Salute 13 Giugno 2018 13:23

Lazio, protesta dei lavoratori della sanità privata a Montecitorio. Cgil, Cisl e Uil: «Rinnovo contratto o sciopero»

I sindacati confederali chiedono che non ci siano lavoratori di serie A e di serie B. L’assessore D’Amato: «Ogni professionista deve avere le medesime opportunità e tutele». Faroni (Aiop Lazio): «Stop a disparità di trattamento tra le varie regioni»

Lazio, protesta dei lavoratori della sanità privata a Montecitorio. Cgil, Cisl e Uil: «Rinnovo contratto o sciopero»

Hanno invaso piazza Montecitorio con bandiere, striscioni e slogan come “Stesso lavoro, stesso salario, stessi diritti”. I lavoratori della sanità privata del Lazio sono scesi in piazza davanti alla Camera dei deputati per chiedere il rinnovo del contratto per il settore che manca ormai da 10 anni.

A organizzare la protesta Cgil, Cisl e Uil Funzione pubblica che annunciano una mobilitazione di più ampia portata e non escludono uno sciopero generale in autunno.

«Parliamo di circa 25mila lavoratori che garantiscono il 40% dell’offerta sanitaria del Lazio», ha detto all’agenzia Dire il segretario della Fp-Cgil Roma e Lazio, Natale Di Cola. «Si tratta di lavoratori che da tutto questo tempo attendono un rinnovo del contratto, quando i loro colleghi del pubblico lo hanno siglato pochi mesi fa. Siamo qui in piazza quindi per chiedere alla Regione Lazio di sollecitare la Conferenza Stato-Regioni per stanziare nuove risorse che possano sbloccare la questione».

Roberto Chierchia, segretario Cisl Fp, chiama in causa la Regione Lazio che «non può più tirarsi indietro. Zingaretti aveva promesso in campagna elettorale di mettere mano alla vicenda ridefinendo quello che dovrebbe essere un contratto giusto e legittimo».

Immediata è arrivata la risposta dell’assessore alla Sanità e all’Integrazione Socio-sanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato: «Auspico che ci possa essere un segnale di confronto fra le parti in causa per il rinnovo, dopo quello pubblico, del contratto del comparto della sanità privata. L’assistenza è uguale per tutti ed ogni professionista deve avere le medesime opportunità e tutele. La Regione Lazio si farà parte in causa anche in sede di Conferenza delle Regioni per chiedere che le parti interessate arrivino ad un accordo di rinnovo».

Sul tema è intervenuta anche la presidente dell’Aiop Lazio (Associazione italiana o spedalità privata), Jessica Faroni che ha apprezzato le parole di D’Amato: «È importante che la Regione Lazio si facia parte in causa presso la Conferenza Stato-Regioni per favorire, anche attraverso una copertura finanziaria, l’arrivo alla firma del nuovo contratto. È evidente – aggiunge Faroni – che se non ci sarà un intervento finanziario da parte dell’amministrazione pubblica continueremo ad avere disparità di trattamento tra le varie regioni, quelle più ricche e quelle che sono o stanno per uscire dai piani di rientro. Sappiamo che sia Zingaretti che l’assessore D’Amato faranno di tutto per dare copertura totale o parziale di questo ulteriore costo».

Articoli correlati
Ospedalità privata accanto allo Stato per le vaccinazioni, Faroni (Aiop Lazio): «Strutture pronte»
Jessica Faroni, presidente di Aiop Lazio, rimarca ai nostri microfoni: «L'Ospedalità privata è accanto al Ssn di cui fa parte, le strutture sono pronte a vaccinare». Come già succede in qualche città
Dai contratti alle liste di attesa, parla Cittadini (AIOP): «Regioni in ritardo su intesa. Ora modificare norma su tetto di spesa»
Colloquio con la presidente dell’Associazione ospedalità privata che spiega perché non si procede al rinnovo del contratto dei medici: «Siamo ancora in attesa che 8-9 regioni diano seguito a quello del comparto». E sulle liste di attesa chiede al MEF «di estendere la norma del Dl agosto 2020: Speranza è d’accordo». Poi lancia l’allarme: «Senza un decreto sulle tariffe Covid non sappiamo come classificare le prestazioni»
Sanità, Cittadini (AIOP): «Serve una riforma strutturale del SSN e una forte sinergia tra la sua componente di diritto pubblico e quella di diritto privato»
«Non è più accettabile, ma soprattutto è controproducente, un approccio che prevede solo tagli lineari, spesa a silos e blocco delle risorse» ha spiegato la Presidente AIOP in audizione presso la Commissione Sanità del Senato
Sanità privata, Cimop e Fp Cgil Medici scioperano per il mancato rinnovo del contratto con Aiop
In sciopero in piazza Montecitorio i sindacati della Sanità privata contro Aiop e il mancato rinnovo del contratto. Cimop e Fp Cgil Medici si scagliano contro la disuguaglianza economica e lavorativa creata dal sì di Aris e dal no di Aiop. Presente anche Fnomceo: «9mila medici a basso tasso di diritti»
Contratto sanità privata, accordo Campus Bio-medico e Cimop: «Così si investe nella serenità personale e professionale dei medici»
«La firma rappresenta la plastica raffigurazione di una sintesi non solo tecnica ma anche valoriale» spiega la dott.ssa Carmela De Rango, Segretario Nazionale della CIMOP
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 16 aprile, sono 139.109.041 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.986.608 i decessi. Ad oggi, oltre 840,94 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Vaccini, mai più dosi avanzate: come funzionano le “liste di sostituti” in Lombardia, Lazio e Campania

Le chiamano "panchine", sono le liste straordinarie che le Regioni utilizzano per ottimizzare le dosi dopo l'ordinanza di Figliuolo. Ma chi rientra tra coloro che verranno contattati?
di Federica Bosco e Gloria Frezza
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...