Contributi e Opinioni 16 Dicembre 2019

ECM, Perciballi (TSRM e PSTRP): «Rispettare obbligo per accrescere rapporto di fiducia e diminuire contenzioso»

Di Laila Periballi, Referente TSRM e PSTRP per i rapporti con la cittadinanza

Sulla formazione continua in medicina, molto si è già detto, e ribadisco che non dovrebbe essere un obbligo giuridico, ma un dovere morale, una risposta all’impegno assunto di svolgere la professione medica e sanitaria secondo scienza e coscienza. Il progetto Codice Etico è la corretta strada per creare il trait d’union tra l’articolato mondo delle professioni mediche e sanitarie e quello della cittadinanza.

Come si è ribadito anche al XXII Congresso Nazionale Unpisi, “insieme facciamo la differenza” e quindi è necessario camminare insieme per (ri)costruire l’alleanza con le persone.

Per poter costruire questa alleanza è necessario rinsaldare il rapporto di fiducia, e per giungere a ciò è necessario porre alla base della relazione una corretta comunicazione. Affinché ci sia una comunicazione efficace ci vede essere una corretta informazione.

LEGGI ANCHE: CODICE ETICO PROFESSIONI SANITARIE, L’AVVOCATO PERCIBALLI: «ECCO IL DECALOGO, SI PARTE DALLA PAROLA ‘PERSONA’»

Perché l’informazione sia corretta, deve esserci “la garanzia della pertinente adeguata formazione, peraltro prevista dalle stesse norme”; difatti, un’informazione veritiera, corretta ed aggiornata può essere tale solo se – in un mondo in continua evoluzione, si pensi alle problematiche etiche che pone l’intelligenza artificiale e la robotica – gli esercenti le professioni sanitarie soddisfano il bisogno formativo previsto dalla normativa sugli Ecm.

Solo una adeguata formazione permette di dar luogo ad una aggiornata informazione capace di consentire alla persona di esercitare correttamente il diritto all’autodeterminazione personale e quindi prestare il proprio consenso in maniera consapevole ed “informata” (nel rispetto anche dell’art. 1 legge 219/2017 sul consenso informato, sebbene previsto per le DAT).

Se tutte queste premesse saranno rispettate, si rafforzerà il rapporto di fiducia e, quindi, non ci sarà necessità di ricorrere alla medicina difensiva da parte degli esercenti le professioni sanitarie e non ci sarà nessun conflitto nella relazione, con facile accesso alle procedure di conciliazione invece che dar luogo a conflitti nelle aule giudiziarie.

Come ha osservato il Presidente della Federazione TSRM e PSTRP Alessandro Beux, stiamo lavorando bene e continueremo a farlo subito dopo le festività; pertanto, fin da ora vi annuncio che verrà convocata una videoconferenza per il 20 o il 22 Gennaio 2020 per discutere dei prossimi passi del progetto. Nel mentre, ovviamente il cammino di Codice Etico non si ferma, difatti sarò presente al Convegno di Pisa del 18 Gennaio intitolato “L’Albo degli igienisti dentali e Maxi-Albo: struttura, regole, progetti, opportunità” per informare i professionisti della salute su tutti i nuovi aspetti legali, professionali, formativi e sulle opportunità che l’appartenenza all’Albo comporta, con la possibilità di chiarire ogni aspetto etico – legale della professione. Sarà anche un’opportunità per conoscere i rappresentanti (Commissioni d’albo) appena insediati in seno ai tre Ordini. Con l’occasione, ringrazio la grande famiglia “Codice etico” per avermi dato l’onore e l’opportunità di guidare questo importante progetto.

Articoli correlati
Che cos’è la formazione individuale?
Le attività di “formazione individuale” comprendono tutte le attività formative non erogate da provider accreditati ECM, e possono consistere in: attività di ricerca scientifica, tutoraggio individuale, attività di formazione individuale all’estero e autoformazione. Per maggiori dettagli è possibile consultare il Capitolo 3 (Formazione individuale) del Manuale sulla formazione continua del professionista sanitario.
Come si viene inseriti nella Lista degli Enti di Formazione Esteri?
Per l’inserimento nella Lista degli Enti di Formazione Esteri (LEEF) non è necessario che gli Enti medesimi facciano direttamente domanda alla CNFC. L’inserimento può avvenire anche su segnalazione o indicazione, motivata, di chiunque, ad esempio il professionista sanitario interessato o dall’Ente stesso, previa valutazione della CNFC che si avvale della valutazione della Sezione V. La […]
Ecm, Commissione nazionale proroga triennio 2017-2019. Un anno per recuperare i crediti mancanti
FNOMCeO: «Fino al 31 dicembre 2020 si possono acquisire crediti anche per il triennio 2014-2016». Confermato l’obbligo di 150 crediti per il periodo formativo 2020-2022. Roberto Stella: «Dopo proroga applicheremo sanzioni»
Veterinari, parla il presidente FNOVI Penocchio: «Il futuro è la sanità di prevenzione. Bene riforma ECM»
Il Presidente della Federazione nazionale Ordini veterinari italiani parla anche della nascente Consulta delle professioni sanitarie: «Si occuperà di programmazione, organizzazione, dei contributi alla qualità e all’integrazione dei profili e dei servizi, senza invasioni tra professioni» sottolinea il presidente FNOVI
ECM, Nicola Draoli (Fnopi): «Migliorare la formazione con maggiori investimenti e senza sminuirne l’importanza»
«Gli infermieri hanno difficoltà a formarsi come tutti i professionisti: dai dati provvisori sull’aggiornamento professionale, infatti, non emerge un quadro positivo». L’intervista al responsabile del settore Fnopi Giovani
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale

Al 23 febbraio 2020 sono 78.914 i casi di Covid-19 confermati in tutto il mondo. I pazienti guariti e dimessi dagli ospedali sono 23.386 mentre i morti sono 2.467. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins ...