Lavoro 28 Novembre 2022 10:43

Formazione e innovazione al Pharmexpo 2022: «Così le farmacie affrontano le sfide del futuro»

Iorio (Federfarma Napoli) :«Il nostro know-how al servizio dei cittadini, supportiamo sanità senza sostituirci ai medici»

Formazione e innovazione al Pharmexpo 2022: «Così le farmacie affrontano le sfide del futuro»

Una grande occasione per riflettere sulla direzione futura del settore farmaceutico, ma anche per tracciare un bilancio del cambiamento radicale per la professione cui i due anni di emergenza pandemica hanno impresso un’accelerata sicuramente necessaria. Questo il fulcro della quattordicesima edizione del Pharmexpo 2022 di Napoli, evento leader del settore nel Mezzogiorno nonché grande riferimento anche a livello nazionale: una fiera all’insegna dell’innovazione e di confronto tra la parte scientifico – sanitaria della professione e quella imprenditoria.

Innovazione e formazione protagoniste del cambiamento

«Le farmacie – afferma Ugo Trama, direttore politiche del farmaco della Regione Campania – hanno dimostrato in questo periodo, con la pandemia specialmente, di essere un presidio di prossimità di grande importanza sul territorio». Un concetto approfondito anche da Vincenzo Santagada, assessore alla Salute del Comune di Napoli e presidente dell’Ordine dei Farmacisti cittadino: «Pharmexpo ha un ruolo importante in quanto è un luogo in cui ci si confronta su dove sta andando il mondo della farmacia, ma rappresenta anche un momento ed una culla per la formazione che è importante soprattutto in questo momento in cui è cambiato e sta cambiando sempre il di più il ruolo del farmacista e della farmacia come centro di prossimità della salute. Lo dimostra il fatto – sottolinea Santagada -che negli ultimi due anni alcune attività prima appannaggio esclusivo della classe medica ci sono state affidate: la somministrazione dei vaccini anti-Covid-19 e di quello antinfluenzale. Siamo a tutti gli effetti una cerniera tra le istituzioni sanitarie centrali e quelle periferiche».

Farmacia dei servizi a supporto di cittadini e ospedali

Presente al Pharmexpo 2022 anche il presidente di Federfarma Napoli, Riccardo Iorio, secondo il quale «la farmacia dei servizi è ormai una realtà e partirà a breve realmente. Con il nostro lavoro potremo decongestionare gli ospedali senza mai sostituirci alla figura del medico, ma collaborando in un percorso alternativo. Oltre alle vaccinazioni, le prestazioni di telemedicina e spirometria sono le prime sfide professionali che avremo di fronte. I cittadini potranno avere, sotto casa, un punto “sanitario” di riferimento accessibile in qualunque giorno e a qualunque ora. Sicuramente – osserva ancora Iorio – è cambiata la mentalità dei cittadini e, di conseguenza, l’approccio del farmacista nei confronti dei pazienti. Il farmacista era professionalmente preparato già prima della pandemia e, quindi, ha applicato il proprio know-how in un momento difficile affrontando un’emergenza sanitaria inedita non solo per gravità ma anche per durata temporale. Un’esperienza, speriamo unica – conclude – che permetterà alle farmacie di affrontare con serenità qualsiasi cosa riservi il futuro».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 27 gennaio 2023, sono 669.913.624 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.821.347 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni