Lavoro 31 Luglio 2019

Medici di famiglia, incontro Fimmg – Bonaccini. Scotti: «Fiduciosi, possibili via d’uscita a stato di agitazione» 

Il segretario della Federazione dei medici di medicina generale ringrazia Bonaccini per «aver rotto l’omertà istituzionale». Tra i punti oggetto dell’incontro la conferma del ruolo professionale e contrattuale della Medicina Generale e l’idea di una decontribuzione sull’assunzione del personale di studio

«Ci riteniamo soddisfatti dell’incontro con il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini circa la possibilità di trovare vie d’uscita allo stato di agitazione dichiarato dal Consiglio Nazionale FIMMG». Il Segretario generale della Fimmg Silvestro Scotti è fiducioso dopo l’incontro a Bologna con il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini.

Tanti i temi sul tavolo, a partire dalla stabilizzazione immediata degli arretrati già riconosciuti nella firma dell’accordo precedente condizione di base per la ripresa della trattativa per il rinnovo di un ACN da chiudere entro novembre. E poi le proposte della Fimmg per un rilancio effettivo delle cure primarie ormai diventato indispensabile per sostenere i cittadini nell’affrontare l’aumento della cronicità, della disabilità e della non auto sufficienza.

LEGGI ANCHE: ACN MEDICINA GENERALE, SCOTTI (FIMMG): «SISTEMA NON RICONOSCE SFORZI A MEDICI CON ‘BUSTA PAGA’ FERMA DA 10 ANNI»

«La posizione di ascolto delle nostre istanze è stata evidente – sottolinea Scotti – Si sono poste le basi per una risposta immediata che testimoni il recupero di un rapporto di fiducia delle Regioni verso la Medicina Generale italiana. Questa è la condizione imprescindibile da noi posta per poter riprendere la trattativa per l’Accordo Collettivo Nazionale e chiuderla entro l’anno considerando non più rimandabile tale riscontro per le aspettative della categoria».

Sottolineata inoltre la necessità di una forte alleanza su punti di comune interesse:

Patto per la Salute: una definizione dell’assistenza territoriale e in particolare chiarezza e conferma del ruolo professionale e contrattuale della Medicina Generale;

Fondo Sanitario Nazionale: difesa del mantenimento dei contenuti economici previsti e tutela verso qualunque tentativo di sua riduzione nell’ambito del DEF.

Finanziaria: sostegno delle Regioni alle politiche di investimento su capitoli di spesa diversi dal Fondo Sanitario Nazionale come quello sull’innovazione e sull’occupazione che possano trovare indirizzi di coinvolgimento di specifici investimenti verso la Medicina Generale: decontribuzione sull’assunzione del personale di studio, riduzione dell’IVA per l’acquisto di strumentazione diagnostica coerente con progetti condivisi con le Aziende sanitarie.

«La presenza all’incontro del Presidente del Comitato di Settore, l’assessore Sergio Venturi – conclude Scotti – dà garanzia rispetto ad interventi sulla SISAC che, nell’immediato, diano ai Medici di Medicina Generale quel segnale di fiducia ripresa. Ma più di tutto ci rassicura il modello di relazione che il Presidente Bonaccini ha mostrato di voler determinare nel rapporto di chi, come la FIMMG, non rappresenta esclusivamente un interesse corporativo ma crede profondamente in una rappresentanza che metta insieme gli interessi dei professionisti con quelli dei cittadini, permettendoci di concludere che la Presidenza della Conferenza delle Regioni c’è».

Articoli correlati
Aggressioni, De Luca: «Videosorveglianza sulle ambulanze». La FIMMG torna a chiedere lo status di pubblico ufficiale
Intanto il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha convocato per giovedì 16 gennaio l'Osservatorio permanente, mentre la FNOMCeO progetta un docufilm per sensibilizzare l'utenza
Ancora un’aggressione, a Sassari ambulanza a fuoco per un petardo. FIMMG: «Siamo in trincea»
La preoccupazione del segretario nazionale di FIMMG-Emergenza Sanitaria Territoriale, Francesco Marino: «In media un’aggressione fisica o verbale ogni due giorni»
Campania, al via la riorganizzazione della medicina generale. Ecco tutte le novità
Intervista al segretario provinciale FIMMG Napoli, Luigi Sparano: «Le Aggregazioni Funzionali Territoriali consentiranno una maggiore efficienza nella presa in carica e un abbattimento dei costi derivanti dalle ospedalizzazioni inappropriate»
La Fimmg incontra il ministro Speranza, Scotti: «Legge di Bilancio e Patto per la Salute le basi per chiudere ACN»
«Diamo atto al ministro Speranza di aver tenuto fede a quanto promesso in occasione dell’ultimo congresso nazionale e al tempo stesso gli chiediamo di tenere dritta la barra, per una medicina di famiglia che sempre più sia il perno di un’assistenza domiciliare e di prossimità. I problemi da affrontare sono ancora molti, ma siamo certi […]
Fine triennio ECM, da Nord a Sud l’appello dei Presidenti di Ordine: «Medici, completate i crediti»
Sanità Informazione ha raccolto la voce di tanti Presidenti di OMCeO che stanno sensibilizzando la categoria sul completamento del percorso ECM per il triennio 2017-2019. E molti sottolineano il rischio di sanzioni e contenziosi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

Ecm, Commissione nazionale proroga triennio 2017-2019. Un anno per recuperare i crediti mancanti

FNOMCeO: «Fino al 31 dicembre 2020 si possono acquisire crediti anche per il triennio 2014-2016». Confermato l’obbligo di 150 crediti per il periodo formativo 2020-2022. Roberto Stella: «Dopo pro...
Lavoro

«Il contratto sia applicato subito con incrementi e arretrati da gennaio 2020». I sindacati della dirigenza sollecitano le aziende

I sindacati che lo scorso 19 dicembre hanno firmato il nuovo contratto hanno sottoscritto una lettera aperta indirizzata agli enti del Servizio sanitario nazionale per chiedere l’immediata applicazi...
Lavoro

«Mi sono licenziato dopo 11 anni ma nessuno mi ha chiesto perché…». Diventa virale lo sfogo di un medico su Facebook

Nel lungo post pubblicato nei giorni scorsi il dottor Luigi Milandri elenca i motivi per cui fare il medico in Italia è un lavoro che spesso non ripaga: «Ho scritto questo post perché avrei voluto ...