Diritto 30 giugno 2015

«Un Paese in salute è un Paese informato correttamente»

Intervista al commissario straordinario dell’ISS, Walter Ricciardi: «I medici devono aggiornarsi sempre meglio e i cittadini devono superare i falsi miti legati alla salute e alle malattie»

Immagine articolo

Con la salute non si scherza, e una popolazione correttamente informata in materia sanitaria è già di per sé una popolazione sana. Ma da dove cominciare per garantire ai cittadini un’ informazione veritiera e rigorosa?

Tanto per cominciare, smantellando uno ad uno tutti i falsi miti che aleggiano nel mondo della sanità. Scorretti, infondati, pericolosissimi. Uno fra tutti, come ha sottolineato ai nostri microfoni il commissario straordinario dell’ISS, Walter Ricciardi, lo spauracchio delle vaccinazioni.

«Un luogo comune terribile, e letale. Di recente è emerso uno studio –  l’ennesimo – che esclude qualsiasi correlazione tra vaccini e autismo. Oggi i genitori hanno spesso un solo bambino e sono particolarmente preoccupati per la sua salute: un motivo in più per vaccinarli. In caso contrario li si esporrebbe a rischi enormi. Stessa cosa per gli anziani: il ritiro del vaccino antinfluenzale ha provocato centinaia di morti tra coloro che non si sono voluti vaccinare. Nessuno deve più morire, nel ventunesimo secolo, per colpa dei falsi miti».

La strada per stroncare questi falsi miti è intervenire alla radice, formando in maniera corretta il personale sanitario. È proprio a questi, infatti, che il paziente fa riferimento per discernere ciò che è dannoso da ciò che è sicuro. Un concetto che sembra scontato, ma che è bene ribadire. E lo ribadisce con forza Ricciardi: «Purtroppo molte resistenze vengono proprio dal personale sanitario non sufficientemente aggiornato, ad esempio, sulla vaccinologia, che comunica quindi un messaggio sbagliato al paziente. Stiamo pensando di cambiare i curriculum, inserendo questa voce nella formazione dei medici e del personale sanitario fin dall’inizio. Speriamo che, col tempo, questo faccia la differenza».

E una formazione scrupolosa, oltre che un modo per onorare la deontologia professionale, è anche un obbligo di legge da adempiere. È ancora alto il clamore della recente sforbiciata, ad opera del Ministero della Salute, sui migliaia di medici competenti che non erano in regola con i crediti ECM. Di certo un alert difficile da ignorare.

«È la prima volta che viene usata una misura così drastica per i colleghi che mancano di ottemperare all’obbligo formativo. Io credo che presto la classe medica italiana si renderà conto dell’importanza di aggiornarsi non soltanto facendo corsi per ottenere  i crediti necessari, ma in modo più ampio, perché la ricerca scientifica e la medicina sono in continua evoluzione».

Articoli correlati
Revoca membri Consiglio superiore di sanità, Ricciardi (ISS): «Sono scienziati di fama internazionale, Ministro avrebbe dovuto almeno ringraziarli»
Il Presidente dell’Istituto superiore di sanità commenta la scelta di revocare i trenta membri non di diritto del Css: «È comprensibile che il Ministro voglia un organismo di cui si fidi, ma molti si sono rammaricati»
Vaccini, a Perugia convegno SIMEDET e CISL Umbria contro la disinformazione: «Rispondere con evidenze scientifiche a chi parla senza conoscere»
Tra i relatori i professori Gaetano Maria Fara e Susanna Esposito. Il titolo dell’incontro è “La vaccinazione oggi: tra realtà e falsi miti”
Dal “Siero Bonifacio” alla cura Di Bella, Roberto Burioni racconta 10 “Balle mortali”
«Il libro parla delle bugie in medicina e delle conseguenze gravissime che queste possono avere sulla salute e anche sulla vita delle persone» così il virologo del San Raffaele
I cambiamenti climatici causeranno 250mila morti l’anno. Ricciardi (ISS): «È armageddon a fuoco lento»
A Roma la prima conferenza sugli effetti dei cambiamenti climatici sulla salute. Il 13 l'incontro ISS-Mattarella. Il messaggio di Maria Neira (OMS) alla COP24: «La battaglia per il clima non è solo degli ambientalisti. Pensiamo anche alla nostra salute, poi parliamo del pianeta. Forse così, dopo 24 conferenze, arriveremo a risultati concreti». E anticipa le linee d’azione che l’Organizzazione Mondiale della Sanità presenterà mercoledì a Katovice
Ambulanze senza medici, OMCeO Bologna radia Sergio Venturi. Professioni sanitarie lo difendono, opposizioni chiedono dimissioni
Una decisione «grave e inaudita» la definisce così il Governatore Bonaccini che rinnova la sua fiducia all’assessore alla sanità dell’Emilia Romagna. A fianco di Venturi, Ricciardi (ISS), il virologo Burioni e la Federazione TSRM
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...