Lavoro 20 Agosto 2018

Crollo ponte Morandi, Giulia Grillo: «Soddisfazione e orgoglio per operatori sanitari. È questa la buona sanità pubblica»

In una lettera indirizzata a Il Secolo XIX, il Ministro della Salute evidenzia la rapidità ed efficacia del sistema dei soccorsi in occasione del crollo del ponte Morandi di Genova

Dopo i ringraziamenti che il Ministro della Salute Giulia Grillo ed il Sottosegretario Armando Bartolazzi hanno rivolto a tutti gli operatori impegnati a Genova nel soccorso delle vittime del crollo del ponte Morandi, la titolare del dicastero ritorna sulla tragedia con una lettera inviata a Il Secolo XIX.

«Genova è per me da sempre una città speciale. Non da quel terribile 14 agosto che ricorderemo sempre. E non perché adesso tutti parlano di questa meravigliosa città. La gravissima ferita che ha colpito Genova e i suoi cittadini, ha suscitato in me, in tutto il Governo, un profondo dolore.

Ma insieme, come ministro della Salute, non posso non esprimere verso il suo sistema sanitario, un grande senso di soddisfazione e insieme di orgoglio per la capacità che ha dimostrato di saper rispondere con rapidità ed efficacia a una situazione grave e oggettivamente complicata da affrontare.

Un sistema sanitario che ha saputo reggere prontamente l’urto della situazione e di approntare il giusto mix di interventi. che erano tanti e non sempre facili da mettere in opera e da coordinare nei tempi rapidi che la gravità del momento richiedeva. Questo, va detto, anche col supporto che altre realtà regionali hanno subito offerto.

Davvero un bel momento e un bell’esempio di una buona sanità pubblica che in Italia esiste ed è più diffusa di quanto le cronache non la facciano apparire. È la sanità pubblica che tutti si aspettano di cui fanno parte – e questo è un altro messaggio fondamentale che ci arriva dalla tragedia di queste ore – l’abnegazione e il grande senso di responsabilità che hanno saputo dimostrare tutti gli operatori della sanità.

Dagli interventi sul campo del disastro, agli ospedali, ai volontari delle pubbliche assistenze e ai soccorritori della Croce Rossa. Storie di donne e uomini che sempre operano in silenzio e con sacrificio perché la macchina delle cure non si fermi. Anche per questo Genova è speciale per me. Per la sanità pubblica. Per tutti gli italiani».

Articoli correlati
Dl Fiscale, emendamento alza tetto di spesa per il personale fino al 15%. Speranza: «Ora più facile assumere in SSN»
«Nel 2020 si arriva al 15% sui 2 miliardi in più previsti dalla manovra. È un passo avanti importante per chi crede nel nostro Servizio Sanitario Nazionale» sottolinea Speranza su Facebook
Approvato il Contratto nazionale per la dirigenza medica: 190 euro al mese in più e aumento tutele
Il Consiglio dei Ministri ha licenziato il Contratto collettivo nazionale per il triennio 2016/2018 per dirigenza medica, veterinaria, sanitaria, e dirigenti delle professioni sanitarie. L'accordo interesserà 130 mila dirigenti. Soddisfatti sindacati e associazioni di categoria. Leggi tutti i commenti
Medici di famiglia, ex Ministro Grillo alle Regioni: «Meno borse di formazione di quelle previste»
«Dovevano essere 2000 da distribuire in tutta Italia, ma le Regioni hanno deciso incredibilmente di formarne solo 666», specifica l'ex Ministro della Salute, Giulia Grillo riferendosi alle borse di studio previste dal decreto Calabria
Napoli, al Santobono padre rompe un dito a infermiere. L’ex ministro Grillo: «Approvare legge, non aspettiamo il morto»
L’aggressore è il genitore di una bambina giunta al Pronto soccorso con un attacco di asma, un codice verde. La direttrice del nosocomio: «Chiederò un tavolo in Prefettura al fine di contenere questo fenomeno»
Ministero della Salute, parla Salvini: «Dov’è la competenza di Speranza?»
Caustico il leader della Lega. Più dialogante Massimo Garavaglia, in passato coordinatore del Comitato di Settore Salute della Conferenza delle Regioni oltre che viceministro al MEF: «Speranza persona valida, ma sono le politiche sulla sanità a preoccuparci...». Parla anche la senatrice Fregolent
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

Ecm, Commissione nazionale proroga triennio 2017-2019. Un anno per recuperare i crediti mancanti

FNOMCeO: «Fino al 31 dicembre 2020 si possono acquisire crediti anche per il triennio 2014-2016». Confermato l’obbligo di 150 crediti per il periodo formativo 2020-2022. Roberto Stella: «Dopo pro...
Lavoro

«Il contratto sia applicato subito con incrementi e arretrati da gennaio 2020». I sindacati della dirigenza sollecitano le aziende

I sindacati che lo scorso 19 dicembre hanno firmato il nuovo contratto hanno sottoscritto una lettera aperta indirizzata agli enti del Servizio sanitario nazionale per chiedere l’immediata applicazi...
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano