Federfarma 18 Luglio 2017 09:21

Calcio e solidarietà, quando lo sport “ha a cuore la vita”. Federfarma Roma regala 15 defibrillatori a società sportive della capitale

Martedì 18 luglio il Comitato provinciale romano del Centro Sportivo Italiano concluderà la stagione associativa con una partita di calcio a 5 tra la nazionale femminile delle parlamentari e la rappresentativa delle giornaliste

di Federfarma Roma

“Lo sport che ha a cuore la vita”. Questo è il nome dell’evento benefico durante il quale Federfarma Roma donerà 15 defibrillatori a società e gruppi sportivi della Capitale, da anni impegnate attraverso lo sport nell’educazione di bambini e adolescenti. Un regalo, quello dei farmacisti romani, tanto più prezioso adesso che è entrato in vigore anche per lo sport dilettantistico l’obbligo di dotarsi di defibrillatori e del relativo personale atto ad utilizzarli. L’occasione è rappresentata dalla serata speciale con cui martedì 18 luglio il Comitato provinciale romano del Centro Sportivo Italiano concluderà, a partire dalle ore 20, la stagione associativa presso la sede di Lungotevere Flaminio 55. Saranno presenti anche Marco Cossolo, Presidente di Federfarma Nazionale, e Vittorio Contarina, Presidente di Federfarma Roma e Vicepresidente di Federfarma Nazionale.

All’appello hanno risposto con entusiasmo anche la nazionale femminile di calcio delle parlamentari e la rappresentativa delle giornaliste, che per il secondo anno si affronteranno per contendersi il trofeo “Estate CSI – Memorial Jo Cox”. La squadra delle parlamentari, allenate da Katia Serra, scenderà in campo con Veronica Tentoni, Anna Ascani, Caterina Bini, Lorenza Bonaccorsi, Lia Quartapelle, Chiara Gribaudo, Valentina Paris, Laura Coccia e Lara Comi. Enrico Varriale, mister della squadra delle giornaliste, potrà invece contare su Isabella Di Chio, Cristiana Caricato, Francesca Cantini, Ilaria Chimenti, Letizia Davoli, Mara Pannone, Costanza Miriano, Annachiara Valle e Sara Meini.

«I farmacisti romani – spiega il Presidente Contarina – si confrontano quotidianamente con la sofferenza e i bisogni delle comunità in cui vivono e lavorano. I 15 defibrillatori sono stati finanziati grazie alle donazioni ricevute durante “Farma & Friends”, l’evento benefico annuale che nella sua ultima edizione ha visto la partecipazione di oltre 1500 farmacisti, al di sopra di ogni aspettativa. Anche la cifra raggiunta è stata enorme: in totale, le donazioni hanno superato gli 85mila euro. Questi soldi sono stati destinati a diverse iniziative benefiche, tra cui, per l’appunto, l’acquisto dei defibrillatori, con i quali abbiamo voluto dare un premio ad alcune realtà della città di Roma che si impegnano quotidianamente nel formare alla vita i nostri bambini e ragazzi».

«Noi farmacisti – dichiara Felice Restaino, Presidente della Commissione “Iniziative Sociali” di Federfarma Roma –, sia come singoli professionisti che come organizzazione sindacale, cerchiamo sempre di fare qualcosa di concreto per chi ne ha più bisogno. Lo abbiamo fatto, ad esempio, con le due edizioni di “Farma & Friends”: i soldi raccolti durante l’ultima edizione sono stati destinati all’acquisto, oltre che dei defibrillatori, di un gastroscopio e di una colonna laparoscopica in favore dell’Ospedale “San Camillo”. L’anno scorso, invece, abbiamo regalato al “Policlinico Umberto I” una culla termica per il trasporto neonatale in eliambulanza, con la quale sono state già salvate sei piccole vite. A ciò vanno aggiunti – conclude Restaino – il supporto che abbiamo dato ai farmacisti del Centro Italia distrutto dai terremoti e il “Progetto Mimosa”, con il quale cerchiamo di fare la nostra parte anche nella lotta alla violenza sulle donne.

Articoli correlati
Mos (Cardiologia dello Sport): «Ecco perché un calciatore con defibrillatore non può giocare in Italia»
«Le linee guida italiane, le più severe in Europa, non prevedono la possibilità di giocare con un defibrillatore per due motivi. L’intensa attività agonistica può essere la causa dell’aritmia e gli scontri di gioco possono colpire l’apparecchio provocando gravi conseguenze»
Vaccini in farmacia nel Lazio, al via le somministrazioni
Parte la campagna vaccinale delle farmacie del Lazio alla presenza del Presidente della Regione Nicola Zingaretti e dell’Assessore alla Sanità Alessio D’Amato
Defibrillatori, via libera dalla Commissione Sanità a ddl per diffusione in ambito extraospedaliero
La legge era rimasta ferma a lungo al Senato in attesa di alcuni pareri da parte del MEF e del Ministero della Salute. Via libero definitivo atteso alla Camera
Defibrillatori, il caso della legge ‘salvavita’ bloccata da MEF e Ministero della Salute. Le associazioni: «Fate presto»
Un Ddl approvato alla Camera all’unanimità giace da un anno e mezzo al Senato ostaggio di pareri che non arrivano. Ogni anno 60mila vittime per arresto cardiaco: con un intervento tempestivo si potrebbero ridurre del 40%. Gli esempi virtuosi del Progetto Vita a Piacenza e dell’associazione “Lorenzo Greco onlus” di Torino
Ddl defibrillatori, la deputata Volpi: «Da quasi due anni manca solo un passaggio al Senato per cardio proteggere l’Italia»
«Alla mia ennesima richiesta di chiarimenti, gli uffici del MEF hanno risposto che stanno attendendo da ottobre 2020 precisazioni dal Ministero della Salute, e che i dipartimenti interessati non hanno fornito riscontro alle richieste della Ragioneria» spiega la deputata e medico Leda Volpi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 22 giugno, sono 178.788.247 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.873.285 i decessi. Ad oggi, oltre 2,64 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Ecm

Professionisti non in regola con gli ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ordini dovranno applicare la legge»

Il segretario della Federazione degli Ordini dei Medici ricorda scadenze e adempimenti per non incappare in spiacevoli conseguenze. Poi guarda al futuro del sistema ECM