Formazione 17 Settembre 2020

Test medicina, caos codici e irregolarità: «Rischio prove nulle in 2 università su 3»

Secondo quanto riporta Consulcesi, sarebbero «ben 23 atenei su 37 ad essere implicati in illeciti e anomalie»

Riccardo denuncia plichi aperti e falso sorteggio alla Statale di Milano; Maria segnala auricolare-spia durante la prova alla Federico II di Napoli; Lara dall’Università di Reggio Calabria comunica l’uso massivo di smartphone in aula. Sono solo alcune delle centinaia di segnalazioni di irregolarità durante le prove dei test di medicina in tutta Italia raccolte dallo sportello Numero Chiuso gratuito di Consulcesi.

«Quest’anno, sono tante e tali le irregolarità rilevate ai Test di Medicina che il rischio è di avere molte prove nulle e far saltare l’intero sistema di selezione. – dichiara Massimo Tortorella, Presidente Consulcesi – in questa situazione, i 50mila studenti esclusi hanno serie possibilità di riammissione tramite ricorsi. Da anni, sosteniamo con convinzione che il criterio di ammissione a medicina vada modificato e che i medici di domani non possano essere scelti da 60 domande con le risposte a crocette. Andrebbe, ad esempio, pensato uno sbarramento al primo anno del corso di laurea, come accade in Francia, o una selezione che tenga conto del curriculum dello studente, come in Spagna».

Secondo quanto riporta Consulcesi, sarebbero «ben 23 atenei su 37 ad essere implicati in illeciti e anomalie e non mancano alcune prove svolte dagli studenti di Professioni Sanitarie e di Medicina in inglese IMAT (International Medical Admissions Test), le cui irregolarità sono al vaglio dei nostri legali. Le principali vanno dai plichi aperti, al mancato rispetto dei limiti di orario, a smartphone in aula, a sorteggi sospetti con nomi già dichiarati per errore».

E non finisce qui: «A generare caos tra gli studenti le graduatorie pubblicate proprio oggi. Molti studenti hanno segnalato evidenti incongruenze tra i codici anagrafici e i rispettivi test. Oggi – spiega ancora Consulcesi in una nota –, il sito Universitaly.it ha pubblicato le graduatorie con i punteggi anonimi, ovvero con i corrispondenti codici anagrafici assegnati ad ogni candidato per il test. Gli studenti che lo hanno memorizzato o lo ricordano, come avevamo consigliato di fare sul sito Numero chiuso, può effettuare un primo controllo dell’esito. La cosa singolare – segnalano i consulenti dello sportello Numero Chiuso – è che, a poche ore dalla pubblicazione, abbiamo ricevuto segnalazioni di non corrispondenza tra codice e test. Stiamo avviando le opportune verifiche, ma se fosse confermato questo pasticcio nella procedura di selezione, avremo tutte le carte in regola per avviare un ricorso».

Lo sportello Numero Chiuso è a disposizione gratuitamente per gli studenti al numero 800 189 091 o sul sito www.numerochiuso.info

Per tutte le informazioni sul Test di Medicina, vai sul portale Numero Chiuso

 

Articoli correlati
La petizione per chiudere il contenzioso Stato-medici specialisti sfonda quota 10mila firme
Tortorella (Consulcesi): «Con la petizione abbiamo dato voce a decine di migliaia di medici. Abbiamo più volte sollecitato la politica a trovare una soluzione, il Recovery Fund rappresenta un’occasione che non può essere sprecata»
Emergenza Covid, mancano 56mila medici. Consulcesi: «Colpa dell’errata programmazione a partire dai test di Medicina»
Il presidente Massimo Tortorella: «Il problema della carenza cronica di operatori sanitari va affrontato a monte, cioè a partire dal sistema di selezione degli aspiranti professionisti sanitari»
La via crucis dei candidati alla Facoltà di Medicina. La storia di Roberto: 7 test di ingresso in 4 mesi
Tantissimi giovani si iscrivono a più Università per avere maggiori chance di sconfiggere il numero chiuso. Cosa significa, al giorno d’oggi, provare a diventare medico? Su Sanità Informazione una storia che ne racchiude migliaia
‘Più credibili del dottor Google’: da Consulcesi i 7 passi per migliorare la comunicazione medico-paziente
Con la pandemia i pazienti di dr Google sono raddoppiati. Complice la paura di recarsi dal proprio medico e anche il desiderio quasi ossessivo di diagnosi lampo, il web è diventato il primo posto dove si cerca aiuto
Numero chiuso e ricorsi, come muoversi dopo la pubblicazione delle graduatorie?
Abbiamo posto all’avvocato Marco Tortorella (che da anni cura i ricorsi dei candidati che ritengono di essere stati ingiustamente esclusi dall’ingresso in facoltà) 8 domande. Ecco le sue risposte
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 23 ottobre, sono 41.705.699 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.137.333 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 23 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Ecm

ECM, De Pascale (Co.Ge.APS): «Entro fine anno azzereremo posizioni arretrate e Ordini potranno certificare formazione»

Il presidente del Co.Ge.APS racconta a Sanità Informazione i mesi appena trascorsi e anticipa il cambiamento di forma giuridica che il Consorzio avrà dal prossimo anno. E sulla riforma del sistema E...