Lavoro 30 Settembre 2020 09:00

Abusivismo nello sport, Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Avviato percorso di verifica e regolarizzazione professionisti sanitari»

Dopo la lettera al Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora e al Presidente FIGC Gabriele Gravina, arriva l’annuncio di Alessandro Beux che aveva giudicato «inammissibile che le Federazioni sportive possano annoverare, tra gli iscritti agli albi e ai ruoli del proprio Settore tecnico, professionisti sanitari che non risultano anche iscritti agli albi o agli elenchi speciali a esaurimento degli Ordini professionali»

Abusivismo nello sport, Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Avviato percorso di verifica e regolarizzazione professionisti sanitari»

Il pressing del Presidente della FNO TSRM e PSTRP Alessandro Beux sul mondo dello sport è servito. Dopo la lettera al Ministro Vincenzo Spadafora e al Presidente della FIGC Gabriele Gravina sul tema dei professionisti sanitari non iscritti agli Albi che operano nel mondo dello sport, le istituzioni hanno deciso di prendere provvedimenti: «Abbiamo definito col Dipartimento dello Sport il percorso che, ai sensi della legge 3/2018, porterà alla verifica e alla regolarizzazione di tutti coloro che esercitano una professione sanitaria all’interno delle diverse Federazioni e Società sportive» ha detto il Presidente del maxi Ordine delle professioni sanitarie.

Si avvia dunque un percorso di regolarizzazione che porterà a sanare una situazione che il Presidente Beux riteneva inammissibile. Al Presidente Federale Gravina, la FNO TSRM e PSTRP aveva chiesto che l’inserimento nell’Albo e nei ruoli del Settore Tecnico della FIGC avvenisse contestualmente all’inserimento della data e del numero di iscrizione all’albo o elenco speciale a esaurimento.

A far scattare l’allarme il caso del fisioterapista della Lazio Alex Maggi, balzato agli onori delle cronache nella scorsa stagione per una lite con il tecnico del Napoli Gennaro Gattuso. Dopo una verifica, non era risultato iscritto a nessun Ordine TSRM e PSTRP.

Così Beux aveva giudicato «inammissibile che le Federazioni sportive possano annoverare, tra gli iscritti agli albi e ai ruoli del proprio settore tecnico, professionisti sanitari che non risultano anche iscritti agli albi o agli elenchi speciali a esaurimento degli Ordini professionali».

La lotta all’abusivismo è uno degli impegni principali della FNO TSRM e PSTRP. Beux aveva ricordato a Spadafora e Gravina che è «indispensabile l’iscrizione all’albo o elenco speciale a esaurimento, istituiti presso i relativi Ordini professionali, per poter esercitare tutte le professioni sanitarie, con l’obiettivo di salvaguardare la salute dei cittadini-atleti».

LA LETTERA

Gentile Presidente,

per l’esercizio di tutte le professioni sanitarie è indispensabile l’iscrizione all’albo o elenco speciale a esaurimento, istituiti presso i relativi Ordini professionali.

In considerazione di tale obbligo, ai fini della salvaguardia della salute dei cittadini/atleti, anche a seguito degli incresciosi accadimenti che hanno caratterizzato l’ultima giornata del campionato di calcio di serie A, con protagonista in negativo un professionista che sulla stampa e sul sito della S.S. Lazio è menzionato come Fisioterapista, ma che a oggi non risulta iscritto ad alcun Ordine dei TSRM e PSTRP, si chiede formalmente a Codesta spett.le Federazione di modificare il documento Inserimento nell’Albo e nei Ruoli del Settore Tecnico della F.I.G.C. con qualifica di “OPERATORE SANITARIO”, prevedendo che il richiedente dichiari necessariamente anche la data e il numero di iscrizione all’albo/elenco speciale a esaurimento (ben specificandone la figura di appartenenza, al fine di non ingenerare equivoci), adattando di conseguenza ogni norma statutaria o regolamento che ne definisce l’inquadramento;

si chiede, inoltre, che tutti gli attuali iscritti nell’albo e nei ruoli del Settore tecnico della FIGC con qualifica di operatore sanitario provvedano a fornire le predette informazioni entro 30 giorni dall’invio della presente.

 

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Nasce tavolo permanente FNO TSRM e PSTRP-FNOMCeO, Anelli: «Confronto progettuale tra Federazioni»
Un luogo di confronto, un percorso condiviso per garantire e tutelare la salute pubblica, gli assistiti e i professionisti sanitari
Educatore professionale socio-pedagogico: la FNO TSRM e PSTRP elabora documento di posizionamento
«L’Educatore professionale socio-pedagogico non può svolgere prestazioni che in ambito sanitario, socio-sanitario e socio-assistenziale siano già svolte da altre professioni sanitarie, a partire dall’Educatore professionale qualificato socio-sanitario, la cui formazione deve essere svolta in collegamento tra le Scuole di medicina e quelle di Scienze dell’educazione»
Ddl fisioterapista di famiglia, Ferrara (SPIF): «Stop a sfruttamento e abusivismo, via alle cure domiciliari»
Secondo SPIF necessari 15 mila fisioterapisti di famiglia. Il Segretario Nazionale: «Puntiamo a bandi pubblici per l’inquadramento dei professionisti nel SSN con contratti di lavoro subordinato»
Decreto fiscale e sicurezza nei luoghi di lavoro, FNO TSRM e PSTRP: «Investire su prevenzione, non su sanzioni»
Il decreto fisco-lavoro è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale. La FNO TSRM e PSTRP e la Commissione di albo nazionale del Tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro «esprimono sconcerto per le modifiche introdotte, auspicandone una pronta modifica»
Obbligo vaccinale, fabbisogni e formazione e Costituzione etica, FNOPI e FNO TSRM e PSTRP si incontrano
Gli esiti dell’incontro tra i vertici delle due federazioni che assieme rappresentano circa 700mila professionisti della salute
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 23 settembre 2022, sono 614.093.002 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.533.948 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi