatto nascere 5mila bambini, partorire le donne che ho visto nascere negli anni Ottanta: seguendo il travaglio che dura anche parecchie ore, diventi la madre delle più giovani o la sorella maggiore, raccogli confidenze, dai consigli, ti metti sul loro stesso piano, ascolti storie belle e meno belle. Cosa conta alla fine nella vita? La salute, la serenità, altrimenti tutto diventa nuvoloso».

A novembre Gabriella Bagatella andrà un mese a Lima, in Perù, con la Caritas: «Mi dedicherò al volontariato, lavorerò nei distretti, negli ospedali, nelle abitazioni. Ho tantissimi ricordi, difficili da raccontare: ogni paziente mi ha lasciato qualcosa, in quarant’anni la professione è cambiata, le donne sono diventate giustamente più esigenti, adesso affrontano la gravidanza e il parto a un’età diversa, dopo aver pianificato anche la loro attività lavorativa. I bambini no, loro sono rimasti uguali», ride.

«Salutiamo e ringraziamo di cuore Gabriella, di cui ricorderemo – sostiene il dottor Carlo Dorizzi, direttore dell’Unità operativa complessa di Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale Madre Teresa di Calcutta di Monselice – l’estrema bontà, la grande disponibilità, l’ottimo rapporto con pazienti e colleghi. E le auguriamo un enorme in bocca al lupo per la sua “seconda vita” da pensionata, e da volontaria».

Articoli correlati
Partorire in Italia, quali punti su cui lavorare ancora? Partoanalgesia, parto a domicilio e violenza ostetrica
L'appello di ginecologi e ostetrici: «Investire sul personale per favorire il rapporto one to one e il ripristino dell’alleanza terapeutica»
Rinnovati i vertici FNOPO: Silvia Vaccari è la nuova presidente nazionale
Vicepresidente della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica è Caterina Masé (Ordine Trento); segretaria Elsa Del Bo (Ordine Pavia); tesoriere Elio Lopresti (Ordine Palermo)
Test rapidi, Fnopo: «Contratti co.co.co. a studenti terzo anno dei corsi di laurea in ostetricia per supportare il territorio»
«Alla luce degli attuali gravissimi scenari epidemici da Sars-Cov-2 e per contrastare la carenza di personale sanitario in modo responsabile e consapevole, la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione Ostetrica (FNOPO) ritiene che sia opportuno individuare tra le misure elaborate dalla Commissione Salute della Conferenza Stato Regioni una azione a “brevissimo termine”, ovvero attingere dagli […]
«Ecco come ci accorgiamo che le partorienti assumono droga». Parla la capo ostetrica del Policlinico Casilino
L’ospedale è al centro delle cronache per aver assistito nello stesso periodo quattro bambini in astinenza da cocaina. Il polo neonatale è da anni un’eccellenza della Capitale e quest’anno si appresta a superare i 4mila parti l’anno. L’intervista alla capo ostetrica Cristina Griguoli
Cassazione: feto durante il travaglio è una persona. Condannata ostetrica per omicidio colposo
Sottolinea la Cassazione: l'ostetrica negligente che provoca la morte del feto risponde di omicidio colposo e non di aborto colposo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 21 ottobre, sono 242.034.479 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.922.096 i decessi. Ad oggi, oltre 6,7 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?