Formazione 3 Luglio 2019

Formazione ECM, Vicario (FNOPO): «L’aggiornamento per noi è un punto vitale»

Con il rinnovo del codice deontologico degli infermieri, anche le ostetriche sono al lavoro per adeguare il proprio corpus. Tra i punti di maggiore interesse emerge quello dell’Educazione Continua in Medicina

Immagine articolo

La Federazione Nazionale Collegi Ostetriche è a lavoro per aggiornare il proprio codice deontologico. Lo ha annunciato ai microfoni di Sanità Informazione la presidente FNOPO, Maria Vicario. Dopo gli infermieri, anche i professionisti di Ostetricia hanno deciso di intervenire sul proprio corpus normativo alla luce delle modifiche intervenute con la Legge Lorenzin sul riordino delle professioni sanitarie.

«Nel corso degli anni, attraverso provvedimenti legislativi intervenuti su diverse materie quali la tutela del codice internazionale sulla produzione di latte e succedanei, la legge sulla trasparenza e l’anticorruzione, abbiamo operato dei provvedimenti di modifica sia nel 2014 sia nel 2017 del codice. È chiaro che anche la Federazione ostetrica ha istituito un gruppo di lavoro multidisciplinare per procedere ad un adeguamento e a un restyling di tutto il codice alla luce della legge n. 3 del 2018 che dà al codice stesso un grandissimo valore quale strumento di auto-regolamentazione e auto-governo della professione».

LEGGI: AGGIORNAMENTO ECM, PARTONO I CONTROLLI. CONSULCESI: «MEDICI PREOCCUPATI, PER LORO ARRIVA NUMERO VERDE»

Importante per la professione è la Formazione Continua in Medicina. «L’aggiornamento per noi è un punto vitale. Abbiamo un rappresentante all’interno della Commissione nazionale Educazione Continua in Medicina, che si è ristrutturata e aggiornata da poco con un provvedimento di giugno, nel quale, facendo parte di una sezione specifica della Commissione, si provvederà a valorizzare quello che è il ruolo della formazione continua per obiettivi specifici. In modo particolare per la gestione del rischio, per la definizione di percorsi che vadano a capitalizzare l’importanza dei PTDA che sono ormai fondamentali come regola per la sicurezza e appropriatezza delle cure».

Articoli correlati
Caos Cogeaps, Lorenzin: «Presenterò interrogazione parlamentare». E sulla riforma Ecm: «Partecipino anche i provider»
L'ex ministro della Salute si dice preoccupata per la paralisi che ha colpito il Consorzio e ritiene che anche il Parlamento debba essere informato sulla riforma dell’Educazione continua in medicina
Fine vita, Gaudio (Sapienza): «Serve formazione adeguata, tema non può essere lasciato ai mass media»
Il Rettore del primo ateneo romano si mostra cauto sulla possibilità di un intervento normativo: «Le norme da un lato possono dare maggiori certezze, dall’altro rischiano di irrigidire dei processi che non sono mai uguali l’uno con l’altro»
Fine vita, docenti concordi: «Serve formazione ad hoc o medici resteranno indietro»
Per Macrì (Consulta deontologia FNOMCeO) il medico «deve essere aperto a recepire istanze di tutela della dignità, di riservatezza e soprattutto della libertà di autodeterminazione dei trattamenti sanitari». Familiari (Sant’Andrea): «Profilo formativo biomedico-psicosociale fondamentale. Nel Codice deontologico c’è tutto»
Le Aziende sanitarie possono erogare eventi FAD?
Le Aziende sanitarie possono erogare eventi FAD a condizione che siano rispettati i requisiti di tracciabilità e di completa esclusione dei professionisti che non operano sul territorio dell’Ente accreditante. Se l’accesso è consentito a tutti i professionisti indipendentemente dalla loro sede operativa, deve essere fatta richiesta di accreditamento dell’evento FAD alla CNFC (cfr.: Regolamento applicativo […]
Gestione rischio sanitario, Sham partner di Uni Torino per insegnare la sicurezza delle cure
Per la prima volta, la gestione del rischio sanitario diventa materia di insegnamento magistrale all’Università di Torino grazie alla partnership con Sham, società del gruppo europeo Relyens, da oltre 90 anni specializzata nella gestione della RC Sanitaria e nel risk management. Partiranno infatti il 19 febbraio le lezioni di “Governance e gestione del rischio clinico […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Diritto

Reperibilità notturna, Palermo (Anaao): «Se succede un “fattaccio” gli avvocati controllano se il medico ha riposato almeno 11 ore»

Il Segretario del sindacato spiega a Sanità Informazione i motivi alla base del ricorso alla Commissione europea: «Rischi enormi per la salute dei pazienti e per il professionista. Speriamo in pronu...