Federfarma 26 Novembre 2018 18:08

Farmacie romane preda della banda del buco. Contarina alle forze dell’ordine: “Prendeteli!”

La denuncia del Presidente di Federfarma Roma: «L’ultima in ordine di tempo questa notte in Via dei Serpenti. Assicurazioni coprono solo una parte delle perdite. Spendiamo tantissimo in sicurezza ma non possiamo difenderci da soli. Chiediamo alle forze dell’ordine di trovare questi delinquenti e assicurarli alla giustizia una volta per tutte»

Una rapina al mese di media, venticinque rapine nell’ultimo anno e mezzo, con una media di una al mese, che nei periodi più intensi diventano una a settimana. Tutte partono nello stesso identico modo: una voragine nel pavimento o nel muro. Da qui la “banda del buco” entra e prende soldi e farmaci, con danni per il farmacista di diverse decine, se non a volte centinaia di migliaia di euro. Le ultime, in ordine di tempo, la scorsa notte in Via dei Serpenti e domenica 18 novembre in Piazza Cola di Rienzo.

“Siamo di fronte a dei veri professionisti – spiega Vittorio Contarina, Presidente di Federfarma Roma –: sono metodici e molto attenti. Non lasciano alcuna traccia e prendono

tutto quel che possono: soldi e farmaci da rivendere nel mercato clandestino. Le metodiche usate sono le stesse, tant’è che sono certo si tratti di una sola banda, massimo due. Il danno è enorme e non sempre l’assicurazione copre tutto. Un’attività viene messa in ginocchio e rischia di non rialzarsi più. In aggiunta, spendiamo tantissimo in sicurezza e prevenzione, ma spesso non basta per fermare questi delinquenti. Per questo chiediamo alle forze dell’ordine di fare tutto il possibile per prenderli una volta per tutte. Non possiamo continuare a difenderci da soli. Ormai siamo la loro preda preferita e non la smetteranno fino a quando non verranno assicurati alla giustizia”.

I furti della “banda del buco”, che opera esclusivamente di notte ad attività chiusa, si accompagnano alle più “classiche” rapine in pieno giorno, in cui il bottino è meno corposo ma la paura per chi è in farmacia in quei momenti è tantissima. “Ormai è diventata una roulette russa: ogni giorno c’è il concreto rischio che venga rapinata una farmacia. Non possiamo fare a meno di chiederci: il prossimo chi sarà?”.

Articoli correlati
Tamponi rapidi nelle farmacie del Lazio: «Esperienza positiva, perché non farci fare anche i vaccini?». Il reportage
Sanità Informazione ha fatto un giro tra le farmacie di Roma e provincia per raccogliere le testimonianze dei diretti interessati. E il Presidente di Federfarma Roma, Andrea Cicconetti, chiede che ai farmacisti venga data anche la possibilità di somministrare i vaccini
Tamponi rapidi e test sierologici in farmacia: in un mese trovati 6.153 positivi nel Lazio
Il punto di Federfarma Roma e Lazio ad un mese dall’avvio del servizio. Cicconetti (Federfarma Roma): «I dati confermano che le farmacie sono diventate un punto di riferimento imprescindibile nella lotta al virus». Leopardi (Federfarma Lazio): «Anche le altre Regioni seguano l’esempio del Lazio»
Quali farmacie di Roma e del Lazio effettuano tamponi rapidi e test sierologici?
La Regione Lazio ha concesso alle farmacie la possibilità di effettuare tamponi rapidi e test sierologici. Quali sono le farmacie che aderiscono?
Test sierologici e tamponi antigenici nelle farmacie del Lazio
Lo ha annunciato l'assessore alla Sanità e Integrazione socio sanitaria Alessio D'Amato nel bollettino quotidiano sull'andamento dell'epidemia a Roma e province. La soddisfazione di Federfarma Roma
Tamponi rapidi in farmacia, ok di Speranza. Cicconetti (Federfarma Roma): «Favorevoli, ma vediamo a che condizioni»
Il Ministro della Salute apre alla possibilità di effettuare tamponi rapidi in farmacia. Ma cosa ne pensano i diretti interessati? «Lo screening è parte integrante della farmacia dei servizi ma ci troviamo di fronte ad un virus molto aggressivo»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 aprile, sono 136.063.656 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.937.096 i decessi. Ad oggi, oltre 773,55 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Vaccini, mai più dosi avanzate: come funzionano le “liste di sostituti” in Lombardia, Lazio e Campania

Le chiamano "panchine", sono le liste straordinarie che le Regioni utilizzano per ottimizzare le dosi dopo l'ordinanza di Figliuolo. Ma chi rientra tra coloro che verranno contattati?
di Federica Bosco e Gloria Frezza
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...