Formazione 2 Dicembre 2020 07:33

Carenza medici: in Legge di Bilancio ripescaggio per esclusi al test che hanno fatto ricorso

Presentato l’emendamento a firma dell’onorevole Vito De Filippo: con il provvedimento potranno entrare alla Facoltà di Medicina i candidati che hanno presentato ricorso al Tar. Consulcesi: «C’è tempo solo fino all’11 dicembre per l’azione legale»

«Si allargano le maglie del Numero chiuso che ogni anno esclude dalla Facoltà di Medicina migliaia di aspiranti camici bianchi. È l’ultima chiamata per chi non vuole rinunciare al sogno di diventare medico. Basta presentare il ricorso al Tar entro l’11 dicembre e si potrà essere tra i primi a beneficiare di una deroga che consentirà ai non ammessi al test d’ingresso per Medicina di iscriversi alla facoltà che desiderano». È quanto comunica Consulcesi, network legale di riferimento per le professioni sanitarie, in una nota.

È stato infatti presentato un emendamento alla legge di Bilancio che ha proprio l’obiettivo di aumentare il numero degli ammessi e di ampliare ulteriormente il numero delle borse di specializzazione. A presentarlo è stato l’onorevole di Italia Viva Vito De Filippo, già sottosegretario sia al ministero dell’Istruzione che della Salute e oggi in Commissione Affari Sociali. Più volte De Filippo ha mostrato impegno per risolvere la questione della carenza di medici e ha dichiarato di recente che chi ha presentato ricorso al test di Medicina può essere prioritariamente valutato più fondato in termini giuridici per la riammissione in quanto dimostra una chiara volontà a intraprendere questo percorso di formazione.

«Il Parlamento corre ai ripari per un sistema di selezione ingiusto e per l’errata programmazione degli ultimi anni. Bene l’emendamento che da un lato può tamponare la grave carenza di medici, dall’altro lato porre rimedio a una grave e ripetuta ingiustizia che porta ogni anno all’esclusione di migliaia di giovani aspiranti medici», commenta così il provvedimento Massimo Tortorella, presidente di Consulcesi. «E’ l’ultima chance che potrebbe premiare chi non si è arreso al sistema e ha deciso di fare ricorso giocandosi l’ultima carta per entrare alla Facoltà di Medicina», aggiunge.

Una sorta di sanatoria dunque a un sistema di selezione che «si è ormai rivelato inadeguato allo scopo, cioè inadatto a premiare i candidati più capaci e meritevoli. Prova ne sono le centinaia di irregolarità segnalate in tutta Italia che, quest’anno, hanno portato a un aumento di circa il 10 per cento dei ricorsi. Consulcesi quindi continua a mettere a disposizione dei candidati lo sportello virtuale www.numerochiuso.info e i canali social dedicati, per raccogliere testimonianze e fornire informazioni su come tutelarsi in caso di scorrettezze durante la prova. A loro disposizione ci sono consulenti consultabili gratuitamente attraverso il numero verde 800.189091».

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Per i medici è “Blue Monday” tutti i giorni: camici bianchi a rischio burnout
Massimo Tortorella, presidente Consulcesi: «Operatori sanitari allo stremo delle forze. A rischio qualità cure e assistenza». Consulcesi lancia collana di corsi per gestire stress e burnout
Vertenza medici ex specializzandi: emendamenti e ODG in Legge di Bilancio
Nel caso venga posta la fiducia, in Aula si chiederà la trasformazione del testo in un Ordine del Giorno arrivando dunque ad un impegno formale del Governo sul tema
Ex specializzandi, 2020 da record. Consulcesi: «31 milioni di euro rimborsati, vittorie raddoppiate rispetto al 2019»
Massimo Tortorella (Presidente Consulcesi): «Soddisfatti di aver restituito somme dovute ai nostri medici, soprattutto in questo momento difficile. Ma la questione va risolta con accordo transattivo»
Manai (Pd): «Bene compatibilità USCA – specializzazione. Approvato Odg per aumento posti in infermieristica»
«Le USCA diventano finalmente compatibili con il contratto della scuola di specializzazione» sottolinea il Responsabile nazionale della formazione sanitaria del PD
Consulcesi in campo per reclutare vaccinatori. Tortorella: «In sanità si paga errata programmazione»
Massimo Tortorella, Consulcesi: «Superiamo insieme l’emergenza ma ormai inderogabile una pianificazione che parta dall’ingresso in Medicina fino alle borse di specializzazione»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 18 gennaio, sono 95.077.677 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.031.599 i decessi. Ad oggi, oltre 39,47 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns H...
Assicurativo

Posso portare in deduzione la mia Rc professionale?

Tutti coloro che devono stipulare una polizza per la responsabilità civile in ambito professionale hanno la necessità di far pesare il meno possibile tale onere obbligatorio sul loro reddito da lavo...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...