Giovani 25 Novembre 2014

Rimborsi a go go per i medici specialisti

Consegnati altri 3 milioni nella sede dell’OMCeO di Pisa a decine di medici toscani

Immagine articolo

Non si fermano i rimborsi milionari per i medici specialisti. Continuano infatti ad arrivare dai Tribunali di tutta Italia sentenze favorevoli a chi ricorre per non aver ricevuto l’adeguato trattamento economico durante gli anni di scuola post-laurea tra il 1982 ed il 2006, come invece stabilito da diverse direttive europee.

Nei giorni scorsi, all’OMCeO di Pisa sono stati infatti consegnati altri assegni per oltre tre milioni di euro a decine di ex specializzandi toscani che si erano affidati a Consulcesi, realtà leader in Italia ed Europa nell’ambito della tutela dei camici bianchi. A fare gli onori di casa il presidente dell’OMCeO Giuseppe Figlini, che si è detto lieto per “il risultato raggiunto dagli ex specializzandi, oggi rimborsati qui nella nostra sede provinciale”, ricordando poi – insieme agli stessi professionisti rimborsati – “i tanti sacrifici dovuti affrontare durante gli anni della specializzazione”.

Sono oltre 362 i milioni già riconosciuti ai medici Consulcesi – 60 dei quali consegnati soltanto negli ultimi mesi – con rimborsi che arrivano sempre più velocemente: “La Presidenza del Consiglio dei Ministri – afferma infatti l’avvocato Marco Tortorella, legale Consulcesi – provvede a pagare spontaneamente le somme dovute ai medici già dopo la notifica della sentenza, senza attendere l’avvio delle procedure esecutive. In questa maniera lo Stato prova a contenere i costi, risparmiando sulle spese e sugli interessi”. Il rischio di esborso totale per le casse pubbliche supera infatti i quattro miliardi di euro.

“A tal proposito – spiega l’avvocato Sara Saurini, responsabile dell’area legale di Consulcesi – stiamo sollecitando da tempo le istituzioni a trovare una soluzione e abbiamo già ottenuto la presentazione di tre Ddl volti a garantire il diritto dei medici ed evitare allo Stato un esborso eccessivo; diritto al risarcimento che spetta però solo a coloro che avranno fatto ricorso prima della trasformazione in legge. E il prossimo 20 dicembre parte la nuova azione collettiva: sono già tanti gli OMCeO, Enti e Società scientifiche che hanno aderito, ma ci sono ancora migliaia di professionisti in attesa di vedersi rimborsare ciò che è loro diritto ricevere. E questo vale – spiegano i legali di Consulcesi – anche sul fronte della mancata applicazione della direttiva europea 88/2003 CE sulle ore lavorative in più: in questa ottica di internazionalizzazione, Consulcesi – in Italia ed in Europa -, insieme agli studi legali nostri partner in Francia, Germania, Austria e Inghilterra, sta vagliando e predisponendo azioni collettive a tutela dei medici sottoposti a turni massacranti”.

Articoli correlati
Ex specializzandi, sentenza storica a Genova. Consulcesi: «Rimborsi fino a 100mila euro e la prescrizione non è mai iniziata»
Rimborsati oltre 11 milioni a centinaia di medici che non avevano ottenuto la giusta retribuzione negli anni di scuola post-laurea. L’Avvocato Tortorella: «Sentenza fondamentale che altri Tribunali, Corti d’Appello e Cassazione non potranno ignorare»
Coronavirus, SIGM: «Delusi dal mancato stanziamento dei fondi in ultimo decreto per formazione, ma non ci fermeremo»
Al via accordo Consulcesi- SIGM per tutela legale, assicurativa e formazione gratuita ai giovani medici. Tortorella (Pres. Consulcesi): «Più attenzione ai giovani medici, grave mancanza borse specialità in decreto Conte»
Coronavirus, Consulcesi dedica telefono rosso a sostegno psicologico e iniziative legali: «Tuteliamo chi è in prima linea»
Il numero è 800.620.525. Dopo il suicidio di una infermiera a Venezia e l’escalation di contagi tra i professionisti sanitari, l'appello ad Ordini, istituzioni e Società Scientifiche: «In campo una task force per evitare altre tragedie»
Blockchain sempre più richiesta dalle aziende, nascono nuove figure professionali dedicate
Link Campus University e Consulcesi Tech e lanciano il primo MBA in Blockchain riconosciuto da Aja Europe
Coronavirus: Consulcesi lancia campagna “Prima linea. Prima e dopo”, per dire grazie a medici e operatori sanitari
Il Presidente Tortorella: «Il grazie di oggi si traduca in piani concreti contro aggressioni, turni massacranti e carenza di personale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 28 marzo, sono 622.450 i casi di Coronavirus in tutto il mondo, 28.794 i decessi e 135.779 le persone che sono guarite. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I CASI IN ITALIA   Bollettino...
Lavoro

Coronavirus, lo psicologo: «Personale sanitario svilupperà disturbi post traumatici. Attivare subito supporto psicologico»

«Non sentono ancora ciò che stanno provando, lo capiranno più avanti. Parte del personale sanitario ne uscirà ancora più fortificato, ma quelli che non sono in grado di sopportare un carico emoti...
Salute

«Scovare i positivi casa per casa: così abbiamo sconfitto il virus a Vo’». Il virologo Crisanti racconta il modello veneto

Il professore di Microbiologia e virologia Andrea Crisanti ha coordinato lo studio sugli abitanti di Vo’ Euganeo: «Con il tampone abbiamo identificato fin dall’inizio sia le persone asintomatiche...