Lavoro 7 Luglio 2015 17:15

Le farmacie in campo per la sicurezza di RomaTelecamere coordinate dalle Forze dell’Ordine 

Progetto di Federfarma Roma e Securshop con Questura e Comando Provinciale dei Carabinieri

Le farmacie in campo per la sicurezza di RomaTelecamere coordinate dalle Forze dell’Ordine 

Sono stato rapinato 28 volte nel giro di 4 anni. Ma ho deciso di non arrendermi alla violenza, e che anzi avrei lottato per combattere questa piaga». A parlare ai nostri microfoni è Vittorio Contarina, presidente di Federfarma Roma, dalla cui esperienza, che gli è valsa il triste primato del “farmacista più rapinato d’Italia”, è scaturita un’iniziativa determinante nella lotta contro la criminalità.

Si tratta di Roma si-cura, progetto grazie al quale le farmacie di Roma e provincia potranno dotarsi, a proprie spese, di uno speciale sistema di videosorveglianza munito anche di telecamera esterna puntata su strada e in diretto contatto con le forze dell’ordine, che avranno così un’arma in più per monitorare il territorio ed intervenire, anche in tempo reale, nel caso di eventi criminosi. «Le farmacie diventeranno vere e proprie “sentinelle” della città – spiega Contarina – pronte a fornire alle Forze dell’Ordine un valido strumento di prevenzione e investigazione per la sicurezza e tutela di tutti i romani».

II progetto Roma si-Cura è nato dalla collaborazione di Federfarma Roma e Securshop con Questura e Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma, e realizzato secondo le direttive provenienti dal Ministero dell’Interno e dal Garante della Privacy. Grazie al protocollo di intesa firmato tra lo stesso Ministero e la Federfarma, Carabinieri e Polizia potranno infatti chiedere ai farmacisti che aderiranno, l’accesso, anche in diretta, alle immagini registrate dalla telecamera, con la possibilità di intervenire immediatamente.

«Quando si parla di sicurezza partecipata – spiega il Questore di Roma, Nicolò D’Angelo – significa che ognuno deve fare la sua parte. Il controllo del territorio non può essere svolto soltanto dagli agenti, serve anche l’aiuto della tecnologia e questo sistema di controllo ci permette di essere sul posto e agire immediatamente». Dello stesso avviso è il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Roma, il generale Salvatore Luongo:  «Questo sistema di videosorveglianza ci consentirà non solo di tutelare meglio le farmacie, ma in generale di migliorare la sicurezza di Roma e provincia».

Un progetto che Alessandro Marchese, Direttore Nazionale Securshop, descrive con orgoglio: «L’utilizzo delle Telecamere diviene uno strumento info-investigativo per le Forze di Polizia sia durante le fasi di Pronto Intervento che in quelle investigative. Si tratta di un “occhio discreto” che dal singolo esercizio si estende all’intera collettività. Il progetto pilota – continua Marchese – prende vita in una città sempre al centro dell’attenzione per tutti gli eventi a carattere nazionale ed internazionale che la vedono costantemente protagonista, ma è destinato a diffondersi capillarmente in tutta Italia». «Sarebbe qualcosa di rivoluzionario – conclude emozionato Contarina – poter dire che grazie alle farmacie l’Italia intera è un Paese più sicuro. Oggi, finalmente, questa è una speranza concreta».

Articoli correlati
Tamponi rapidi nelle farmacie del Lazio: «Esperienza positiva, perché non farci fare anche i vaccini?». Il reportage
Sanità Informazione ha fatto un giro tra le farmacie di Roma e provincia per raccogliere le testimonianze dei diretti interessati. E il Presidente di Federfarma Roma, Andrea Cicconetti, chiede che ai farmacisti venga data anche la possibilità di somministrare i vaccini
Tamponi rapidi e test sierologici in farmacia: in un mese trovati 6.153 positivi nel Lazio
Il punto di Federfarma Roma e Lazio ad un mese dall’avvio del servizio. Cicconetti (Federfarma Roma): «I dati confermano che le farmacie sono diventate un punto di riferimento imprescindibile nella lotta al virus». Leopardi (Federfarma Lazio): «Anche le altre Regioni seguano l’esempio del Lazio»
Quali farmacie di Roma e del Lazio effettuano tamponi rapidi e test sierologici?
La Regione Lazio ha concesso alle farmacie la possibilità di effettuare tamponi rapidi e test sierologici. Quali sono le farmacie che aderiscono?
Test sierologici e tamponi antigenici nelle farmacie del Lazio
Lo ha annunciato l'assessore alla Sanità e Integrazione socio sanitaria Alessio D'Amato nel bollettino quotidiano sull'andamento dell'epidemia a Roma e province. La soddisfazione di Federfarma Roma
Tamponi rapidi in farmacia, ok di Speranza. Cicconetti (Federfarma Roma): «Favorevoli, ma vediamo a che condizioni»
Il Ministro della Salute apre alla possibilità di effettuare tamponi rapidi in farmacia. Ma cosa ne pensano i diretti interessati? «Lo screening è parte integrante della farmacia dei servizi ma ci troviamo di fronte ad un virus molto aggressivo»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 7 maggio, sono 156.080.676 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.256.425 i decessi. Ad oggi, oltre 1,22 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Salute

Vaccini e rischi, Peyvandi (EMA): «No ad eparina o aspirina prima dell’inoculazione»

Le raccomandazioni di Flora Peyvandi del comitato scientifico dell’Agenzia: «Non bisogna neppure sospendere la pillola anticoncezionale»
di Federica Bosco