Lavoro 7 Novembre 2019

Giornata mondiale della Radiologia, i tecnici: «Il nostro contributo per la sicurezza dei pazienti»

In occasione della Giornata mondiale della radiologia, l’International Society of Radiographers and Radiological Technologists (ISRRT) ha realizzato una pubblicazione alla cui stesura  hanno partecipato i TSRM Roberta Gerasia (ISMETT di Palermo) e e Matteo Migliorini 

L’8 novembre si celebra la Giornata mondiale della radiologia (World radiography day), un evento annuale volto a ricordare e promuovere il ruolo della radiologia nell’assistenza sanitaria. Si celebra ogni anno e coincide con l’anniversario della scoperta dei raggi X da parte del fisico tedesco Wilhelm Conrad Röntgen, avvenuta appunto l’8 novembre 1895, ponendo così le basi della radiologia.

Il Tecnico sanitario di radiologia medica (TSRM) è il professionista che espone le persone alle radiazioni ionizzanti durante le indagini di radiologia convenzionale, tomografia computerizzata, mammografia, radiologia e cardiologia interventistica, medicina nucleare, nonché durante i radiotrattamenti. È un soggetto attivo e proattivo nel promuovere, mantenere e garantire la cultura della sicurezza, anche sensibilizzando l’opinione pubblica sul suo ruolo fondamentale all’interno dei processi diagnostici e terapeutici per la persona assistita.

LEGGI ANCHE: PROFESSIONI SANITARIE, CAPACCIOLI ( VICE PRESIDENTE TSRM e PSTRP): «AGGIORNAMENTO FONDAMENTALE, POSSIBILI PERCORSI FORMATIVI SPECIFICI»

In occasione della Giornata mondiale della radiologia, l’International Society of Radiographers and Radiological Technologists (ISRRT) ha realizzato una pubblicazione alla cui stesura  hanno partecipato i TSRM Roberta Gerasia (ISMETT di Palermo), con l’articolo “Patient safety in interventional suite” (pag. 10), e Matteo Migliorini (Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara), con l’articolo “Effective communication by radiographers: at the heart of patient safety” (pag. 30).

«Questa special edition, dal titolo: “YOUR SAFETY OUR PRIORITY – the radiographer is promoting and maintaining safety culture”, ci rende orgogliosi e testimonia il contributo fondamentale del TSRM ai fini della radioprotezione e della sicurezza della persona assistita», spiegano i tecnici in una nota.

Articoli correlati
Professioni sanitarie, Bortone (CONAPS): «Pronti a collaborare per elezioni Commissioni d’Albo. All’orizzonte c’è sfida culturale»
Il presidente del Coordinamento Nazionale Associazioni professioni sanitarie sottolinea: «Molti detrattori pronosticavano un insuccesso di questa casa comune, invece abbiamo vinto sfida». Poi aggiunge: «Attendiamo ancora un decreto ministeriale che rappresenta la composizione della Commissione nazionale degli Albi»
Sanità, Ordine TSRM e PSTRP: «Valorizzare professioni sanitarie per arrivare a modelli organizzativi più efficienti»
Il Consiglio nazionale del maxi Ordine delle professione sanitarie ha approvato una mozione in cui si chiede espressamente di «ricercare e sostenere con ogni risorsa disponibile, sin dai prossimi atti parlamentari, ministeriali, regionali e aziendali, quel confronto inter-professionale e inter-istituzionale dal quale può derivare la definizione partecipata e condivisa di modelli organizzativi». Una valorizzazione che «non deve essere in contrasto con il laureato in medicina e chirurgia»
Tecnici di laboratorio, Capuano (Antel): «Tavoli di riordino e decreti attuativi, le nostre proposte per il neoministro»
Si avvicina il Congresso dell'Associazione italiana Tecnici di laboratorio a Roma dal 25 al 28 settembre. «Mancano le norme sulla composizione delle Commissioni d’Albo nazionali, fondamentali per l'autogoverno delle 19 professioni del Maxi Ordine», sottolinea il Presidente della Società italiana di medicina diagnostica e terapeutica
Giornata sicurezza delle cure, maxi Ordine professioni sanitarie lancia “sistema di protezione” per pazienti e operatori
La Federazione nazionale Ordini TSRM PSTRP ha realizzato un sistema che aiuti a gestire in maniera preventiva le criticità evidenziate dal monitoraggio degli eventi avversi, dei sinistri e dei contenziosi aperti. «Vogliamo contribuire a promuovere l'attenzione e l'informazione sul tema della sicurezza in sanità e, sfruttando le nostre competenze, attivare idonee iniziative di comunicazione e sensibilizzazione», commenta Alessandro Beux, Presidente della Federazione
Professioni sanitarie, continua lavoro su Codice etico comune. La coordinatrice Perciballi: «Saremo un laboratorio permanente di idee»
Continuano i lavori del tavolo voluto dal Presidente Alessandro Beux. Per ora accantonata l’idea di un “Codice deontologico unico”. Perciballi lancia la proposta di creare un nickname che non sostituisca il nome della Federazione TSRM PSTRP: «Serve una diversa sigla per comunicare con la cittadinanza in maniera diretta, creando una riconoscibilità della quale possiamo già immaginare una serie di effetti positivi»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

ECM, un mese alla fine del triennio. Bovenga (Cogeaps): «Attenzione a contenziosi, concorsi e lettere di richiamo»

A Roma il Presidente del Consorzio gestione Anagrafica delle Professioni Sanitarie ha illustrato le ultime novità in tema di aggiornamento professionale obbligatorio: «Il sistema è in crescita. Da ...
Salute

Burnout in sanità, i più colpiti? Giovani, donne e ospedalieri. I risultati della survey AME

Simonetta Marucci, coordinatrice del sondaggio dell’Associazione Medici Endocrinologi: «Continueremo ad analizzare il fenomeno per poi proporre risposte adeguate per migliorare la nostra attività ...
Diritto

Responsabilità professionale, Federico Gelli: «Sulla gestione del rischio tre regioni in ritardo. Polizza primo rischio, ecco quando farla…»

Il “padre” della Legge 24 del 2017, oggi presidente della Fondazione Italia in Salute, ha fatto il punto nel corso di un convegno all’Ospedale San Giovanni Battista di Roma: «Legge va applicata...