Contributi e Opinioni 13 Maggio 2019

Carenza medici, la proposta di Manuel Monti (Simedet): «Più borse specializzazione e unire reparti urgentisti a medicina interna»

di Manuel Monti, Vicepresidente Simedet

Unire la medicina d’urgenza e quella interna per garantire una rotazione tra i medici. È una delle proposte lanciate da Manuel Monti, Vicepresidente della Simedet, Società italiana di Medicina diagnostica e terapeutica, per risolvere il tema della carenza medici. Monti boccia invece l’idea di reclutare gli specializzandi prima della fine del percorso di specializzazione. Ecco l’intervista rilasciata a Sanità Informazione a margine del convegno “Articolo 32: La Repubblica tutela la Salute”.

«Sicuramente la carenza dei medici, soprattutto dei medici urgentisti, è sentita, sta diventando sempre più un problema. L’idea di utilizzare gli specializzandi per la Simedet non è la soluzione idonea perché loro sono nel periodo di formazione, devono fare degli affiancamenti con dei maestri e dei tutor e non possono sostituire in nessuna maniera gli strutturati. Ci sono varie soluzioni, come quella di unire la parte urgentista al reparto di medicina interna in modo che ci sia un cambio, una rotazione tra i medici della medicina interna e della medicina d’urgenza. In questo modo il paziente verrebbe seguito anche dagli stessi colleghi. Dall’altro canto abbiamo molti medici del 118 che da anni tengono in piedi i Pronto soccorso periferici: mentre lavorano possono entrare nelle scuole di specializzazione gratuitamente. Questa è una soluzione a costo zero che permetterebbe loro di partecipare ai concorsi e vincere».

«L’idea di reclutare i medici in pensione è una soluzione ponte ma serve una pianificazione come l’aumento delle borse di specializzazione con più risorse economiche o altre soluzioni. I medici anziani potrebbero avere il doppio ruolo di lavorare come tutor a fianco dei medici giovani».

Articoli correlati
Stati generali, Anelli(FNOMCeO): «Specializzandi ultimo anno in SSN, così 5mila borse in più»
Al via gli Stati Generali della Professione medica. Il presidente FNOMCeO, Filippo Anelli: «Elaboreremo un documento finale che orienterà la professione e il ruolo del medico all’interno della società». Un percorso che condurrà a scrivere la Magna Carta della professione
Neolaureati nei Pronto Soccorso, oltre 50mila firme per dire no
Aumentare borse e stipendi di chi lavora in Pronto Soccorso, attivare i concorsi, riconoscere lo status di lavoro usurante: queste alcune delle soluzioni proposte dal Coordinamento degli Specializzandi in Medicina d'Emergenza-Urgenza e da FederSpecializzandi per far fronte alla carenza di personale e salvare i Pronto Soccorso
#DestinazioneSanità | Emilia-Romagna, un’eccellenza sulle spalle dei (pochi) medici: «Qualità destinata ad abbassarsi»
GUARDA IL VIDEO | La prima tappa del reportage di Sanità Informazione, in collaborazione con CIMO, è l’Emilia-Romagna. Un racconto delle contraddizioni di una delle sanità regionali migliori d’Italia attraverso le voci dei medici, tra storie di eccellenza, carenza di personale, turni massacranti e la latenza del rinnovo del contratto
Carenza medici, in Lombardia sindacati proclamano agitazione. Mazzacane (Cisl medici): «Aspettiamo convocazione dal 25 marzo»
«Il problema fondamentale è che i medici sono abbandonati e non esiste un sistema di relazione sindacale», spiega Danilo Mazzacane, segretario Cisl medici Lombardia che aggiunge: «La riforma regionale così come è stata pensata presenta delle evidenti criticità, regione investa nella sanità pubblica»
di Federica Bosco
Diritto alla salute, Cisl e Simedet ne parlano a Roma. Papotto (Cisl): «Regionalismo differenziato può aumentare diseguaglianze»
Convegno a Roma per fare il punto sull’articolo 32 della Costituzione. Tra i relatori Filippo Anelli (FNOMCeO) e l’ex ministro Beatrice Lorenzin. Il leader Cisl medici: «Sarà occasione per ribadire che il finanziamento alla sanità è sottostimato. Mancato rinnovo contratto è una vergogna»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...