Formazione 3 Luglio 2019

Formazione ECM, Vicario (FNOPO): «L’aggiornamento per noi è un punto vitale»

Con il rinnovo del codice deontologico degli infermieri, anche le ostetriche sono al lavoro per adeguare il proprio corpus. Tra i punti di maggiore interesse emerge quello dell’Educazione Continua in Medicina

Immagine articolo

La Federazione Nazionale Collegi Ostetriche è a lavoro per aggiornare il proprio codice deontologico. Lo ha annunciato ai microfoni di Sanità Informazione la presidente FNOPO, Maria Vicario. Dopo gli infermieri, anche i professionisti di Ostetricia hanno deciso di intervenire sul proprio corpus normativo alla luce delle modifiche intervenute con la Legge Lorenzin sul riordino delle professioni sanitarie.

«Nel corso degli anni, attraverso provvedimenti legislativi intervenuti su diverse materie quali la tutela del codice internazionale sulla produzione di latte e succedanei, la legge sulla trasparenza e l’anticorruzione, abbiamo operato dei provvedimenti di modifica sia nel 2014 sia nel 2017 del codice. È chiaro che anche la Federazione ostetrica ha istituito un gruppo di lavoro multidisciplinare per procedere ad un adeguamento e a un restyling di tutto il codice alla luce della legge n. 3 del 2018 che dà al codice stesso un grandissimo valore quale strumento di auto-regolamentazione e auto-governo della professione».

LEGGI: AGGIORNAMENTO ECM, PARTONO I CONTROLLI. CONSULCESI: «MEDICI PREOCCUPATI, PER LORO ARRIVA NUMERO VERDE»

Importante per la professione è la Formazione Continua in Medicina. «L’aggiornamento per noi è un punto vitale. Abbiamo un rappresentante all’interno della Commissione nazionale Educazione Continua in Medicina, che si è ristrutturata e aggiornata da poco con un provvedimento di giugno, nel quale, facendo parte di una sezione specifica della Commissione, si provvederà a valorizzare quello che è il ruolo della formazione continua per obiettivi specifici. In modo particolare per la gestione del rischio, per la definizione di percorsi che vadano a capitalizzare l’importanza dei PTDA che sono ormai fondamentali come regola per la sicurezza e appropriatezza delle cure».

Articoli correlati
Quali regole deve adottare il Provider sul luogo di svolgimento di un evento?
La sede dell’evento deve essere conforme alla normativa in materia di sicurezza dei luoghi e deve essere adeguata alla tipologia di attività formativa erogata. Il provider non può organizzare eventi formativi presso sedi, anche estere, rese disponibili da aziende aventi interessi commerciali in ambito sanitario.
Fnopo su legge 251/2000: «Norma sia applicata a tutte le aree di professioni sanitarie e sociosanitarie»
A 20 anni dalla promulgazione della legge 251/2000, Maria Vicario (presidente Fnopo): «Urgente rivisitazione politica e sindacale»
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento?
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento? Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali devono sottoporre la richiesta di accreditamento alla CNFC fatta […]
Operarsi al cuore sotto ipnosi. Nonini (Niguarda): «Tempi rapidi e pazienti soddisfatti»
La dottoressa Sandra Nonini, specialista in anestesia e rianimazione, spiega tutte le potenzialità dell’ipnosi in ambito medico e i campi di applicazione: dal prelievo di sangue passando per gastroscopia, broncoscopia e colonscopia fino ad arrivare a interventi di cardiochirurgia
«La formazione manageriale come nudge per il SSN e per il post Covid»
Tra gli elementi che la pandemia ha sollecitato vi è anche quello della complessità dei Sistema Sanitario. L’implementazione di competenze diffuse e trasversali è stata indispensabile per proporre risposte organizzative e di gestione dei bisogni di salute anche in periodo Covid. Strumenti tecnici e human skills che sono necessarie a governare i processi verso obiettivi […]
di Marinella D’Innocenzo, Direttore Generale ASL Rieti e coordinatrice del Corso di formazione manageriale Direttori di Struttura complessa Istituto “Arturo Carlo Jemolo”
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Salute

Tumori della pelle in aumento, l’allarme di Ascierto: «Paura Covid ha scoraggiato i controlli»

L’esperto: «Una diagnosi precoce consente alti tassi di guarigione, la prevenzione è l’arma più efficace»