Formazione 31 Ottobre 2019 09:00

Specializzandi, Tuzi (M5S): «Bene integrazione da 8mila euro ma bisogna fare di più, accelerare su riforme»

Il deputato M5S chiede al Ministro Speranza di riformare l’intero settore e di approvare il Ddl che cambia accesso universitario e abilitazione medica: « Deve esserci un primo anno aperto a tutti, basta test farlocchi che alimentano ricorsi»

L’annuncio del Ministro della Salute Roberto Speranza sul tema della carenza di medici e degli specializzandi non è passato inosservato nel mondo della sanità e della politica. Dalle colonne del quotidiano La Stampa il Ministro della Salute ha affermato che per i medici già abilitati alla professione e al loro ultimo anno di specializzazione sarà previsto un contratto di formazione lavoro e una integrazione di 8mila euro oltre ai 26mila erogati dalle Università sotto forma di borse di studio.

Secondo Manuel Tuzi, deputato del Movimento Cinque Stelle e medico specialista, è tempo però di una riforma globale del settore: «È il momento di dare delle risposte concrete al mondo degli specializzandi – afferma Tuzi – 8mila euro di integrazione per un quasi specialista? Con quali responsabilità poi? Gli specializzandi devono continuare ad effettuare il proprio lavoro con la supervisione di un tutor, che garantisca per il loro operato, anche sotto il profilo della responsabilità. Se il ministro Speranza ha voglia di riformare questo settore ben venga, non stavamo aspettando altro!».

«C’è già una proposta – prosegue il deputato 5 Stelle -, è il momento di dare un’accelerata alla riforma presente in comitato ristretto sul pdl D’Uva, sulla riforma dell’accesso universitario, ma anche dei settori delle specializzazioni e abilitazione medica. Deve essere garantito a tutti un percorso consapevole che parta dalla scuola fino ad arrivare all’università».

LEGGI ANCHE: NUMERO CHIUSO, PRESENTATO TESTO DELLA RIFORMA. IL RELATORE TUZI: «STUDENTI DIMOSTRINO LORO IMPEGNO PRIMA DI ESSERE ESCLUSI»

«Deve esserci un primo anno aperto a tutti – continua Tuzi -. Il secondo anno con una selezione più consapevole per chi vuole intraprendere questo percorso e soprattutto attinente. Basta test farlocchi che alimentano ricorsi. Se ogni anno ci sono 68mila candidati, vuol dire che non siamo riusciti a far comprendere bene il percorso e le difficoltà dello stesso; serve maggiore orientamento a scuola attraverso l’innovazione digitale», conclude l’esponente 5 Stelle.

Articoli correlati
Medicina, sentenza storica: riammessi gli studenti con riserva
Il Consiglio di Stato dà ragione a Consulcesi: «Posti inferiori al fabbisogno»
Burnout e preoccupazioni, ma anche tante soddisfazioni. Ecco perché (non) fare il medico secondo Paolo Nucci
In un libro tutto quel che un aspirante medico deve sapere per fare una scelta di vita consapevole
‘Doppia laurea’, via libera dalla Commissione Cultura. E gli specializzandi potranno frequentare master e dottorati
La proposta di legge rappresenta un grande passo in avanti per ampliare l’offerta formativa universitaria e offrire maggiori opportunità di lavoro ai nostri giovani
Specializzandi, delegazione Pd incontra Ministra dell’Università Messa: «Sensibile ai nostri temi»
«La data del prossimo concorso di specializzazione ad oggi risulta essere confermata per luglio 2021» annuncia la delegazione Pd composta da Paola Boldrini, Vice Presidente della comm. Igiene e Sanità al Senato e Stefano Manai, Responsabile della formazione sanitaria del PD
Vaccini in farmacia, il no di ALS: «Deriva del ‘task shifting’, così si umilia la classe medica»
L’Associazione Liberi Specializzandi contesta l’accordo che consente di somministrare i vaccini in farmacia senza la presenza di un medico: «Viene legittimato dallo Stato il Dottor Google a tutti gli effetti»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 15 giugno, sono 176.273.244 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.812.157 i decessi. Ad oggi, oltre 2,37 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Cause

Primario imputato per associazione a delinquere insieme ad un centinaio di colleghi: assolto 7 anni dopo. La sua storia

Giornali e tv, locali e nazionali, diedero la notizia dell’indagine con tanto di nomi e cognomi. «All’assoluzione, invece, al massimo un trafiletto». Quando il mostro sbattuto ...