Politica 9 ottobre 2017

Aceti (Cittadinanzattiva) «Senza investimenti SSN affonderà. E sarà impossibile eliminare il superticket»

«Cittadinanzattiva si offre per certificare la qualità della performance e centrare la sfida lanciata dalla Fimmg». L’intervista a Tonino Aceti, Coordinatore del Tribunale per i Diritti del Malato

«Il superticket rende 500 milioni di euro, e se la prossima Legge di Bilancio non prevede investimenti per il rilancio dell’SSN, la sua abrogazione sarà difficilmente sostenibile». È chiaro il quadro presentato da Tonino Aceti ai nostri microfoni: i continui tagli al Ssn e la riduzione, di anno in anno, dei finanziamenti al Fondo sanitario nazionale, stanno portando il sistema ad una situazione di estrema difficoltà, che renderà impossibile garantire tutta una serie di misure prioritarie, dal punto di vista di Cittadinanzattiva: «Non solo l’abrogazione del superticket, che reputiamo un elemento di iniquità che influisce negativamente sulla salute dei cittadini e sul servizio sanitario pubblico, dando vantaggio al servizio privato. Ma di questo passo diventerà difficile anche affermare i nuovi Lea, recepiti solo da poche Regioni, e sappiamo quanti soldi mancano per sostenerli effettivamente in tutto il Paese. E poi servono risorse per sbloccare la stagione dei contratti di tutto il personale sanitario – continua Aceti -. Sappiamo che c’è un accordo collettivo nazionale della medicina convenzionata che deve essere sbloccato, e deve essere sbloccato velocemente. L’idea di fondo è positiva, ora però bisogna metterci le risorse».

Le idee da sole infatti non bastano, per migliorare il Ssn servono i soldi. «C’è un fenomeno che stiamo denunciando fortemente, cioè l’enorme distanza tra il dire e il fare – prosegue Aceti -. Sono anni che si parla di sostenere il Servizio sanitario nazionale, di finanziarlo e di rilanciarlo, e poi si fa l’esatto opposto. Il rapporto spesa sanitaria – Pil è sempre più decrescente; l’approccio al SSN è sempre più depressivo. Quest’anno poi abbiamo raggiunto il fondo, visto che il rapporto previsto dalla nota d’aggiornamento nel 2020 al Def sarà del 6%. Ed è noto che per l’Oms il valore oltre il quale si intacca l’assistenza e la salute dei cittadini è fissato al 6,5%. In più vanno considerati i tagli al finanziamento del fondo sanitario nazionale previsti dal decreto del giugno 2017, per cui nel 2018 avremo 604 milioni di euro in meno, e non ce lo possiamo permettere. In questo modo stiamo portando il servizio sanitario nazionale ad una situazione di estrema difficoltà».

In questa situazione, la sfida della performance lanciata dal Congresso della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (FIMMG), svoltosi nei giorni scorsi i Sardegna, viene applaudita da Tonino Aceti: «È una grande innovazione che ci vede molto favorevoli. Passare dal pagamento a prestazione al pagamento legato al raggiungimento degli obiettivi di salute e alla qualità dell’assistenza richiede però una misurazione e una certificazione del raggiungimento degli obiettivi che non può più essere autoreferenziale». Cittadinanzattiva si candida quindi come soggetto che possa spezzare questa autoreferenzialità «alla luce della nostra esperienza all’interno del servizio sanitario nazionale. Cittadinanzattiva, insieme al Ministero, alle Regioni e a Fimmg, può dare il suo contributo per fissare e rilevare gli indicatori da misurare e permettere quindi la realizzazione completa del modello proposto dai medici di medicina generale».

Articoli correlati
Fimmg-Fimp incontrano il Ministro Grillo. Scotti-Biasci: «Investire su credibilità offerta territoriale»
«Tecnologia e personale nei nostri studi, servono investimenti», chiedono i due dirigenti. Tra le tematiche affrontate vaccinazioni, cronicità, appropriatezza delle cure
Aggressioni ai medici, il ddl di Michela Rostan (LeU): «Camici bianchi siano pubblici ufficiali per far scattare denuncia d’ufficio»
Tra i firmatari della proposta i deputati Paolo Siani e Federico Conte. Bocciata la richiesta di inasprimento delle pene avanzata dal Ministro Grillo: «Servono pene più certe perché spesso gli episodi non vengono denunciati»
Aderenza terapeutica, Cittadinanzattiva: dal 30% al 50% dei farmaci non sono assunti in modo corretto. In UE oltre 194mila decessi
Il costo stimato di questi errori è in 125 miliardi l’anno. In quattro Regioni visite mediche a ‘cronometro’. Aceti: «Dare tempestiva attuazione al Piano Nazionale della Cronicità»
Rapporto Crea, i Sistemi sanitari regionali più performanti sono tutti al Nord. Critiche le Regioni del Sud
Presentato lo studio “Una misura di Performance dei Servizi Sanitari Regionali” del Consorzio di Tor Vergata. Complessivamente i livelli di soddisfazione degli esperti del panel sono relativamente scarsi: anche i migliori risultati regionali raggiunti sono lontani da una performance ottimale
Acn medicina convenzionata, arriva il via libera definitivo da parte della Conferenza Stato-Regioni
Antonio Magi, segretario generale SUMAI Assoprof: «Ora ci aspettiamo che venga attuato quanto prevede la Convenzione, ovvero che sia riconosciuto il ruolo degli Specialisti Ambulatoriali Interni nella realizzazione degli obiettivi prioritari di politica sanitaria nazionale». Silvestro Scotti, segretario nazionale della Fimmg: «L’Acn è un punto d’arrivo, ma anche un punto di partenza per ragionare in maniera costruttiva sul futuro della Sanità pubblica e dell’SSN»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM, dal 2019 scattano i controlli. Anelli (FNOMCeO): «Valuteremo inadempienze». Coletto (Agenas): «Stop a ‘infiltrati’, serve verifica»

È a metà strada il triennio ECM 2017-2019: in aumento il numero di medici e operatori in regola, ma rimangono molti camici bianchi inadempienti. Controlli dal 2019. INTERVISTE AD ANELLI (FNOMCEO) E ...
Salute

Aggressioni al personale sanitario, Flori Degrassi (Asl Roma 2): «Operatori in trincea, minacciati anche con pistole»

«Abbiamo dovuto mettere le barriere al Pronto soccorso del Pertini ma l’interfono ostacola il rapporto tra paziente e operatore sanitario. E, nel nostro lavoro, la comunicazione è fondamentale», ...
Lavoro

Tasse e contributi, come non sbagliare la dichiarazione. La guida completa alla compilazione del Modello D

Entro il 31 luglio i camici bianchi che hanno svolto attività libero professionale nel 2017 devono compilare nell’area riservata Enpam il Modello D. Ecco come scegliere le aliquote, come calcolare ...