Lavoro 14 Marzo 2019 17:27

Farmacie rurali, Pagliacci (Sunifar): «In mille rischiano di chiudere, urgono investimenti»

Il Presidente del Sindacato Unitario dei Farmacisti rurali spiega ai nostri microfoni il difficile momento che stanno vivendo le farmacie che si trovano in zone d’Italia con popolazione inferiore ai 5mila abitanti: «Dobbiamo capire che queste farmacie sono una vera opportunità per il nostro Paese. La politica ci ascolti»

di Cesare Buquicchio e Arnaldo Iodice

«Le 7mila farmacie rurali, ma soprattutto le 3mila che esistono nei piccoli centri, sono a rischio. Abbiamo bisogno subito di investimenti». A lanciare l’allarme è Silvia Pagliacci, Presidente Sunifar (Sindacato Unitario dei Farmacisti rurali) nel corso degli ultimi Stati Generali della Farmacia».

«Anche negli articoli pubblicati nei giorni scorsi – spiega Pagliacci ai nostri microfoni – ho avuto modo di ribadire che mille di queste farmacie sono veramente in pericolo. Dobbiamo capire però che queste farmacie sono una vera opportunità per il Paese Italia. Bisogna dunque investirci, utilizzarle e sfruttare al meglio le professionalità di farmacisti laureati che possono diventare delle vere e proprie sentinelle sul territorio».

Viene definita rurale una farmacia che si trova in Comuni, frazioni o centri abitati con popolazione non superiore ai 5mila abitanti. Se la popolazione è inferiore alle 3mila unità, la farmacia è classificata come rurale sussidiata ed ha diritto, tenuto conto anche del suo fatturato SSN, ad un trattamento di maggior favore che si concretizza in uno sconto sulla notula, pari all’1,5%, invece dei soliti sconti scalari. I titolari di queste farmacie ricevono una indennità di residenza e, in alcuni casi, gli viene corrisposto un contributo di solidarietà da parte dell’associazione di categoria.

«Nel mio intervento – continua il Presidente Sunifar – ho parlato alla base, a quei professionisti che ogni giorno ci rappresentano al meglio. Sono testimonianza di quel che abbiamo fatto fino ad oggi e di quel che non ci stancheremo di fare per il futuro. Di progetti ne abbiamo tanti e questa sera li spiegheremo ai politici. Sono convinta che ci ascolteranno, perché hanno molta attenzione verso le farmacie rurali. Si tratta di aree disagiate – conclude Pagliacci – che hanno problemi davvero grandi. Sono ottimista, credo che la politica ci ascolterà».

 

 

 

Articoli correlati
Super green pass. Cossolo (Federfarma): «Nelle farmacie meno tamponi e più spazio ai vaccini»
Tamponi e dark web, il presidente di Federfarma: «Si auspica che l’abbattimento delle richieste di test antigenici metta un freno anche al mercato nero per il commercio dei test antigenici e al rilascio di certificati verdi “falsi”»
di Isabella Faggiano
PharmExpo 2021, a Napoli le nuove frontiere della farmaceutica tra formazione e innovazione
Tre giorni di kermesse con i principali attori del sistema. Protagonisti la farmacia dei servizi e il ruolo centrale del farmacista nel panorama sanitario
Rapporto Cittadinanzattiva: 84% di richieste di consulenze in più ai farmacisti, aumentata la fiducia in pandemia
Una survey online ha coinvolto da settembre a novembre 2021 658 farmacie e 3033 pazienti con patologia cronica o rara. Vaccini e approccio multicanale per stare ancora più vicini ai cittadini sono le direzioni su cui muoversi per continuare a infondere fiducia
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 3 dicembre, sono 264.261.428 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.235.680 i decessi. Ad oggi, oltre 8,08 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

«A Natale 25-30mila casi al giorno e 1000 decessi settimanali. Tutto dipenderà dal Governo». L’analisi del fisico Sestili

L’intervista al divulgatore scientifico Giorgio Sestili: «La curva continuerà a crescere di un 25-30% settimanale. Lo scenario drammatico in Austria e Germania si può ripropo...