Lavoro 24 Ottobre 2022 10:20

Cliniche accreditate PACC, il 31 ottobre scade il termine per i contributi Enpam

L’importo da versare è pari al 2% del fatturato. Niente Durc per chi non è in regola

Cliniche accreditate PACC, il 31 ottobre scade il termine per i contributi Enpam

È stato firmato lo scorso 26 luglio un importante protocollo d’intesa tra Enpam e Acop (Associazione Coordinamento Ospedalità Privata), che riunisce più di 150 aziende, per oltre 15.000 posti letto e 25.000 dipendenti, in materia di PACC (Percorsi Ambulatoriali Complessi).

I PACC come gli specialisti esterni

Una delle maggiori novità contenute nel protocollo è quella che stabilisce che per le società accreditate che svolgono i PACC c’è tempo fino alla fine di ottobre per regolarizzare la propria posizione contributiva con Enpam. Infatti, il protocollo ha ribadito che i Pacc, come tutte le altre prestazioni medico-chirurgiche che le strutture accreditate fatturano al Servizio Sanitario Nazionale, sono soggette al contributo alla gestione previdenziale Enpam degli specialisti esterni. Il contributo da pagare in questo caso è pari al 2% del fatturato.

Cosa sono i PACC

I PACC consistono in un insieme di visite ambulatoriali specialistiche, esami strumentali e di laboratorio, eseguiti presso la medesima struttura ospedaliera. Si rivolgono a pazienti che presentano problemi clinici non a carattere di urgenza, ma meritevoli di attenzione specialistica o accertamenti da effettuare in tempi relativamente brevi, per i quali il ricovero in regime ordinario o di Day Hospital risulta eccessivo o inappropriato.

Agevolazioni per chi adempie

Il protocollo d’intesa prevede inoltre una serie di agevolazioni per le strutture accreditate che, in assenza di contenziosi giudiziari con l’Enpam, si autodenunciano entro il 31 ottobre 2022. Queste agevolazioni consistono:

  • nell’incremento, in via forfettaria, dell’abbattimento applicabile ai PACC Medici, remunerati con tariffa omnicomprensiva;
  • nell’incremento, in via forfettaria, dell’abbattimento applicabile ad ogni tipologia di PACC Chirurgici;
  • in una quota minima di fatturato, nell’ambito dei PACC Chirurgici, da attribuire alle figure mediche che eseguono l’intervento.

Che succede in caso di inadempienza

In mancanza di adeguamento ai versamenti dei contributi previdenziali, alle strutture accreditate inadempienti l’Enpam non rilascerà il Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva), con il quale si attesta, appunto, l’ottemperanza contributiva, e che è necessario per ottenere i pagamenti da parte della pubblica amministrazione.

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 7 dicembre 2022, sono 646.415.951 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.644.903 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa
Covid-19, che fare se...?

Che differenze ci sono tra i sintomi del Covid e quelli dell’influenza?

Da quando Omicron è diventata la variante dominante è più difficile riuscire a distinguere l'infezione Covid-19 da una normale influenza. Ci sono solo lievi differenze fra le due ...