Salute 7 Novembre 2019

Giornata mondiale della Radiologia, i tecnici: «Il nostro contributo per la sicurezza dei pazienti»

In occasione della Giornata mondiale della radiologia, l’International Society of Radiographers and Radiological Technologists (ISRRT) ha realizzato una pubblicazione alla cui stesura  hanno partecipato i TSRM Roberta Gerasia (ISMETT di Palermo) e e Matteo Migliorini 

L’8 novembre si celebra la Giornata mondiale della radiologia (World radiography day), un evento annuale volto a ricordare e promuovere il ruolo della radiologia nell’assistenza sanitaria. Si celebra ogni anno e coincide con l’anniversario della scoperta dei raggi X da parte del fisico tedesco Wilhelm Conrad Röntgen, avvenuta appunto l’8 novembre 1895, ponendo così le basi della radiologia.

Il Tecnico sanitario di radiologia medica (TSRM) è il professionista che espone le persone alle radiazioni ionizzanti durante le indagini di radiologia convenzionale, tomografia computerizzata, mammografia, radiologia e cardiologia interventistica, medicina nucleare, nonché durante i radiotrattamenti. È un soggetto attivo e proattivo nel promuovere, mantenere e garantire la cultura della sicurezza, anche sensibilizzando l’opinione pubblica sul suo ruolo fondamentale all’interno dei processi diagnostici e terapeutici per la persona assistita.

LEGGI ANCHE: PROFESSIONI SANITARIE, CAPACCIOLI ( VICE PRESIDENTE TSRM e PSTRP): «AGGIORNAMENTO FONDAMENTALE, POSSIBILI PERCORSI FORMATIVI SPECIFICI»

In occasione della Giornata mondiale della radiologia, l’International Society of Radiographers and Radiological Technologists (ISRRT) ha realizzato una pubblicazione alla cui stesura  hanno partecipato i TSRM Roberta Gerasia (ISMETT di Palermo), con l’articolo “Patient safety in interventional suite” (pag. 10), e Matteo Migliorini (Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara), con l’articolo “Effective communication by radiographers: at the heart of patient safety” (pag. 30).

«Questa special edition, dal titolo: “YOUR SAFETY OUR PRIORITY – the radiographer is promoting and maintaining safety culture”, ci rende orgogliosi e testimonia il contributo fondamentale del TSRM ai fini della radioprotezione e della sicurezza della persona assistita», spiegano i tecnici in una nota.

Articoli correlati
«Ecco perché la radiologia domiciliare può rappresentare un’arma in più contro il Covid-19»
Più territorio e meno ospedale. È uno degli slogan più gettonati nel corso di questa coda della pandemia da Covid-19: l’emergenza ha infatti messo sotto stress il Sistema sanitario nazionale e premiato quelle regioni che hanno puntato sulla medicina di territorio. Ora però dagli slogan è necessario passare ai fatti, considerando anche il possibile arrivo […]
di Andrea Lenza, Presidente CdA TSRM Roma e Provincia
Tumore al seno e diagnosi precoce, anche la FNO TSRM e PSTRP aderisce ad appello per screening mammografico
L’emergenza Covid-19 ha di fatto congelato ogni esame preventivo. Ad oggi è necessario riprendere i necessari controlli a tutela della salute delle donne. Anche il maxi Ordine delle professioni sanitarie aderisce all’appello congiunto delle associazioni delle donne e delle società scientifiche
Covid19, la proposta di Beux (TSRM e PSTRP): «Istituire Fondo di garanzia per professionisti sanitari vittime»
Il Presidente del maxi Ordine delle professioni sanitarie, supportato dal referente avvocato Laila Perciballi - chiede «l'audizione e la raccolta di pareri, anche vincolanti, di tutte le Federazioni delle professioni sanitarie e dei rappresentanti della cittadinanza»
Coronavirus, maxi Ordine Professioni sanitarie: «Chiediamo tavolo di conciliazione per risarcimento a professionisti contagiati»
Il presidente della FNO TSRM e PSTRP Beux: «Le carenze del SSN e la mancanza dei giusti dispositivi di sicurezza ha provocato il contagio di migliaia di professionisti sanitari». L’avvocato Perciballi: «Il Ssn e le competenti istituzioni avrebbero dovuto mettere in campo tutti gli interventi più efficaci per prevenire l’infezione del personale sanitario e, dato che non è accaduto, devono assumersene la responsabilità»
Coronavirus, FNO TSRM e PSTRP in prima linea: «Fare rete sul territorio tra professionisti per fronteggiare emergenza»
I professionisti afferenti al Maxi Ordine sono chiamati a fare la loro parte per affrontare il contagio del virus proveniente dalla Cina. De Santis (AsNAS): «Niente panico, importante comunicare con empatia e tranquillizzare i cittadini. Organizzeremo presidi per informare la popolazione»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 16 luglio, sono 13.565.020 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 584.385 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 15 luglio: nell’ambito de...
Diritto

Pensioni, la Cassazione: «Necessaria richiesta per lavorare fino a 67 anni». Altrimenti due anni di attesa per il primo assegno

Il rischio per il lavoratore è di essere sollevato dall’incarico al compimento dei 65 anni, senza ricevere la pensione. Possibile eccessiva riduzione degli organici in sanità
Salute

Tumori della pelle in aumento, l’allarme di Ascierto: «Paura Covid ha scoraggiato i controlli»

L’esperto: «Una diagnosi precoce consente alti tassi di guarigione, la prevenzione è l’arma più efficace»