Formazione 13 Dicembre 2019

Formazione Ecm, Consulcesi plaude a Speranza e Anelli: «Bene riforma e richiami all’obbligo per chi non si forma entro il 31/12»

Tortorella (Presidente Consulcesi): «A tutti i medici 200 corsi gratuiti per chi si forma entro la fine del triennio» e aggiunge: «anche Associazione Provider sia rappresentata in Commissione Ecm»

«L’importanza attribuita alla formazione ECM dal Ministro alla Salute Roberto Speranza e dal Presidente della FNOMCeO Filippo Anelli dopo l’inchiesta di Panorama rappresenta un ottimo segnale per tutti gli operatori sanitari ma anche per i pazienti». Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi plaude alla reazione all’articolo del settimanale diretto da Maurizio Belpietro in cui, evidenziato da un titolo impattante (“Medici ignoranti”), venivano messi in correlazione i rischi per la salute dei cittadini di fronte alla tendenza dei professionisti ad evadere l’obbligo di legge e le storture del sistema di controllo.

«Il Ministro Speranza ed il Presidente Anelli, oltre a rispedire al mittente gli attacchi, hanno confermato che si sta lavorando per rendere più efficiente il sistema già dal nuovo anno – commenta Tortorella – Sarà importante che in questo processo siano coinvolti anche i Provider a cui dovrebbe andare anche una rappresentanza in Commissione ECM. Dal nord al sud i Presidenti tutti compatti, hanno esortato chi ancora non lo avesse fatto a completare il triennio formativo a farlo entro il 31 dicembre: pena sanzioni. D’altronde i rischi professionali, in particolare quelli legati alle coperture assicurative, sono ben chiari a tutti».

L’importanza della formazione, così appunto come sottolineato dai vertici della sanità italiana, resta dunque l’unico antidoto per fronteggiare le principali criticità per i professionisti andando a rasserenare i rapporti con i pazienti e di conseguenza a limitare i contenziosi che affollano i tribunali contribuendo a raggiungere l’obiettivo di un vero “Patto della Salute”.

Consulcesi, forte degli oltre 100mila medici rappresentati, tende una mano ai medici per supportarli a completare il loro percorso formativo, puntando proprio su quella qualità messa in evidenza nelle dichiarazioni resa alla stampa in reazione all’uscita di Panorama. «Consulcesi Club per ovviare al deficit formativo mette a disposizione gratuitamente oltre 200 corsi Fad entro il 31 dicembre di quest’anno (accesso diretto al link: www.corsi-ecm-fad.it/catalogo-corsi) puntando su metodologie innovative che consentono di aggiornare le proprie conoscenze sfruttando le potenzialità della tecnologia: dal paziente virtuale alla realtà aumentata vivendo percorsi immersivi altamente performanti sempre mantenendo un elevato livello dei contenuti. Il valore formativo della nostra e-learning è stato di recente confermato anche dal corso messo a disposizione dal nostro provider Sanità in-Formazione “Salute e Migrazione” che FNOMCeO offre gratuitamente a tutti i medici italiani che ha visto la partecipazione di oltre 16mila camici bianchi».

Dal Report Annuale sulle preferenze dell’ultimo triennio formativo 2017-2019, realizzato da Consulcesi sui suoi utenti, emerge che 2 operatori sanitari su 3 scelgono di formarsi a distanza e che 1 su 3 opta per i corsi multimediali e realizzati con realtà immersiva e virtuale. Tra i temi più gettonati, ai primi posti c’è l’aggiornamento sulla responsabilità professionale, e su stress e l’impatto in ambito lavorativo e anche su come gestire i collaboratori.

Articoli correlati
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento?
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento? Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali devono sottoporre la richiesta di accreditamento alla CNFC fatta […]
Covid, terapie intensive al collasso: mancano all’appello 4mila specialisti
L'esperto propone: Consulcesi Club lancia nuovo corso di formazione su cure intensive con lo specialista Mauro Dauri (Tor Vergata): «Contro carenza medici in terapia intensiva, formare e coinvolgere specialisti afferenti ad altre discipline come accade in Usa e Europa»
La petizione per chiudere il contenzioso Stato-medici specialisti sfonda quota 10mila firme
Tortorella (Consulcesi): «Con la petizione abbiamo dato voce a decine di migliaia di medici. Abbiamo più volte sollecitato la politica a trovare una soluzione, il Recovery Fund rappresenta un’occasione che non può essere sprecata»
Emergenza Covid, mancano 56mila medici. Consulcesi: «Colpa dell’errata programmazione a partire dai test di Medicina»
Il presidente Massimo Tortorella: «Il problema della carenza cronica di operatori sanitari va affrontato a monte, cioè a partire dal sistema di selezione degli aspiranti professionisti sanitari»
Come deve essere effettuata dal Provider la verifica dell’apprendimento?
La verifica dell’apprendimento può essere effettuata con diversi strumenti: quesiti a scelta multipla o a risposta aperta, esame orale, esame pratico, produzione di un documento, realizzazione di un progetto, ecc. Se vengono usati i quesiti, devono essere standardizzati in almeno 3 quesiti per ogni credito ECM erogato e nel caso si predispongono quesiti a scelta […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 ottobre, sono 44.495.972 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.174.225 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 28 ottobre: Ad oggi in I...
Salute

Covid-19, chi sono e cosa devono fare i contatti stretti di un positivo? Il vademecum del Ministero della Salute

In quali casi si può parlare di "contatto stretto"? Il Ministero della Salute spiega tutte le possibili situazioni in cui ci si può trovare
Salute

Covid-19, il virologo Palù: «Vi spiego perché non sempre gli asintomatici sono da considerare malati»

Il virologo veneto, già Presidente della Società Europea di Virologia, spiega dove si può intervenire per contenere i contagi: «Stop alla movida, contingentare gli ingressi nei supermercati e ridu...