Formazione 10 Novembre 2015

Arriva direttamente dalla Casa Bianca l’invito a puntare su App formazione web

Ai microfoni di Sanità informazione Susan J. Blumenthal Consigliere per la Sanità Pubblica del Presidente degli Stati Uniti Obama: «Innovazione per rivoluzionare la sanità»

Immagine articolo

Ritengo che nel 21° secolo la tecnologia applicata alla sanità sia rivoluzionaria. Ha già rinnovato economia e finanza. La salute è l’ultimo avamposto. Dobbiamo fare di più».


Queste le parole ai microfoni di Sanità informazione del Consigliere per la Sanità pubblica del Presidente degli Stati Uniti d’America Susan J. Blumenthal, durante la cerimonia di conferimento del dottorato honoris causa in “Tecnologie avanzate in chirurgia” presso l’Università La Sapienza di Roma.

Salutata dal ministro della Salute Lorenzin e dal preside della facoltà di Medicina e Odontoiatria Adriano Redler, che hanno sottolineato i frequenti rapporti scientifici e culturali tra italiani ed americani nel campo medico, il Contrammiraglio Blumenthal ha sottolineato come «gli Stati Uniti spendono in sanità circa il triplo di ogni altro Paese. La sanità e il web stanno rivoluzionando il mondo della prevenzione, fornendo la possibilità di analisi preventive gratuite volte a favorire diagnosi precoci e a garantire, quindi, maggiori possibilità che la terapia funzioni».

In servizio con quattro diversi Presidenti degli Stati Uniti, grazie alle sue alte responsabilità di governo, di scienziato e di medico, Blumenthal è stata uno dei primi membri dell’amministrazione statunitense ad avvalersi di internet per promuovere la formazione in campo medico, creando e sviluppando siti web in riferimento ad una vasta serie di questioni sanitarie.

«Le tecnologie mobili aiutano. Il nostro Paese è affetto da epidemie di malattie croniche. Grazie ai vari strumenti di tecnologia portatile, si possono liberare letti d’ospedale anche soltanto scrivendo al paziente quando e come prendere le sue medicine o facendo sì che lui sia costantemente in contatto con il suo medico o la sua famiglia, valorizzando il sostegno sociale». Si pensi ad esempio alle App mediche, che agevolano notevolmente la comunicazione tra medico e paziente e garantiscono tempi di risposta molto più brevi. Il loro uso è diffuso in tutto il mondo e questo social trend approdato alla sanità garantisce moltissimi vantaggi. Così come la Formazione a Distanza (FAD), un ulteriore strumento innovativo che contribuisce a soddisfare le esigenze di aggiornamento, formazione ed informazione dei camici bianchi.

«Credo che la tecnologia dell’informazione fornisca un’eccellente opportunità di formazione e aggiornamento in tutto il mondo, poiché, soprattutto in casi di emergenza come le pandemie, molte persone non sanno come comportarsi, non conoscono le procedure migliori», conclude il Contrammiraglio Blumenthal.

Articoli correlati
Insonnia post-lockdown, Plazzi (neurologo): «La vita sociale è un sincronizzatore fondamentale del sonno, ma la pandemia lo ha compromesso»
«Per poter parlare di insonnia è necessario che il soggetto che ne soffre lamenti dei problemi anche durante il giorno: disturbi dell’attenzione, della memoria, irritabilità e, in casi più rari, anche sonnolenza diurna»
di Isabella Faggiano
Lazio, Senior Italia FederAnziani: «Ecco le soluzioni per ridurre le liste d’attesa»
Telemonitoraggio, aumento ore specialisti, informatizzazione. Le proposte lanciate da Senior Italia FederAnziani che ha messo a confronto società scientifiche e organizzazioni sindacali di medici con la Regione Lazio
Il ricorso al MES spacca la politica e la sanità: cos’è, a cosa serve e perché fa tanto discutere
Sia la maggioranza che l’opposizione sono divise sulla possibilità di aderire al Meccanismo Europeo di Stabilità, con Lega, Fdi e M5S contrarie e Pd-Iv-Fi a favore. I pro e i contro di una possibile adesione
Ticket 2019: l’abrogazione Superticket è sufficiente o serve altro dopo COVID?
Tonino Aceti, Portavoce Federazione nazionale infermieri (Fnopi)
di Tonino Aceti, Portavoce FNOPI
Questionario assicurativo, come compilarlo in caso di avviso di garanzia dopo denuncia/querela da parte di paziente?
Sono un Cardiochirurgo e mi sto accingendo a compilare un questionario assicurativo per poter richiedere un preventivo. Nel moduli di preventivazione trovo 2 domande alle quali non so rispondere in quanto come Medico ospedaliero (pubblico), nel 2017 ho ricevuto un avviso di garanzia dopo una denuncia/querela da parte di un paziente. La mia azienda non […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 3 luglio, sono 10.874.146 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 521.355 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 3 luglio: nell’ambito del ...
Diritto

Pensioni, la Cassazione: «Necessaria richiesta per lavorare fino a 67 anni». Altrimenti due anni di attesa per il primo assegno

Il rischio per il lavoratore è di essere sollevato dall’incarico al compimento dei 65 anni, senza ricevere la pensione. Possibile eccessiva riduzione degli organici in sanità
Salute

Rebus idrossiclorochina: arma anti-Covid o farmaco pericoloso? L’inchiesta di Sanità Informazione

Dopo lo studio ritirato da Lancet, l’OMS ha riavviato i test clinici. In Italia aumentano i medici che sperano nel farmaco e chi l’ha usata ‘sul campo’ la promuove. Cauda (Gemelli): «Può ave...