Covid-19, che fare se...? 6 Aprile 2021 12:36

I fumatori rischiano più degli altri di ammalarsi di Covid-19?

È una domanda che chiunque abbia il vizio o l’abitudine a consumare sigarette si sarà fatto almeno una volta durante questo anno di pandemia. La risposta dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

I fumatori rischiano più degli altri di ammalarsi di Covid-19?

Considerato che il Covid-19 attacca principalmente l’apparato respiratorio, i soggetti fumatori sono più a rischio di avere complicazioni gravi in caso di contagio rispetto a chi non fuma? È una domanda che chiunque abbia il vizio o l’abitudine di consumare sigarette si sarà fatto almeno una volta durante quest’anno di pandemia. E l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha risposto.

Come riportato dal portale del Ministero della Salute volto a confutare le principali fake news sul tema, secondo l’OMS è probabile che i fumatori siano più vulnerabili al virus SARS-CoV-2. Questo perché è lo stesso atto del fumare (ovvero portare le dita ed eventualmente sigarette contaminate alle labbra) a comportare un fattore di rischio.

Va aggiunto inoltre che è possibile che i fumatori abbiano già contratto una malattia polmonare sottostante o una ridotta capacità polmonare. Questi fattori aumenterebbero di molto il rischio di sviluppare malattie gravi come la polmonite.

Recenti studi hanno inoltre evidenziato che i fumatori hanno un rischio tre volte maggiore rispetto a chi non fuma di sviluppare una polmonite grave da nuovo coronavirus. Il fumo facilita le infezioni respiratorie in quanto veicola nell’apparato respiratorio più di 7mila sostanze tossiche.

Il consiglio, dunque, è quello di smettere di fumare. Non solo per evitare complicanze nell’eventualità di contagio da Covid, ma anche e soprattutto per gli ovvi benefici a lungo termine.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Nuovo report Cabina di Regia: «Scende incidenza ma terapie intensive ancora sopra soglia critica»
Brusaferro: «Rt in decrescita. L’occupazione delle terapie intensive è ancora sopra il 41% e quella delle aree mediche è superiore al 44%». Rezza: «Variante inglese non può essere più definita variante: è il nuovo ceppo»
Studio Tsunami, il plasma non riduce rischio di peggioramento o morte dei malati Covid
Intervista al coordinatore dello studio Francesco Menichetti: «Debole segnale di vantaggio solo in pazienti senza grave insufficienza respiratoria»
di Federica Bosco
Covid-19, Draghi: «I vaccini ci sono. Priorità ai più fragili per riaprire tutto»
Locatelli: «Fiducia su AstraZeneca. Eventi avversi estremamente rari»
Terapie domiciliari Covid, Senato approva Odg che impegna governo ad aggiornare protocolli e linee guida
Una mozione della Lega è stata trasformata in Ordine del giorno sottoscritto da tutti i partiti. Previsto anche un tavolo di monitoraggio ministeriale. Soddisfazione da parte di Erich Grimaldi, Presidente del Comitato Terapie Domiciliari
Anticorpi monoclonali, dagli infettivologi appello ai medici di medicina generale per trovare i candidati
Al San Paolo di Milano, uno dei 17 centri della Lombardia autorizzati da Aifa per il trattamento, la professoressa D’Arminio Monforte chiede aiuto ai colleghi di medicina generale per velocizzare i tempi, non affollare il pronto soccorso e attuare la procedura che sta dando ottimi risultati
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 aprile, sono 136.063.656 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.937.096 i decessi. Ad oggi, oltre 773,55 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Vaccini, mai più dosi avanzate: come funzionano le “liste di sostituti” in Lombardia, Lazio e Campania

Le chiamano "panchine", sono le liste straordinarie che le Regioni utilizzano per ottimizzare le dosi dopo l'ordinanza di Figliuolo. Ma chi rientra tra coloro che verranno contattati?
di Federica Bosco e Gloria Frezza
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...