Salute 26 settembre 2017

Chikungunya, Cappellano (OMCeO Roma): «Occorre riconoscere sintomi rapidamente, i virus esotici possono essere letali»

È allarme Chikungunya a Roma e nel Lazio: 102 casi accertati finora e il numero, a detta degli esperti, è destinato a crescere. «Fronte unito sanità e istituzioni per combattere emergenza» l’intervista a Ernesto Cappellano, Coordinatore Commissione Prevenzione OMCeO Roma

«Servono aggiornamenti costanti per il personale sanitario su malattie scomparse in Italia, i viaggi internazionali mettono a rischio il Paese, dobbiamo sempre essere preparati. È bene rinfrescare la memoria dei colleghi e l’Ordine ha anche questo compito» lo dichiara Ernesto Cappellano, Coordinatore Commissione Prevenzione OMCeO Roma che fa il punto della situazione sull’allarme Chikungunya, malattia virale trasmessa da zanzare infette che ha colpito prevalentemente il Lazio. Infatti continua a salire il numero di contagi e la Regione ha comunicato che, ad oggi, al Seresmi (Servizio Regionale di Sorveglianza Malattie Infettive) sono pervenute un totale di 102 infezioni da zanzare infette.

LEGGI ANCHE: CHIKUNGUNYA, MINISTRO LORENZIN: «FONDAMENTALE DISINFESTAZIONE IN TUTTE LE ZONE A RISCHIO»

«È chiaro che l’Ordine di Roma non poteva rimanere indifferente a questa problematica che ha grande rilevanza sanitaria e sociale – prosegue Cappellano-. Nel Lazio, in particolare a Roma ed Anzio, si sono verificati, da questa estate, alcuni casi di questa malattia trasmessa attraverso la puntura di zanzare del genere Aedes (la zanzara tigre). I sintomi sono: febbre, forti dolori articolari, in qualche caso rash cutaneo. La malattia è tipica dei climi caldi, ma da alcuni anni cominciano a verificarsi casi anche in Italia. In genere ha una buona risoluzione e non lascia eccessivi strascichi. Per motivi di profilassi, in questo momento, sono state escluse alcune persone, quindi sono diminuite le donazioni di sangue, in particolare nelle zone della Asl Roma 2 e di Anzio e questo potrebbe avere ripercussioni per le scorte ematiche della nostra Regione. Per evitare questo e potenziare le scorte di sangue per i cittadini della Regione Lazio, sono intervenute altre Regioni».

LEGGI ANCHE: MALARIA, «IN ITALIA CENTINAIA DI CASI L’ANNO: IN TROPPI PARTONO SENZA PROFILASSI» L’INTERVISTA AL DOTTOR IPPOLITO (SPALLANZANI)

Per fare il punto sull’emergenza e tenere aggiornati i professionisti sanitari «abbiamo ritenuto importante – spiega Cappellano – come Ordine di Roma, organizzare un convegno che si terrà il 7 ottobre presso l’aula Teatro dell’Ospedale Santo Spirito per sensibilizzare tutti i colleghi romani e far conoscere la vera situazione epidemiologica. Abbiamo invitato a parlare i maggiori esperti nazionali, tra cui il Prof. Rezza dell’Istituto Superiore della Sanità ed il Prof. Ippolito, Direttore Scientifico dello Spallanzani. Invito tutti i medici romani ad intervenire dal momento che questa malattia non è molto conosciuta nel nostro territorio».

In merito a ciò, la Regione Lazio informa, in una nota stampa, che mercoledì 27 settembre si terrà “un corso formativo per medici e pediatri sulla gestione dell’infezione da Chikungunya presso il Centro congresso dell’INMI L. Spallanzani di Roma. L’iniziativa è finalizzata a garantire una elevata capacità di gestione nei confronti di altri casi con sintomi riconducibili all’infezione nelle strutture sanitarie regionali. Il corso coinvolgerà 150 persone ed è rivolto ai dirigenti dei Dipartimenti prevenzione delle Asl con particolare riferimento ai Servizi malattie infettive, medici di Pronto soccorso, dei reparti di malattie infettive di medicina generale e pediatri. Obiettivi dell’evento formativo sono la conoscenza dell’epidemiologia clinica correlata alla Chikungunya le misure di sorveglianza e controllo dell’infezione prodotta dal virus” .

 

Articoli correlati
Zanzara tigre, Alessio d’Amato (Regione Lazio): «Una task force per una prevenzione in rete»
«I casi di Chikungunya verificatisi l’anno scorso hanno evidenziato l’importanza della prevenzione e del controllo dell’insetto che trasmette questa malattia: la  zanzare tigre». Lo ha dichiarato l’Assessore alla Sanità e Integrazione Socio-sanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato, presentando il tavolo di esperti del settore che ha come obiettivo quello di creare una task force per rafforzare […]
Malaria, Rezza (ISS): «In Italia ogni anno ci sono ancora centinaia di casi». Ecco cosa fare in caso di viaggi in zone a rischio
È estremamente diffusa in tutto il mondo ed è tra le principali malattie di importazione. Dai farmaci alle norme comportamentali, le indicazioni da seguire se si intende recarsi in uno dei Paesi ad alta endemia di malaria
Spallanzani, arriva il murales in occasione degli 80 anni dell’Istituto
Si inaugura giovedì 3 maggio, alle ore 11, l’imponente murales creato per onorare la Hall of Fame della Scienza in occasione degli 80 anni dell’INMI “Lazzaro Spallanzani”. Sono stati tre artisti, Andrea Marrapodi, in arte KIV, Gregorio Pampinella e Daniele Tozzi, scelti dopo accurata selezione, a lavorare per più di un mese lungo il muro […]
Terni, ritorna dal Madagascar con febbre e cefalea: nessuna malattia infettiva
Sta bene il ternano con sintomi di febbre, diarrea e cefalea – presenti da quando era rientrato da un soggiorno in un’isola del Madagascar –  che l’avevano spinto a recarsi il 24 dicembre al pronto soccorso dell’Ospedale di Terni. Esclusa fin da subito l’ipotesi della peste (preoccupazione nata dal fatto che in alcune città del […]
Lo studio dell’OMCeO di Roma: 66% dei medici ha subito aggressioni. Lavra: «Vergognoso per Sistema Paese»
Lo studio, condotto dall’Università Sapienza, accende i riflettori sulle conseguenze psico-fisiche delle aggressioni, fisiche e verbali, agli operatori sanitari. Cappellano (Tesoriere OMCeO Roma): «Importanti i corsi per riconoscere aggressività latente»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

È Giulia Grillo il nuovo Ministro della Salute: ecco come la pensa su vaccini, liste d’attesa e intramoenia

Il medico, nato a Catania il 30 maggio di 43 anni fa, è stata indicata per il dicastero della Salute del Governo Conte. Spesso presente in prima linea alle iniziative sindacali unitarie dei medici, t...
Politica

Corruzione in sanità, Sileri (M5S): «Toglie risorse a pazienti, combatterla sarà priorità del governo Conte»

«La lotta alla corruzione fa parte del contratto di governo. Io come medico vivo la corruzione in sanità che mangia gran parte del fabbisogno destinato ad i pazienti» così il chirurgo e senatore d...
Salute

Contratto medici, Quici (CIMO): «Aran ci propone copia e incolla del comparto sanità. Ma noi non firmeremo testi peggiorativi»

Il Presidente del sindacato si dice ‘arrabbiato’ per l’andamento delle trattative sul rinnovo contrattuale. E spiega: «Lo Stato ha incluso le risorse nel Fondo sanitario nazionale mentre le reg...