Contributi e Opinioni 3 Aprile 2018

Pediatri: «Soddisfazione per convenzione. Attendiamo contrattazione per Acn»

del Sindacato Medici Pediatri di Famiglia

«Piena soddisfazione» per la firma della convenzione nazionale per la pediatria di libera scelta. A esprimerla il Segretario nazionale del Sindacato medici pediatri di famiglia (Simpef), Rinaldo Missaglia, commentando la sigla avvenuta sulla base del documento oggetto della preintesa raggiunta il 28 febbraio scorso, «con un’unica, ma fondamentale modifica. È stata rivista al rialzo la massa salariale sulla base della quale vengono calcolati gli arretrati 2010-15 e l’adeguamento delle retribuzioni 2016-18. E ciò non può che farci piacere» sottolinea.

Il Segretario Missaglia precisa che «non sono invece variati gli impegni già sottoscritti nella medesima preintesa, che vedranno applicazione nell’ambito degli accordi regionali e si riferiscono a 4 temi cardine: piano vaccini, piano delle cronicità, accesso al pronto soccorso e liste di attesa. È per noi molto importante aver raggiunto il risultato di mettere nero su bianco, nell’accordo odierno, che ciò potrà essere perseguito – prosegue – sia attraverso l’azione del singolo pediatra di famiglia sia attraverso forme collaborative e organizzative più strutturate».

«Ora ci aspetta una pausa di riflessione, per prepararci alla contrattazione per il nuovo Acn, che dovrà svolgersi entro la fine del 2018 – spiega – Auspichiamo che, in quella sede, si possano affrontare alcuni punti che il nostro sindacato ha già più volte sottolineato, ritenendoli essenziali per offrire un servizio realmente utile alle famiglie e ai piccoli assistiti, quali ad esempio l’adeguamento alle nuove esigenze assistenziali dovute alle variazioni demografiche della popolazione italiana, alle nuove tipologie di assistiti con profili assistenziali sempre più evoluti, all’annoso problema dei reciproci rapporti tra ospedale e territorio, alla formazione dei professionisti medici che dovranno subentrare ai colleghi al termine della propria carriera».

Articoli correlati
Carenza medici, la Toscana apre ai neolaureati nei pronto soccorso. Scoppia la polemica
«Stiamo assistendo alla nascita di una Sanità low cost» ha commentato Carlo Palermo, segretario Anaao Assomed. Duro anche il presidente FNOMCeO Filippo Anelli: «Le misure-tampone sono contro ogni logica». Ad intervenire anche il sindacato degli infermieri Nursid
Carenza medici, la Regione Toscana vara misure straordinarie per i pronto soccorso
I pronto soccorso toscani sono in grave sofferenza di organico, sia per quanto riguarda il personale medico che infermieristico. Una situazione comune a molte regioni e che sta assumendo i contorni di una vera emergenza nazionale. Così la Regione Toscana corre ai ripari mettendo in campo una serie di misure straordinarie. Lo fa con due […]
Assistenza specialistica pediatrica, Improta (Simpef): «Da governatore De Luca solo propaganda politica»
«Simpef Campania - spiega Improta - ha evidenziato sin da subito una serie di aspetti negativi, rifiutandosi di sottoscrivere la proposta CO.S.PED»
Piano vaccinale, Trizzino (M5S): «Bisogna sensibilizzare popolazione, livello di copertura deve restare alto. Mia battaglia è a difesa della vita»
Il medico e deputato della commissione Affari Sociali: «Le vaccinazioni obbligatorie sono l’unico modo per mantenere un livello di attenzione elevato ed evitare nuove epidemie come quella newyorkese»
di Isabella Faggiano
Epidemia morbillo a New York, parla il direttore dell’Istituto USA malattie infettive: «No ad esenzione vaccini per ragioni ‘filosofiche’»
ESCLUSIVA | Le interviste di Sanità Informazione al NYC Department of Health e al direttore del National Institute for Allergy and Infectious Diseases Anthony Fauci, che dichiara: «Il morbillo è una malattia molto pericolosa. Prima del vaccino causava la morte di 2-3 milioni di persone l’anno in tutto il mondo. Le autorità devono far capire meglio alla popolazione che i vaccini sono sicuri ed efficaci in modo che si sottoponga volontariamente alla profilassi»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Equivalenza titoli, TAR Lazio accoglie ricorso ANEP. L’avvocato Croce (Consulcesi & Partners): «Risultato apre strada anche alle altre figure»

Questo provvedimento impone l’avvio di iniziative dirette a far sì che si proceda all’individuazione dei criteri e delle modalità per il riconoscimento dell’equivalenza dei titoli conseguiti c...
Lavoro

Massofisioterapisti e fisioterapisti: uguali o diversi? La posizione di Beux (TSRM e PSTRP)

Alessandro Beux (TSRM e PSTRP): «Iscrizione solo per quelli che hanno conseguito titolo prima 1999»
Salute

Ecco la verità sugli integratori: business o vera salute? Facciamo chiarezza con Alessandro Mugelli (Presidente Società Italiana Farmacologia)

Cosa c’è dietro al boom inarrestabile e miliardario degli integratori alimentari? «Con uno stile di vita corretto ed un’alimentazione varia e completa non c’è nessun motivo di usare integrato...