Salute 15 maggio 2015

Ebola, condizioni stazionarie. In 13 in isolamento

L’operatore contagiato dall’Ebola ha ancora la febbre e una “sintomatologia gastrointestinale importante”. «I selfie all’ospedale documentazione didattica»

Le condizioni del “paziente 2”, l’infermiere sardo di 37 anni ricoverato allo Spallanzani, al momento sarebbero stazionarie, ed i parametri vitali stabili (IL BOLLETTINO). Tutto ciò, fermo restando il peggioramento cui è andato incontro l’operatore di Emergency la scorsa notte, da quando ha presentato una “sintomatologia gastrointestinale importante”, che ha reso necessario iniziare la nutrizione parenterale e proseguire con la terapia reidratante per via orale ed endovenosa. È questo il quadro tracciato dall’ultimo bollettino emesso dallo Spallanzani, il quale comunica, inoltre, che la notte scorsa è cominciata la somministrazione di un secondo farmaco sperimentale non registrato, dopo il primo trattamento antivirale specifico iniziato già ieri. Il farmaco, già autorizzato con ordinanza Aifa del 12 maggio, su indicazione del Ministro della Salute, è arrivato ieri dall’estero. “L’importazione – recita il bollettino – è stata grandemente facilitata dagli Usmaf del Ministero della Salute”.

Ed è bufera sulle foto e i filmati ripresi con i cellulari per immortalare il trasferimento del paziente dall’ospedale di Sassari all’aeroporto di Alghero. Un fenomeno definito “avvilente” dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin; sdegno condiviso anche dalll’assessore alla Sanità della Regione Sardegna. Ma un’indagine interna effettuata dopo la diffusione di immagini rileva che alcune foto e riprese del trasferimento dell’infermiere sardo contagiato dall’Ebola dal reparto malattie infettive di Sassari sono state girate da studenti e specializzandi per scopi scientifici e didattici.

Intanto, a Sassari salgono a 13 le persone messe in isolamento precauzionale dopo il caso di positività al virus dell’Ebola del cooperante. Fra loro ci sono parenti stretti (madre e due sorelle), medici, operatori sanitari del 118 e tecnici di laboratorio della Asl di Sassari che sono venuti a contatto con l’infermiere che ha lavorato in Sierra Leone da febbraio e fino al 6 maggio. Le 13 persone non sono ricoverate in ospedale ma vengono costantemente monitorate. E proprio a Sassari si è tenuto oggi un vertice in prefettura, presieduto dal prefetto Salvatore Mulas, con l’Assessore regionale della Sanità, Luigi Arru, i vertici delle Asl 1 di Sassari e dell’Azienda Ospedaliero Universitaria e del 118 per fare il punto della situazione ed esaminare eventuali provvedimenti.

Articoli correlati
SIMIT su HIV, appello alle istituzioni: «Dobbiamo lottare contro il negazionismo. Ministero e ordini intervengano»
In merito al recente caso di cronaca dell’untore di Ancona e alle relative successive affermazioni, il professor Massimo Galli, Presidente SIMIT, Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali, interviene sull’argomento. LEGGI ANCHE: UNTORE HIV ANCONA, LO PSICHIATRA: «FORSE MECCANISMO DI NEGAZIONE DELLA MALATTIA, MA NON PSICHIATRIZZIAMO TUTTO È tempo di intervenire «La recente vicenda dell’autotrasportatore di Ancona HIV […]
Bollettino Ebola, in Congo già registrati 27 morti e 58 casi
Esattamente 20 giorni fa, il Ministro della Salute della Repubblica Democratica del Congo ha dichiarato il ritorno di ebola. Per la nona volta negli ultimi 40 anni, il Paese è costretto ad affrontare nuovamente un’emergenza che già conta decine di morti. L’ultimo bollettino dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, pubblicato lo scorso 23 maggio, riporta i numeri […]
Ebola è tornata. Roberto Cauda (Gemelli): «In realtà il virus non se n’è mai andato, c’è sempre stato»
«L'infezione rimane latente in alcuni animali definiti 'serbatoi' e quando l'uomo entra in contatto con qualche specie infetta ecco che torna il focolaio». L'intervista al Direttore dell'Area Malattie Infettive del Policlinico Gemelli di Roma
Ebola, arriva il vaccino per combattere l’epidemia in Congo
«La distribuzione del vaccino contro l’Ebola nella Repubblica Democratica del Congo (RDC) potrebbe dare un impulso vitale alla lotta contro la malattia» ha affermato il Dottor Seth Berkley, CEO di Gavi, The Vaccine Alliance, una partnership pubblico-privata dedicata a salvare le vite dei bambini e a proteggere la salute delle persone tramite l’incremento di un […]
OMS, al via l’Assemblea Mondiale. L’agenda del Direttore Tedros: più sanità per tre miliardi di persone
Pubblicato il World Health Statistics 2018. Ecco gli obiettivi dei prossimi cinque anni che i delegati dei 194 Paesi membri dell'Organizzazione Mondiale della Sanità stanno discutendo a Ginevra
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Dal corso MMG a Montecitorio, la storia di Rosa Menga (M5S): «Noi medici di famiglia portavoce dei pazienti in Parlamento»

È uno dei più giovani parlamentari della XVIII Legislatura e frequenta il corso di formazione in medicina generale: «Serve una visione meno ospedalocentrica dell’assistenza sanitaria. Telemedina ...
Diritto

Consenso informato, l’avvocato Pittella: «Per medico meno responsabilità civile o penale»

«I giudici in caso di contenzioso chiedono al paziente se è stato correttamente informato. Ma come si fa a saperlo? Un video, un audio, un consenso scritto in presenza dei testimoni? Questo è quell...
Formazione

Numero chiuso, 800 posti in più a Medicina. Gaudio (Sapienza): «Necessari per far fronte a carenza medici»

Saranno 9779 gli aspiranti camici bianchi che potranno immatricolarsi in autunno. Comunicate anche le date dei test: si inizia il 4 settembre con Medicina e Odontoiatria, il 5 con Veterinaria, il 12 s...