Formazione 3 Luglio 2019 17:53

Formazione ECM, Vicario (FNOPO): «L’aggiornamento per noi è un punto vitale»

Con il rinnovo del codice deontologico degli infermieri, anche le ostetriche sono al lavoro per adeguare il proprio corpus. Tra i punti di maggiore interesse emerge quello dell’Educazione Continua in Medicina

Formazione ECM, Vicario (FNOPO): «L’aggiornamento per noi è un punto vitale»

La Federazione Nazionale Collegi Ostetriche è a lavoro per aggiornare il proprio codice deontologico. Lo ha annunciato ai microfoni di Sanità Informazione la presidente FNOPO, Maria Vicario. Dopo gli infermieri, anche i professionisti di Ostetricia hanno deciso di intervenire sul proprio corpus normativo alla luce delle modifiche intervenute con la Legge Lorenzin sul riordino delle professioni sanitarie.

«Nel corso degli anni, attraverso provvedimenti legislativi intervenuti su diverse materie quali la tutela del codice internazionale sulla produzione di latte e succedanei, la legge sulla trasparenza e l’anticorruzione, abbiamo operato dei provvedimenti di modifica sia nel 2014 sia nel 2017 del codice. È chiaro che anche la Federazione ostetrica ha istituito un gruppo di lavoro multidisciplinare per procedere ad un adeguamento e a un restyling di tutto il codice alla luce della legge n. 3 del 2018 che dà al codice stesso un grandissimo valore quale strumento di auto-regolamentazione e auto-governo della professione».

LEGGI: AGGIORNAMENTO ECM, PARTONO I CONTROLLI. CONSULCESI: «MEDICI PREOCCUPATI, PER LORO ARRIVA NUMERO VERDE»

Importante per la professione è la Formazione Continua in Medicina. «L’aggiornamento per noi è un punto vitale. Abbiamo un rappresentante all’interno della Commissione nazionale Educazione Continua in Medicina, che si è ristrutturata e aggiornata da poco con un provvedimento di giugno, nel quale, facendo parte di una sezione specifica della Commissione, si provvederà a valorizzare quello che è il ruolo della formazione continua per obiettivi specifici. In modo particolare per la gestione del rischio, per la definizione di percorsi che vadano a capitalizzare l’importanza dei PTDA che sono ormai fondamentali come regola per la sicurezza e appropriatezza delle cure».

Articoli correlati
Guido Rasi nuovo direttore scientifico di Consulcesi Club: «Formazione medica essenziale, specialmente in pandemia»
Massimo Tortorella, presidente Consulcesi: «Il nostro obiettivo sarà quello di rendere la formazione professionale competitiva a livello europeo, attraverso la tecnologia e l’innovazione»
World Hearing Day, 45mila sordi hanno difficoltà a parlare con il proprio medico: da mascherina trasparente a corso ECM, tutte le novità
Il 3 marzo è la Giornata Mondiale dell’udito. Consulcesi lancia un corso per migliorare il dialogo in caso di necessità, con l'Associazione Emergenza Sordi. Sono 7 milioni le persone con difficoltà di comunicazione medico-paziente
Covid-19, medici in burnout. Nardone (psicoterapeuta): «Creare rete di sostegno negli ospedali»
Al via da Consulcesi il primo corso di formazione ECM per gestire e superare il burnout
Da sedentarietà a disturbi del sonno, occhio agli “effetti collaterali” della Dad
Maria Cristina Gori, neurologa psicologa e docente del corso ECM “Imparare dal Covid-19: le conseguenze psicologiche da isolamento e didattica a distanza”, realizzato da Consulcesi: «Gli effetti psicologici della Dad non sono ancora del tutto chiari. È necessario rimodulare le strategie e le tecniche di insegnamento»
Le Aziende sanitarie possono erogare eventi FAD?
Le Aziende sanitarie possono erogare eventi FAD a condizione che siano rispettati i requisiti di tracciabilità e di completa esclusione dei professionisti che non operano sul territorio dell’Ente accreditante. Se l’accesso è consentito a tutti i professionisti indipendentemente dalla loro sede operativa, deve essere fatta richiesta di accreditamento dell’evento FAD alla CNFC (cfr.: Regolamento applicativo […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 5 marzo, sono 115.618.088 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.569.422 i decessi. Ad oggi, oltre 275,84 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata da...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolt...
Voci della Sanità

Covid-19, Comitato Cure Domiciliari vince ancora al Tar: «Medici devono poter prescrivere farmaci che ritengono opportuni»

Sconfessata la nota Aifa del 9 dicembre 2020 contente i “principi di gestione dei casi Covid-19 nel setting domiciliare”, che prevede nei primi giorni di malattia la sola “vigile att...