Lavoro 14 Marzo 2019

Farmacie rurali, Pagliacci (Sunifar): «In mille rischiano di chiudere, urgono investimenti»

Il Presidente del Sindacato Unitario dei Farmacisti rurali spiega ai nostri microfoni il difficile momento che stanno vivendo le farmacie che si trovano in zone d’Italia con popolazione inferiore ai 5mila abitanti: «Dobbiamo capire che queste farmacie sono una vera opportunità per il nostro Paese. La politica ci ascolti»

di Cesare Buquicchio e Arnaldo Iodice

«Le 7mila farmacie rurali, ma soprattutto le 3mila che esistono nei piccoli centri, sono a rischio. Abbiamo bisogno subito di investimenti». A lanciare l’allarme è Silvia Pagliacci, Presidente Sunifar (Sindacato Unitario dei Farmacisti rurali) nel corso degli ultimi Stati Generali della Farmacia».

«Anche negli articoli pubblicati nei giorni scorsi – spiega Pagliacci ai nostri microfoni – ho avuto modo di ribadire che mille di queste farmacie sono veramente in pericolo. Dobbiamo capire però che queste farmacie sono una vera opportunità per il Paese Italia. Bisogna dunque investirci, utilizzarle e sfruttare al meglio le professionalità di farmacisti laureati che possono diventare delle vere e proprie sentinelle sul territorio».

Viene definita rurale una farmacia che si trova in Comuni, frazioni o centri abitati con popolazione non superiore ai 5mila abitanti. Se la popolazione è inferiore alle 3mila unità, la farmacia è classificata come rurale sussidiata ed ha diritto, tenuto conto anche del suo fatturato SSN, ad un trattamento di maggior favore che si concretizza in uno sconto sulla notula, pari all’1,5%, invece dei soliti sconti scalari. I titolari di queste farmacie ricevono una indennità di residenza e, in alcuni casi, gli viene corrisposto un contributo di solidarietà da parte dell’associazione di categoria.

«Nel mio intervento – continua il Presidente Sunifar – ho parlato alla base, a quei professionisti che ogni giorno ci rappresentano al meglio. Sono testimonianza di quel che abbiamo fatto fino ad oggi e di quel che non ci stancheremo di fare per il futuro. Di progetti ne abbiamo tanti e questa sera li spiegheremo ai politici. Sono convinta che ci ascolteranno, perché hanno molta attenzione verso le farmacie rurali. Si tratta di aree disagiate – conclude Pagliacci – che hanno problemi davvero grandi. Sono ottimista, credo che la politica ci ascolterà».

 

 

 

Articoli correlati
DiaDay 2018: nella seconda edizione scoperti quasi 5.000 diabetici che non sapevano di esserlo
Oltre ai 130mila test effettuato anche il monitoraggio dell’aderenza alle terapie
La qualità dei servizi professionali nella farmacia di comunità deve essere certificata
Proseguono secondo il programma i lavori del Tavolo sulla farmacia dei servizi, istituito dal Ministero della salute, che si è riunito nuovamente ieri mattina  a Roma. Come si ricorderà, scopo del Tavolo, al quale partecipano autorevoli rappresentanze tra cui quelle delle Regioni, di medici, infermieri e cittadini, è definire concretamente l’operatività del nuovo modello di […]
Diminuiscono le rapine in farmacia, Contarina: “Dati reali ma non sottovalutare i furti notturni”
I numeri relativi alle rapine nelle farmacie italiane sono in calo, almeno per quanto riguarda gli ultimi 9 mesi. Si tratta di un decremento che però non si è verificato in maniera costante: dopo una crescita iniziale del numero di reati e fino al picco raggiunto nel 2013 con 1.256 rapine, vi è stata poi […]
‘Milano taking care’, consigli ed esami per migliorare gli stili di vita. La madrina Susanna Messaggio: «Prevenzione per invecchiare bene»
Nella città meneghina si è svolta la due giorni di esami e consulenze con professionisti della salute. Ruolo fondamentale delle farmacie, Vintani (Federfarma Milano, Monza e Lodi): «Con farmacia dei servizi esami per dare ‘alert’ al paziente». E Doc generici lancia l’avatar Mario per promuovere l’importanza della prevenzione e del monitoraggio della salute con il supporto di nuove tecnologie
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

«La sanità si basa sullo sfruttamento infinito e gratuito di medici e professionisti sanitari»

Riuscite a immaginare un idraulico o un avvocato che lavorano il 30% in più senza chiedere ulteriori compensi? In sanità viene dato per scontato
Lavoro

Ex specializzandi, a Roma l’Appello dà ragione ai camici bianchi. L’avvocato Marco Tortorella: «300mila medici abbandonati dallo Stato, ora giustizia»

L’ultima sentenza della Corte di Appello di Roma ha portato all’assegnazione di rimborsi per 12 milioni di euro per i camici bianchi tutelati dal network legale Consulcesi. «Lo Stato è obbligato...
Salute

Anatomia Patologica, viaggio nel laboratorio dove si scoprono i tumori. Virgili (Campus Bio-Medico): «Sanità digitale e I.A. il futuro»

Sanità Informazione è entrata nel laboratorio del Policlinico Campus Bio-Medico di Roma dove vengono analizzati i tessuti: la tecnologia consente precisione e velocità. Il coordinatore Roberto Virg...