Lavoro 7 luglio 2015

Le farmacie in campo per la sicurezza di RomaTelecamere coordinate dalle Forze dell’Ordine 

Progetto di Federfarma Roma e Securshop con Questura e Comando Provinciale dei Carabinieri

Immagine articolo

Sono stato rapinato 28 volte nel giro di 4 anni. Ma ho deciso di non arrendermi alla violenza, e che anzi avrei lottato per combattere questa piaga». A parlare ai nostri microfoni è Vittorio Contarina, presidente di Federfarma Roma, dalla cui esperienza, che gli è valsa il triste primato del “farmacista più rapinato d’Italia”, è scaturita un’iniziativa determinante nella lotta contro la criminalità.

Si tratta di Roma si-cura, progetto grazie al quale le farmacie di Roma e provincia potranno dotarsi, a proprie spese, di uno speciale sistema di videosorveglianza munito anche di telecamera esterna puntata su strada e in diretto contatto con le forze dell’ordine, che avranno così un’arma in più per monitorare il territorio ed intervenire, anche in tempo reale, nel caso di eventi criminosi. «Le farmacie diventeranno vere e proprie “sentinelle” della città – spiega Contarina – pronte a fornire alle Forze dell’Ordine un valido strumento di prevenzione e investigazione per la sicurezza e tutela di tutti i romani».

II progetto Roma si-Cura è nato dalla collaborazione di Federfarma Roma e Securshop con Questura e Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma, e realizzato secondo le direttive provenienti dal Ministero dell’Interno e dal Garante della Privacy. Grazie al protocollo di intesa firmato tra lo stesso Ministero e la Federfarma, Carabinieri e Polizia potranno infatti chiedere ai farmacisti che aderiranno, l’accesso, anche in diretta, alle immagini registrate dalla telecamera, con la possibilità di intervenire immediatamente.

«Quando si parla di sicurezza partecipata – spiega il Questore di Roma, Nicolò D’Angelo – significa che ognuno deve fare la sua parte. Il controllo del territorio non può essere svolto soltanto dagli agenti, serve anche l’aiuto della tecnologia e questo sistema di controllo ci permette di essere sul posto e agire immediatamente». Dello stesso avviso è il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Roma, il generale Salvatore Luongo:  «Questo sistema di videosorveglianza ci consentirà non solo di tutelare meglio le farmacie, ma in generale di migliorare la sicurezza di Roma e provincia».

Un progetto che Alessandro Marchese, Direttore Nazionale Securshop, descrive con orgoglio: «L’utilizzo delle Telecamere diviene uno strumento info-investigativo per le Forze di Polizia sia durante le fasi di Pronto Intervento che in quelle investigative. Si tratta di un “occhio discreto” che dal singolo esercizio si estende all’intera collettività. Il progetto pilota – continua Marchese – prende vita in una città sempre al centro dell’attenzione per tutti gli eventi a carattere nazionale ed internazionale che la vedono costantemente protagonista, ma è destinato a diffondersi capillarmente in tutta Italia». «Sarebbe qualcosa di rivoluzionario – conclude emozionato Contarina – poter dire che grazie alle farmacie l’Italia intera è un Paese più sicuro. Oggi, finalmente, questa è una speranza concreta».

Articoli correlati
Farmacie romane preda della banda del buco. Contarina alle forze dell’ordine: “Prendeteli!”
La denuncia del Presidente di Federfarma Roma: «L’ultima in ordine di tempo questa notte in Via dei Serpenti. Assicurazioni coprono solo una parte delle perdite. Spendiamo tantissimo in sicurezza ma non possiamo difenderci da soli. Chiediamo alle forze dell’ordine di trovare questi delinquenti e assicurarli alla giustizia una volta per tutte»
Omicidio Desirée Mariottini, spacciatore arrestato grazie a numero di targatura di un farmaco
Il 36enne romano che ha portato farmaci nell’edificio abbandonato di Via dei Lucani è stato arrestato dalla Squadra Mobile grazie al numero di targatura riportato sulla scatola di un medicinale. «L’arresto dello spacciatore che ha rifornito gli stupratori e assassini di Desirée Mariottini di un medicinale che questi hanno utilizzato per drogare la ragazza è […]
Screening diabete in farmacia, torna il DiaDay: Pagliacci (Sunifar): «Lo scorso anno individuati oltre 4mila malati ignari»
Presto al via la seconda edizione della campagna nazionale dell’analisi gratuita nelle farmacie di tutta Italia: «Scoprire per tempo il diabete, o accertarne la predisposizione, aiuta il paziente a curarsi prima e meglio e al Ssn di risparmiare risorse»
Lorenzin, l’ultima intervista da Ministro (forse): «Situazione politica drammatica. Il mio futuro? Due cose sono certe…»
In occasione di “Farma & Friends”, la serata di beneficienza organizzata da Federfarma Roma, quella che con ogni probabilità è l’ultima uscita della Lorenzin in qualità di titolare del Dicastero alla Salute
Salute e fake news, Contarina (Federfarma): «Una rivista nazionale per ristabilire la verità dei fatti»
Se non siete della provincia di Roma o Torino, probabilmente è la prima volta che sfogliate Farma Magazine. Se oggi potete farlo, è perché Federfarma ha ampliato a livello nazionale un progetto partito due anni fa a Roma. Un progetto ambizioso, innovativo, che voleva immettere nel panorama informativo e culturale italiano uno strumento diverso, gratuito […]
di Vittorio Contarina - Vicepresidente Federfarma
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...