Formazione 22 Giugno 2016

Aggiornamento ECM, anche Nicolas Vaporidis nel “Netflix” dei medici: «È un’idea vincente»

Avviata la collaborazione tra la Drive Production e Sanità in-Formazione. L’attore: «Il cinema può raccontare al medico le emozioni che ci sono dietro la malattia. È questo il grande valore dei “Film Formazione”»

Formazione ed emozioni. È ciò che viene proposto ai medici tramite i “Film Formazione”, che da oggi possono contare su un nuovo protagonista: Nicolas Vaporidis. L’attore romano annuncia la collaborazione tra “Drive”, la sua casa di produzione, e Sanità in-Formazione, il provider accreditato Agenas che distribuisce il genere dei film formativi per medici.

Si tratta di una modalità innovativa di effettuare l’Educazione Continua in Medicina, in maniera da adempiere all’obbligo formativo e restare sempre aggiornati sui progressi relativi alla ricerca medica, alle pratiche e alle innovazioni tecnologiche in ambito sanitario. Il tutto attraverso pellicole cinematografiche che rendono più piacevole e interessante la fruizione. Ai nostri microfoni Vaporidis spiega i motivi per cui ha abbracciato con entusiasmo questo nuovo progetto.

«Sono più che convinto che questo progetto sia vincente. Il cinema, oltre ad essere un prodotto di intrattenimento è anche un prodotto che aiuta a creare delle coscienze quando è fatto in un certo modo. E creare coscienze permette a sua volta di contribuire, di crescere, di migliorarsi. Credo che l’entertainment al servizio della formazione medica e al servizio di qualunque altra formazione sia un ottimo connubio. Il medico vede attraverso il cinema una storia che il corpo non racconterebbe, la  racconta l’anima, va al di là dell’esperienza strettamente medica e scientifica; è raccontare il sentimento che nasce in una situazione di difficoltà medica che può provare una persona, una famiglia o una coppia. E attraverso quello poi si può costruire un percorso formativo molto tecnico e scientifico partendo però da un nuovo incipit, forse anche più divertente da un certo punto di vista e più incisivo sul lato umano e formativo».

Oggi siamo qui anche per annunciare una collaborazione tra la sua società, la Drive Production e Consulcesi, proprio per mettere insieme chi ha una grande competenza scientifica con chi ha una grande competenza sull’aspetto del cinema.

«Cerchiamo di unire le forze nell’ottica di far partire una formazione medico-scientifica ad hoc. Noi distribuiamo e creiamo contenuti che possano aiutare i medici ad avere sicuramente più voglia di migliorarsi, aggiornarsi e di fare formazione, e soprattutto di farlo in un modo diverso da come è stato fatto fino ad ora. Noi siamo molto convinti che questo possa essere un in più, un aiuto, un incentivo oltre che una forma diversa di formazione, che è sicuramente più divertente anche per noi. Lo spunto per poi far nascere il percorso formativo è una cosa non semplicissima ma è una bellissima sfida. Quindi siamo tutti contenti, noi, Drive sicuramente e Consulcesi. Speriamo che sia l’inizio di una lunga collaborazione».

Articoli correlati
Anna Pedrazzini, la manager-maratoneta che corre per solidarietà con Consulcesi Onlus
«Indossare la maglia della Consulcesi alla Maratona di Roma praticando la cosa che amo più al mondo e per un progetto così importante è stata un’esperienza straordinaria che sicuramente si ripeterà in futuro», il racconto in prima persona di Anna Pedrazzini, manager del network legale Consulcesi a Sanità Informazione
#6StatoDiscriminato, parte la campagna di tutela dei medici di base. Milano (FIMMG): «È ora di riconoscere i nostri diritti»
Prima tappa ad Alessandria dove, nella sede locale dell’OMCeO, i medici di Medicina Generale hanno potuto informarsi sui loro diritti violati e ricevere ascolto
Il presidente del Parlamento Ue Antonio Tajani: «Formazione obbligatoria ECM, l’Europa vigila e premia solo chi si aggiorna»
ESCLUSIVA | Il Presidente dell’Europarlamento, in visita a Roma al Gruppo Consulcesi, si è schierato al fianco dei medici che attendono la remunerazione della specializzazione: «Lo Stato deve sempre dare il buon esempio. Non può pretendere che i cittadini paghino le tasse e poi quando lui dev’essere pagatore non fa il suo dovere». Poi parla degli incentivi alla formazione medica ECM, che potrebbe rientrare nel nuovo bilancio comunitario 2021-2027: «Fondi e incentivi per l’aggiornamento di tutte le professioni sanitarie. Si potrebbero favorire nelle carriere coloro che hanno fatto corsi di formazione: questo permetterebbe di applicare i risultati dell’innovazione e della ricerca» | VIDEO INTERVISTA
Maratona di Roma 2019. Consulcesi Onlus: gara di solidarietà per sostenere l’Unità Mobile “Salute e Inclusione”
Gara di solidarietà anche tra i dipendenti e i manager di Consulcesi, che hanno partecipato alla Maratona di Roma per vincere la sfida contro l’indifferenza di chi vive ai margini
#6statodiscriminato: la campagna di Consulcesi per i medici di base fa tappa ad Alessandria
Dopo il lancio della campagna social sulla discriminazione che i medici di Medicina Generale patiscono durante la formazione post-laurea, Consulcesi dà il via a un’iniziativa itinerante per i diritti degli Mmg: prima tappa Alessandria. Il 12 aprile la nuova azione collettiva di Consulcesi per gli Mmg: possibile recuperare fino a 50 mila euro per ogni annualità
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Equivalenza titoli, TAR Lazio accoglie ricorso ANEP. L’avvocato Croce (Consulcesi & Partners): «Risultato apre strada anche alle altre figure»

Questo provvedimento impone l’avvio di iniziative dirette a far sì che si proceda all’individuazione dei criteri e delle modalità per il riconoscimento dell’equivalenza dei titoli conseguiti c...
Lavoro

Massofisioterapisti e fisioterapisti: uguali o diversi? La posizione di Beux (TSRM e PSTRP)

Alessandro Beux (TSRM e PSTRP): «Iscrizione solo per quelli che hanno conseguito titolo prima 1999»
Salute

Ecco la verità sugli integratori: business o vera salute? Facciamo chiarezza con Alessandro Mugelli (Presidente Società Italiana Farmacologia)

Cosa c’è dietro al boom inarrestabile e miliardario degli integratori alimentari? «Con uno stile di vita corretto ed un’alimentazione varia e completa non c’è nessun motivo di usare integrato...