Formazione 13 Giugno 2019 13:06

Al via la Commissione ECM, Tortorella: «Giusto premiare chi si forma. Puntiamo sui corsi a distanza»

La prima riunione alla presenza del Ministro Grillo. L’ad di Consulcesi Group, Andrea Tortorella commenta positivamente la direzione intrapresa dal Ministero: «Sì alle premialità, è una strada che noi sosteniamo ormai da oltre tre anni». E per aiutare i medici si punta alla formazione a distanza

Al via la Commissione ECM, Tortorella: «Giusto premiare chi si forma. Puntiamo sui corsi a distanza»

La formazione continua in medicina torna al centro dell’azione del Governo con la prima riunione della Commissione nazionale per la formazione, alla presenza del ministro della Salute Giulia Grillo in persona. Il nuovo organismo istituito presso l’Agenzia Nazionale per i Servizi sanitari regionali (Agenas) per il triennio 2019-2021 avrà il compito di assicurare una formazione continua e qualificata a tutti i professionisti che operano nel sistema salute, per garantire prestazioni sanitarie di qualità e aggiornate alle conoscenze scientifiche e tecnologiche, per rispondere al meglio ai bisogni dei pazienti e alle complessità crescenti del servizio sanitario.

«Siamo felicissimi di apprendere che a fronte della nuova Commissione ECM, è stata annunciata dalla ministra Grillo la volontà di premiare i medici che si formano», ha commentato la notizia l’amministratore delegato di Consulcesi Group, Andrea Tortorella a margine della consegna degli assegni di rimborso agli ex specializzandi che hanno vinto in appello contro lo Stato italiano.

LEGGI: EX SPECIALIZZANDI, LO STATO PAGA ALTRI 12 MILIONI DI EURO A 400 MEDICI. IL LAZIO È LA REGIONE PIÙ RIMBORSATA

«Fino ad oggi c’è sempre stato un limite. C’è una formazione obbligatoria in medicina, – continua Tortorella – però non ci sono stati degli strumenti adeguati per contrastare il mancato aggiornamento. Oggi abbiamo saputo che l’intenzione del Ministero è quello di normare in termini positivi, in termini di premialità, e questo è importantissimo. Del resto, è una strada che noi sosteniamo ormai da oltre tre anni, cioè incentivare quei medici che si formano, attraverso il punteggio, nella carriera, le strade sono tantissime. Far sì quindi che loro siano i primi ad essere spinti e ad aver voglia di aggiornarsi. Questo, ovviamente, a garanzia della loro professione e a garanzia del paziente».

L’obiettivo è facilitare la vita dei medici, offrendo l’aggiornamento professionale anche attraverso corsi a distanza. «Oggi più che mai la formazione a distanza è importante e centrale», spiega ancora Andrea Tortorella. «Gli obblighi formativi dei medici trovano difficoltà nell’espletamento, proprio nella difficoltà di trovare il tempo visti gli impegni. Sappiamo che ospedali e studi sono sotto organico e trovare tempo per la formazione è sempre più difficile. La formazione a distanza, com’è ormai in paesi come gli Stati Uniti, dove addirittura le università formano i medici a distanza, è diventata lo strumento ideale per potersi formare come si vuole, quando si vuole e compatibilmente con i tempi che si hanno a disposizione, mantenendo la qualità della formazione e soprattutto la ricettività. Potendo scegliere quando, dove e come, il medico è ben disposto e quindi più ricettivo nell’essere aggiornato, oltre che ad ottemperare serenamente a quelli che sono gli obblighi di legge».

Articoli correlati
Guido Rasi nuovo direttore scientifico di Consulcesi Club: «Formazione medica essenziale, specialmente in pandemia»
Massimo Tortorella, presidente Consulcesi: «Il nostro obiettivo sarà quello di rendere la formazione professionale competitiva a livello europeo, attraverso la tecnologia e l’innovazione»
World Hearing Day, 45mila sordi hanno difficoltà a parlare con il proprio medico: da mascherina trasparente a corso ECM, tutte le novità
Il 3 marzo è la Giornata Mondiale dell’udito. Consulcesi lancia un corso per migliorare il dialogo in caso di necessità, con l'Associazione Emergenza Sordi. Sono 7 milioni le persone con difficoltà di comunicazione medico-paziente
Covid-19, medici in burnout. Nardone (psicoterapeuta): «Creare rete di sostegno negli ospedali»
Al via da Consulcesi il primo corso di formazione ECM per gestire e superare il burnout
Da sedentarietà a disturbi del sonno, occhio agli “effetti collaterali” della Dad
Maria Cristina Gori, neurologa psicologa e docente del corso ECM “Imparare dal Covid-19: le conseguenze psicologiche da isolamento e didattica a distanza”, realizzato da Consulcesi: «Gli effetti psicologici della Dad non sono ancora del tutto chiari. È necessario rimodulare le strategie e le tecniche di insegnamento»
Le Aziende sanitarie possono erogare eventi FAD?
Le Aziende sanitarie possono erogare eventi FAD a condizione che siano rispettati i requisiti di tracciabilità e di completa esclusione dei professionisti che non operano sul territorio dell’Ente accreditante. Se l’accesso è consentito a tutti i professionisti indipendentemente dalla loro sede operativa, deve essere fatta richiesta di accreditamento dell’evento FAD alla CNFC (cfr.: Regolamento applicativo […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 5 marzo, sono 115.618.088 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.569.422 i decessi. Ad oggi, oltre 275,84 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata da...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolt...
Diritto

Se l’operatore sanitario non è vaccinato può essere licenziato? E in caso di contagio sul lavoro, l’INAIL paga? Le risposte dell’esperto

La campagna vaccinale contro il Covid-19 continua tra mille difficoltà. Cosa succede al lavoratore che rifiuta di vaccinarsi? L’azienda può prendere provvedimenti? Parla l’av...