Formazione 26 Maggio 2020 14:50

Scuole di specializzazione, pubblicata la data in cui si svolgerà il concorso di ammissione

Domani i giovani medici in piazza Monte Citorio per richiedere la riforma del sistema formativo

Scuole di specializzazione, pubblicata la data in cui si svolgerà il concorso di ammissione

Si svolgerà martedì 22 settembre il concorso nazionale di ammissione alle scuole di specializzazione di area sanitaria. Ad annunciarlo un avviso del ministero dell’Università e della Ricerca, che giustifica lo spostamento del test, che generalmente si svolge a luglio, con l’«esigenza di ridurre gli spostamenti a causa della emergenza in atto e di garantire, quindi, una adeguata distribuzione delle sedi sull’intero territorio nazionale».

Lo stesso avviso ministeriale specifica inoltre che è stato «approvato un incremento di 4.200 contratti di formazione medica specialistica per l’a.a. 2019/2020» previsto dal decreto Rilancio, e che è stato prorogato, per l’a.a. 2019-2020, «l’accreditamento definitivo e provvisorio concesso nell’anno accademico 2018/2019 alle Scuole di
specializzazione di area sanitaria ad accesso dei medici».

LEGGI ANCHE: TEST ACCESSO SCUOLE SPECIALIZZAZIONE, IL MINISTRO MANFREDI: «PROBABILMENTE SLITTERANNO A SETTEMBRE»

«Invece – continua l’avviso -, le Scuole di specializzazione che nell’a.a. 2018/2019 non hanno superato l’accreditamento ministeriale potranno ripresentare la richiesta di accreditamento per l’anno accademico 2019/2020, tramite la Banca dati dell’Offerta formativa e secondo le modalità ed i tempi che verranno a breve comunicati dalla competente Direzione generale del Ministero».

«Chiediamo ora al ministero chiarimenti e garanzie sullo svolgimento del concorso e in particolare chiediamo sicurezza per le candidate e i candidati nello svolgimento della prova, omogeneità in tutte le sedi di svolgimento e trasparenza delle procedure concorsuali» commenta il Segretariato italiano giovani medici (Sigm).

«Il nostro obiettivo, per cui continuiamo a batterci e premere al massimo l’acceleratore è una riforma della formazione medica, unica soluzione per la risoluzione dell’imbuto formativo», aggiunge Sigm. Prevista per domani mattina, in piazza Monte Citorio, una manifestazione dei giovani medici per richiedere la riforma della formazione del settore a cui aderiranno, tra gli altri, Anaao-Assomed, Fp Cgil, il il Pd, Udu.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Test anti-Covid made in Italy ci dirà quando fare il richiamo di vaccino
Sviluppato dall’IRCCS Candiolo di Torino in collaborazione con l’Italian Institute for Genomic Medicine (IIGM) e con il laboratorio Armenise-Harvard di Immunoregolazione, un test che servirà, su larga scala, a stabilire il livello e la durata di immunizzazione delle persone al virus Sars-CoV-2
Quarantena e isolamento ridotti, nuova circolare del Ministero della Salute
Una nuova circolare del ministero della Salute accorcia i tempi previsti per la quarantena dei positivi e l'isolamento in caso di positività persistente
Trauma cranico, test sul sangue per diagnosi veloci e precise
Le situazioni in cui si può verificare un trauma cranico sono molteplici. Ma la priorità è sempre la stessa: riconoscerlo tempestivamente, prima che possa creare danni irreversibili
di Valentina Arcovio
Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?
Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripetere il test dopo 24 ore
Quando si può ripetere il test se dopo 7 giorni si risulta ancora positivi?
La raccomandazione è quella di aspettare 7 giorni, quando il test può essere fatto gratuitamente. «Privatamente» nessuna regola, ma buon senso
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 27 settembre 2022, sono 615.555.422 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.538.312 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi