Lavoro 11 Gennaio 2019 19:19

Concorsi Ps, Vergallo (Aaroi-Emac): «Almeno 50% di chi ha requisiti non sta lavorando in emergenza e sanerà carenza»

Il presidente del sindacato commenta l’apertura dei concorsi anche a chi non ha la specializzazione: «Non ci stracciamo le vesti, perché a mancata programmazione del fabbisogno devono corrispondere soluzioni drastiche come questa. Finalmente si dà la possibilità di un posto da dirigente medico strutturato a chi è passato per le forche caudine di contratti atipici»

Concorsi Ps, Vergallo (Aaroi-Emac): «Almeno 50% di chi ha requisiti non sta lavorando in emergenza e sanerà carenza»

«Non possiamo applaudire all’iniziativa, ma comprendiamo che a mali estremi si debba ricorrere a estremi rimedi». Con queste parole Alessandro Vergallo, presidente nazionale dell’Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani –Emergenza area critica Aaroi-Emac, commenta ai nostri microfoni l’emendamento al decreto Semplificazione che apre i concorsi del 2019 per la medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza anche ai non specialisti che negli ultimi dieci anni hanno maturato almeno quattro anni di servizio, anche non continuativi, presso i servizi di emergenza-urgenza ospedalieri del Servizio sanitario nazionale.

LEGGI ANCHE: CONCORSI EMERGENZA-URGENZA SENZA SPECIALIZZAZIONE, PUGLIESE (SIMEU): «OK SE SOLUZIONE TAMPONE, MA CON PERCORSO FORMATIVO»

«Questa è l’ennesima dimostrazione – prosegue Vergallo – che a una mancata programmazione dei fabbisogni poi debbano corrispondere soluzioni drastiche e non previste dalle regole come questa. Una soluzione alla problematica della carenza di specialisti, ormai annosa, è necessaria. Ecco perché alla fine non ci stracciamo le vesti, però è necessario riportare il problema nelle fila della normalità, e quindi programmare un aumento opportuno e calibrato delle borse di specializzazione».

Vergallo replica poi a chi sostiene che l’emendamento non servirà poi molto a sanare il problema della carenza di specialisti nei Pronto soccorso, considerato che l’emendamento si riferisce a quei medici che hanno già lavorato, e che per lo più continuano a lavorare, nei reparti d’emergenza-urgenza, non introducendo quindi forze nuove: «In realtà – spiega Vergallo – chi viene assunto con contratti atipici che nulla hanno a che fare con il contratto della dirigenza medico ospedaliera, instaura un rapporto di lavoro che non si mantiene nel tempo. Sono medici che spesso vengono chiamati a rotazione. Quindi non verrà introdotta nuova forza lavoro al 100%, ma va a recuperare tutti coloro che nel frattempo sono rimasti a casa. Non ho dati precisi, ma immagino che per almeno il 50% si vada ad introdurre una forza lavoro che c’è stata ma che, in questo momento, non sta lavorando in Pronto soccorso».

Inoltre, «si dà finalmente la possibilità di poter accedere ad un posto da dirigente medico strutturato anche a chi è passato sotto le forche caudine di questi contratti capestro. Parlo delle cooperative, dei libero professionisti, delle partite Iva di comodo, eccetera. Quindi – conclude Vergallo – per quanto fuori dalle regole di accesso al SSN, questo è l’unico modo per limitare questo illecito ricorso a personale con contratti di questo tipo, sperando che venga eliminato del tutto».

Articoli correlati
Lavoro Usurante, apprezzamento AAROI-EMAC per le parole del Ministro Speranza
L'AAROI-EMAC (Associazione Anestesisti Rianimatori Ospedalieri Italiani – Emergenza Area Critica) accoglie positivamente le parole di Speranza «sulla richiesta inviata al Ministro del Lavoro Andrea Orlando di estendere le tutele e le agevolazioni previdenziali previste per i lavori usuranti ai professionisti sanitari che svolgono la loro attività nei servizi di emergenza-urgenza e nei pronto soccorso»
«Concorsi rapidi e proroga alla possibilità di assumere specializzandi», le proposte di Cimo-Fesmed
La Cimo-Fesmed propone una serie di misure per contrastare la carenza di personale sanitario, tra cui concorsi rapidi e la proroga della possibilità di assumere gli specializzandi fino al 2024
Covid, anestesisti sul piede di guerra: «Pronti a protestare contro l’aumento di posti in TI senza personale»
Vergallo (AAROI – EMAC): «Scaricare di nuovo l’emergenza sugli ospedali è un gioco al massacro a cui non ci presteremo»
Ddl fisioterapista di famiglia, Ferrara (SPIF): «Stop a sfruttamento e abusivismo, via alle cure domiciliari»
Secondo SPIF necessari 15 mila fisioterapisti di famiglia. Il Segretario Nazionale: «Puntiamo a bandi pubblici per l’inquadramento dei professionisti nel SSN con contratti di lavoro subordinato»
«Per il 118 servono le competenze di medici e infermieri ospedalieri». Vergallo (Aaroi-Emac) spiega le ragioni della Carta di Riva del Garda
«L’estromissione degli ospedalieri dall’emergenza-urgenza extra ospedaliera è scandalosa», spiega il Presidente degli anestesisti rianimatori, che chiede la revisione del DM 70 per aumentare i mezzi di soccorso demedicalizzati
di Francesco Torre
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Oltre la rarità: PSORIASI PUSTOLOSA GENERALIZZATA (prima puntata)

La psoriasi pustolosa generalizzata (Generalized Pustular Psoriasis o GPP) è una variante grave e rara della psoriasi. Si manifesta con la comparsa di pustole giallo-brune sterili in varie part...
Salute

Gioco patologico, in uno studio la strategia di “autoesclusione fisica”

Il Dipartimento di Scienze cliniche e Medicina traslazionale dell'Università Tor Vergata ha presentato una misura preventiva mirata a proteggere i giocatori a rischio di sviluppare problemi leg...
Advocacy e Associazioni

“Una Vita Senza Inverno”: conoscere l’Anemia emolitica autoimmune da anticorpi freddi attraverso il vissuto dei pazienti  

Nato da una iniziativa di Sanofi in collaborazione FB&Associati, e con il contributo di Cittadinanzattiva e UNIAMO, oltre alle storie dei pazienti racconta anche quelle dei loro caregiver, mettendo in...
Salute

Cervello, le emozioni lo ‘accendono’ come il tatto o il movimento. Lo studio

Dagli scienziati dell'università Bicocca di Milano la prima dimostrazione della 'natura corporea' dei sentimenti, i ricercatori: "Le emozioni attivano regioni corticali che tipicamente rispondo...