Covid-19, che fare se...? 6 Aprile 2021 12:36

I fumatori rischiano più degli altri di ammalarsi di Covid-19?

È una domanda che chiunque abbia il vizio o l’abitudine a consumare sigarette si sarà fatto almeno una volta durante questo anno di pandemia. La risposta dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

I fumatori rischiano più degli altri di ammalarsi di Covid-19?

Considerato che il Covid-19 attacca principalmente l’apparato respiratorio, i soggetti fumatori sono più a rischio di avere complicazioni gravi in caso di contagio rispetto a chi non fuma? È una domanda che chiunque abbia il vizio o l’abitudine di consumare sigarette si sarà fatto almeno una volta durante quest’anno di pandemia. E l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha risposto.

Come riportato dal portale del Ministero della Salute volto a confutare le principali fake news sul tema, secondo l’OMS è probabile che i fumatori siano più vulnerabili al virus SARS-CoV-2. Questo perché è lo stesso atto del fumare (ovvero portare le dita ed eventualmente sigarette contaminate alle labbra) a comportare un fattore di rischio.

Va aggiunto inoltre che è possibile che i fumatori abbiano già contratto una malattia polmonare sottostante o una ridotta capacità polmonare. Questi fattori aumenterebbero di molto il rischio di sviluppare malattie gravi come la polmonite.

Recenti studi hanno inoltre evidenziato che i fumatori hanno un rischio tre volte maggiore rispetto a chi non fuma di sviluppare una polmonite grave da nuovo coronavirus. Il fumo facilita le infezioni respiratorie in quanto veicola nell’apparato respiratorio più di 7mila sostanze tossiche.

Il consiglio, dunque, è quello di smettere di fumare. Non solo per evitare complicanze nell’eventualità di contagio da Covid, ma anche e soprattutto per gli ovvi benefici a lungo termine.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Obesità in Europa al 59% negli adulti. Chianelli (AME): «Non è una questione di volontà, è una malattia e va curata»
Secondo l’ultimo Rapporto europeo sull'obesità regionale dell'OMS 2022 l'obesità ha raggiunto "proporzioni epidemiche" in Europa. L'organizzazione mondiale della sanità, dopo la presentazione del suo ultimo report mostra che la malattia sta causando 200.000 casi di cancro e 1,2 milioni di decessi all'anno
di Stefano Piazza
Dopo quanto tempo ci si può ammalare di nuovo di Covid-19?
Gli studi indicano che le reinfezioni con Omicron sono più frequenti. Una ricerca suggerisce un intervallo tra i 90 e i 640 giorni, un'altra tra i 20 e i 60 giorni
DL Riaperture, via libera dalla Camera. Cosa cambia per mascherine, isolamento, green pass e obbligo vaccinale
Il provvedimento recepisce la fine dello stato di emergenza. Prorogato lo smart working per i lavoratori fragili. Medici in quiescenza potranno continuare a ricevere incarichi di lavoro autonomo
di Francesco Torre
Epatiti misteriose, il microbiologo: «Adenovirus resta indiziato numero 1, non si esclude correlazione con Sars-CoV-2»
Il responsabile di Microbiologia del Bambino Gesù sulle epatiti virali acute nei bambini: «Lockdown e mascherine potrebbero aver scatenato un debito immunitario». Quali sono i sintomi da tenere d'occhio
Un test Covid fai da te può essere utilizzato anche se scaduto?
Alcuni test anti-Covid fai da te potrebbero essere utilizzati oltre la data di scadenza, Basta controllare sul sito dell'azienda produttrice
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 maggio, sono 526.097.252 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.278.679 i decessi. Ad oggi, oltre 11,44 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

Bill Gates aveva parlato pubblicamente del rischio di future pandemia e di bioterrorismo, facendo riferimento a possibili attacchi con il vaiolo. Spazio per nuove teorie del complotto