Formazione 9 Luglio 2018 17:59

Numero chiuso, 800 posti in più a Medicina. Gaudio (Sapienza): «Necessari per far fronte a carenza medici»

Saranno 9779 gli aspiranti camici bianchi che potranno immatricolarsi in autunno. Comunicate anche le date dei test: si inizia il 4 settembre con Medicina e Odontoiatria, il 5 con Veterinaria, il 12 sarà la volta delle Professioni sanitarie ed il 13 dei corsi in inglese

Numero chiuso, 800 posti in più a Medicina. Gaudio (Sapienza): «Necessari per far fronte a carenza medici»

Sarà un’estate trascorsa sui libri, quella degli aspiranti camici bianchi che a settembre affronteranno il test d’ingresso. Almeno, però, avranno più possibilità di entrare nella facoltà dei loro sogni. Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti ha infatti firmato i decreti sui corsi universitari ad accesso programmato ed ha aumentato il numero dei posti a disposizione. Per Medicina, sono circa 800 in più rispetto allo scorso anno. In particolare, saranno 9779 gli studenti che in autunno si potranno immatricolare, al netto di eventuali ricorsi che consentiranno, in caso di vittoria, anche ai ragazzi che non supereranno il test di iscriversi con riserva. Aumentati i posti anche per Odontoiatria, a cui potranno accedere 1096 ragazzi (contro i 908 del 2017), e Veterinaria (759 posti contro i 655 dell’anno scorso). Il Ministro ha anche firmato il decreto con il contingente di posti destinati ai candidati non comunitari residenti all’estero che sono 635 per Medicina, 95 per Veterinaria, 91 per Odontoiatria e protesi dentaria, 1.094 per le Professioni sanitarie e 75 per le Professioni sanitarie magistrali.

LEGGI ANCHE: MATRICOLA E LAUREANDA A CONFRONTO: SOGNI E INCUBI DELLO STUDENTE DI MEDICINA | GUARDA L’INTERVISTA DOPPIA

«L’aumento del numero dei posti ai corsi di laurea a numero chiuso è senz’altro un fatto molto positivo – commenta ai nostri microfoni Eugenio Gaudio, Rettore dell’Università Sapienza di Roma -. Le facoltà mediche hanno fatto uno sforzo per offrire un numero maggiore di posti perché nei prossimi anni assisteremo a numerosi pensionamenti all’interno del Sistema Sanitario Nazionale. Nel futuro ci sarà quindi richiesta di un numero maggiore di medici a cui dobbiamo adeguarci formandone di più. L’impegno delle università è quindi quello di riuscire ad aumentare il più possibile il numero delle immatricolazioni, compatibilmente con le risorse a disposizione, e quindi con il numero dei Professori, delle aule e dei reparti in cui formare in maniera responsabile e completa i nuovi medici».

Sono state inoltre comunicate le date in cui si svolgeranno i test per le facoltà a numero chiuso. Si inizia il 4 settembre con Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria; il 5 sarà la volta di medicina veterinaria. Si prosegue il 12 settembre con le Professioni sanitarie ed il 13 con Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria in lingua inglese. Infine, coloro che intendono iscriversi ad un corso di laurea magistrale in Professioni sanitarie dovrà attendere il 26 ottobre.

Le iscrizioni online per i corsi di laurea e laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, Veterinaria, Odontoiatria e Protesi dentaria saranno attive dal 2 luglio al 24 luglio 2018 sul portale www.universitaly.it.

LEGGI ANCHE: VUOI STUDIARE MEDICINA? INIZIA DAL LICEO. IL 98% DEGLI STUDENTI DELL’INDIRIZZO BIOMEDICO SUPERA IL TEST D’INGRESSO

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Medicina, sentenza storica: riammessi gli studenti con riserva
Il Consiglio di Stato dà ragione a Consulcesi: «Posti inferiori al fabbisogno»
Specializzazione in Medicina, Consulcesi: «Bando in scadenza ma ancora dubbi su posti disponibili»
Da Consulcesi consigli a specializzandi: «Attenzione a regole del bando, seguite bene le istruzioni»
CIMO-FESMED: «PNRR ignora dramma carenza medici. Interventi insufficienti e nessuna svolta strutturale»
«Anche l’Istat oggi certifica come il depauperamento della sanità, i minori investimenti e il sovraccarico di lavoro sui medici, il cui numero è insufficiente, sono stati elementi che hanno aggravato gli effetti della pandemia in Italia. Anche l’Istituto, cui è demandata l’asciutta rilevazione e analisi dei dati ha oggi puntato l’indice – e senza complimenti […]
Dionisio Cumbà, dalla facoltà di Medicina a Padova a ministro della Sanità in Guinea Bissau. Storia di un sogno
Abbiamo raggiunto Dionisio Cumbà in Guinea Bissau, dove ora è ministro della Sanità. Da ragazzo ha studiato e si è specializzato in chirurgia pediatrica a Padova. La sua è un'avventura straordinaria, fatta di solidarietà, coraggio e di un grande sogno
Burnout e preoccupazioni, ma anche tante soddisfazioni. Ecco perché (non) fare il medico secondo Paolo Nucci
In un libro tutto quel che un aspirante medico deve sapere per fare una scelta di vita consapevole
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 giugno, sono 179.601.602 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.891.974 i decessi. Ad oggi, oltre 2,73 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Ecm

Professionisti non in regola con gli ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ordini dovranno applicare la legge»

Il segretario della Federazione degli Ordini dei Medici ricorda scadenze e adempimenti per non incappare in spiacevoli conseguenze. Poi guarda al futuro del sistema ECM