Formazione 22 Giugno 2016

Aggiornamento ECM, anche Nicolas Vaporidis nel “Netflix” dei medici: «È un’idea vincente»

Avviata la collaborazione tra la Drive Production e Sanità in-Formazione. L’attore: «Il cinema può raccontare al medico le emozioni che ci sono dietro la malattia. È questo il grande valore dei “Film Formazione”»

Formazione ed emozioni. È ciò che viene proposto ai medici tramite i “Film Formazione”, che da oggi possono contare su un nuovo protagonista: Nicolas Vaporidis. L’attore romano annuncia la collaborazione tra “Drive”, la sua casa di produzione, e Sanità in-Formazione, il provider accreditato Agenas che distribuisce il genere dei film formativi per medici.

Si tratta di una modalità innovativa di effettuare l’Educazione Continua in Medicina, in maniera da adempiere all’obbligo formativo e restare sempre aggiornati sui progressi relativi alla ricerca medica, alle pratiche e alle innovazioni tecnologiche in ambito sanitario. Il tutto attraverso pellicole cinematografiche che rendono più piacevole e interessante la fruizione. Ai nostri microfoni Vaporidis spiega i motivi per cui ha abbracciato con entusiasmo questo nuovo progetto.

«Sono più che convinto che questo progetto sia vincente. Il cinema, oltre ad essere un prodotto di intrattenimento è anche un prodotto che aiuta a creare delle coscienze quando è fatto in un certo modo. E creare coscienze permette a sua volta di contribuire, di crescere, di migliorarsi. Credo che l’entertainment al servizio della formazione medica e al servizio di qualunque altra formazione sia un ottimo connubio. Il medico vede attraverso il cinema una storia che il corpo non racconterebbe, la  racconta l’anima, va al di là dell’esperienza strettamente medica e scientifica; è raccontare il sentimento che nasce in una situazione di difficoltà medica che può provare una persona, una famiglia o una coppia. E attraverso quello poi si può costruire un percorso formativo molto tecnico e scientifico partendo però da un nuovo incipit, forse anche più divertente da un certo punto di vista e più incisivo sul lato umano e formativo».

Oggi siamo qui anche per annunciare una collaborazione tra la sua società, la Drive Production e Consulcesi, proprio per mettere insieme chi ha una grande competenza scientifica con chi ha una grande competenza sull’aspetto del cinema.

«Cerchiamo di unire le forze nell’ottica di far partire una formazione medico-scientifica ad hoc. Noi distribuiamo e creiamo contenuti che possano aiutare i medici ad avere sicuramente più voglia di migliorarsi, aggiornarsi e di fare formazione, e soprattutto di farlo in un modo diverso da come è stato fatto fino ad ora. Noi siamo molto convinti che questo possa essere un in più, un aiuto, un incentivo oltre che una forma diversa di formazione, che è sicuramente più divertente anche per noi. Lo spunto per poi far nascere il percorso formativo è una cosa non semplicissima ma è una bellissima sfida. Quindi siamo tutti contenti, noi, Drive sicuramente e Consulcesi. Speriamo che sia l’inizio di una lunga collaborazione».

Articoli correlati
Superamento test numero chiuso? Speranza: «Va affrontato, tra le questioni fondamentali»
Lo ha ribadito il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine del 76esimo Congresso della Fimmg che si sta svolgendo in Sardegna. Di ieri, la notizia della sentenza del Consiglio di Stato che ha riammesso circa 250 studenti esclusi per mancanza di posti
di Diana Romersi e Giulia Cavalcanti
Numero chiuso, ordinanza del Consiglio di Stato: riammessi centinaia di studenti a Medicina
Le motivazioni: posti indicati dagli Atenei inferiori a capacità ricettiva e fabbisogno Ssn. Massimo Tortorella (Presidente Consulcesi): «A questo punto giusto mettere in dubbio l’esattezza dei posti assegnati anche per l’anno accademico 2019/2020. Test inadeguato, non si possono scegliere i medici del futuro con “quiz cabala” commissionati a una società privata»
Test Medicina, graduatorie on line tra i veleni. Consulcesi: «Pronti a partire migliaia di ricorsi»
Su www.numerochiuso.info e sui social l’amarezza e la rabbia dei candidati esclusi. Massimo Tortorella (Presidente Consulcesi): «Questo test inaffidabile per selezionare i futuri medici. Ora è importante non commettere passi falsi per tutelare il proprio diritto». Il vademecum: dalla conferma d’interesse al ricorso, tutto quello che c’è da sapere
Test Medicina, ecco la mappa delle irregolarità: il 79% dei ricorsi nel Centro Sud
Consulcesi continua a ricevere e raccogliere segnalazioni dai candidati su www.numerochiuso.info e sui canali social. Picchi di segnalazioni a Napoli, Roma e Milano. Il presidente Massimo Tortorella: «Abbiamo sottoposto il test a medici e professori universitari e non sono riusciti a superarlo. Siamo sicuri che per entrare in Medicina serva aver visto Pulp Fiction?»
Graduatorie Test Medicina, la protesta degli studenti napoletani: «Troppa cultura generale a discapito di logica e matematica»
Lamentele sul ritardo nella comunicazione della nuova formula del quiz. Per i giovani aspiranti medici partenopei il numero chiuso è “da rivedere” e le irregolarità sono date per scontate
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Cause

Ex specializzandi, Di Amato: «Scorrette le sentenze contrarie basate su prescrizione»

Dal convegno organizzato dall’università Luiss Guido Carli e Sanità Informazione, le ultime novità in tema di inadempimento del diritto UE da parte dell’Italia in ambito sanitario. Parlano i pr...
Università

Test medicina 2019, l’attesa è finita. La graduatoria è online

Il Miur ha pubblicato la graduatoria ufficiale nominativa nazionale e di merito che stabilisce chi ha superato la prova d’accesso ed è riuscito ad accedere alla Facoltà di Medicina. Per i tanti ch...
Salute

Professioni sanitarie, Beux (maxi Ordine): «Dal 1° ottobre possibile iscriversi agli elenchi speciali»

Il Presidente della Federazione degli Ordini TSRM e PSTRP annuncia l’attivazione sul portale della procedura per iscriversi: «I professionisti, iscrivendosi al relativo elenco speciale a esauriment...