Contributi e Opinioni 21 Agosto 2019

Cronicità, Magi (Sumai): «In Italia 24 milioni di malati cronici ma siamo in forte ritardo»

di Antonio Magi, Segretario Nazionale Sumai e presidente Ordine dei Medici di Roma

«Avevo ancora i calzoni corti quando si parlava di potenziare il territorio. I calzoni si sono allungati e noi stiamo ancora aspettando che questo territorio sia finalmente potenziato». Questo uno dei passaggi dell’intervento del Segretario nazionale Sumai e presidente dell’Ordine dei medici di Roma Antonio Magi, intervenuto al Meeting dell’Amicizia di Rimini all’incontro “L’assistenza ai pazienti con cronicità. Sistemi a confronto”.

Un fenomeno, quello della cronicità che – ricorda Magi – «riguarda in Italia quasi 24 milioni di malati, un terzo degli italiani» e che «necessariamente richiede un cambiamento di paradigma della nostra sanità».

«Nel nostro Paese aumenta la speranza di vita – sottolinea Magi – e al contempo ogni anno perdiamo una città come Parma per non nati ovvero per la crescita sotto zero, grazie alla quale si arriverà molto rapidamente addirittura a 10 vecchi per bambino. Dunque questo povero bambini avrà sulle sue spalle 10 vecchi da gestire…e in questo deve essere aiutato», ammonisce il segretario Sumai. «Aumentando la cronicità – prosegue – aumenta la necessità servizi di prossimità vicini al paziente. Un paziente che oggi fa una vita normale e che necessita di un punto riferimento vicino che possa seguirlo nel suo percorso di cura».

«Per questo bisogna cambiare il paradigma della sanità», orientato sulla medicina di prossimità. Purtroppo però «dal 2009 parliamo di aggregazioni di equipe professionali, le cosiddette Aggregazioni funzionali territoriali, o di altre forme di assistenza che prendano in carico i pazienti sul territorio. Ma siamo nel 2019 e ancora ne stiamo parlando», conclude

Articoli correlati
Consultori, il caso Campania. Sono appena 20 per un milione di abitanti ed il personale è ridotto all’osso
La denuncia del segretario regionale Sumai Francesco Buoninconti, ginecologo di consultorio: «Scontiamo da sempre i problemi che vive oggi la sanità del territorio perché siamo politicamente scomodi»
Fine triennio ECM, da Nord a Sud l’appello dei Presidenti di Ordine: «Medici, completate i crediti»
Sanità Informazione ha raccolto la voce di tanti Presidenti di OMCeO che stanno sensibilizzando la categoria sul completamento del percorso ECM per il triennio 2017-2019. E molti sottolineano il rischio di sanzioni e contenziosi
Stati Generali del medico, la proposta di Anelli: «Basta mobilità sanitaria, sia il professionista a spostarsi». Oliveti (Enpam) lancia i “Leeaa”
“Il Medico e il lavoro” il titolo dell’ultimo incontro del 2019 che ha visto protagonisti i rappresentanti del mondo sindacale
Specialisti ambulatoriali, Speranza: «D’accordo con aumento ore. Rivedere regole su incompatibilità»
Il ministro della Salute intervenuto al Consiglio nazionale Sumai-Assoprof ha sposato l'idea di aumentare le ore degli specialisti fino al massimale di 38 ore. Poi ha sottolineato la necessità di nuovi concorsi e rivendicato le norme del Dl Fiscale che alzano il tetto per l'assunzione del personale
Giornata contro la violenza sulle donne, Magi (OMCeO Roma): «Inasprire pene e non sottovalutare denunce»
A gennaio evento dell’Ordine dei Medici di Roma coordinato dalle consigliere Rosa Maria Scalise e Cristina Patrizi, alla presenza del presidente e dell’intero Consiglio
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano