Lavoro 7 novembre 2017

AIOP: crisi SSN? Il privato è una delle soluzioni «ma abbiamo bisogno del supporto di politica e istituzioni»

«La sanità privata produce all’incirca un quarto delle prestazioni ospedalieri e specialistiche, vogliamo lavorare di più e dare un concreto aiuto al Paese, il decreto legislativo 95 ostacola e indebolisce» così il Presidente Nazionale Aiop Gabriele Pelissero

«In una Sistema Sanitario Nazionale sotto scacco per mancanza di risorse, l’ospedalità privata può offrire il suo contributo». Fa il punto sulle nuove sfide dell’assistenza sanitaria privata e pubblica il Presidente Nazionale Aiop Gabriele Pelissero intervistato in occasione dell’Healthcare Summit del Sole 24 Ore a Roma.

«Siamo consapevoli che le dinamiche della finanza pubblica sulla spesa sanitaria sono un problema che si sta ponendo sempre più intensamente – prosegue il Presidente -. Pertanto è indispensabile raggiungere dei livelli di efficienza e qualità sempre più elevati: questa è la vera sfida per la sostenibilità del Sistema Sanitario Italiano».

LEGGI ANCHE: PREVENZIONE E FORMAZIONE, PELISSERO (PRESIDENTE AIOP): «COSÌ LE STRUTTURE PRIVATE TENGONO BASSO IL CONTENZIOSO MEDICO-PAZIENTE»

«Da questo punto di vista la componente privata fornisce un concreto aiuto, infatti questa produce un quarto delle prestazioni ospedaliere e specialistiche del servizio – prosegue -. Oggi ci si trova di fronte ad un problema molto serio che non è solo un problema del privato, ma anche delle Regioni e della programmazione che sono gli strumenti per affrontare la sostenibilità: il decreto legislativo 95 del 6 luglio 2012 ha posto un blocco che impedisce alle Regioni di usare con flessibilità la componente privata accreditata che è presente in modo variabile e ha grandi capacità di organizzazione ed efficienza. Quello che noi stiamo chiedendo al Governo e anche alla Corte costituzionale è di rimuovere un blocco che non ha nessuna ragione di essere. Ricordo che noi siamo per Legge fermi ai volumi di attività prodotti nell’anno 2011 meno il 2%. Questo non ha senso in un momento in cui le liste d’attesa crescono, la pressione della domanda dei cittadini sul Sistema Sanitario Nazionale nella sua interezza è crescente e noi siamo in grado di produrre prestazioni con costi perfettamente allineati, molto competitivi e con grande soddisfazione degli utenti».

«Noi vogliamo lavorare di più vogliamo dare un aiuto concreto per l’implementazione dei nuovi LEA, bisogna liberare le Regioni da questo vincolo assurdo e consentire di mettere tutte le risorse esistenti a disposizione del SSN. Noi siamo prontissimi, – conclude il Presidente – speriamo che questo problema si risolva nell’interesse soprattutto dei cittadini italiani, del sistema e ovviamente anche dei nostri operatori sanitari che vogliono lavorare di più ma in questo momento non lo possono fare».

Articoli correlati
Ue, faccia a faccia Grillo–Andriukaitis. Quando Commissario Salute diceva: «M5S segue scienza o fake news?»
Il Ministro partecipa al suo primo Consiglio europeo Salute. Sui vaccini dice: «Sono un fondamentale strumento di prevenzione sanitaria». Intanto infuria la polemica dopo le frasi del vicepremier Salvini: «Dieci vaccini inutili e pericolosi». La replica di Burioni: «Lo sfido a portare le prove». Insorgono le opposizioni
Equità in salute: parte la Join Action Europea coordinata dall’ISS
Sarà l’Italia, attraverso l’Istituto Superiore di Sanità, a coordinare la Join Action Europea per ridurre le disuguaglianze di salute dei cittadini dell’Unione, con il supporto della Regione Piemonte, dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (AGENAS), dell’Istituto Nazionale Salute, Migrazioni e povertà (INMPI) e del Ministero della Salute. «Siamo felici di guidare un programma d’azione […]
San Benedetto, Ministero Salute chiede il ritiro di un lotto di acqua contaminata
Il Ministero della Salute ha comunicato l’immediato richiamo del lotto 23LB8137E delle bottigliette da mezzo litro di acqua minerale naturale Fonte Primavera con data di scadenza al 16/11/2019. Il motivo della segnalazione è il rischio clinico per la “presenza consistente di contaminanti idrocarburici come: xilene, etilbenzene, trimetilbenzene e toluene“. Il richiamo del Ministero riguarda solo il lotto indicato, imbottigliato “presso lo […]
Al via a Roma “3rd Health City Forum” e “11th Italian Barometer Diabetes & Obesity Forum”
Italian Barometer Diabetes Observatory (IBDO) Foundation, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Health City Institute, Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane, I-Com – Istituto per la Competitività e Cities Changing Diabetes  presentano 3rd Health City Forum – 2nd Roma Cities Changing Diabetes Summit – Creating the world of tomorrow e 11th Italian Barometer Diabetes & […]
La salute passa per il sistema endocannabinoide. Bagar (International Institute for Cannabinoids): «Ecco come funziona e a cosa serve»
Diversi processi vitali per l’organismo umano e animale passano per una rete composta da milioni di recettori che interagiscono con i cannabinoidi: «Grandissime potenzialità, ma ancora non conosciamo tutto…»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

È Giulia Grillo il nuovo Ministro della Salute: ecco come la pensa su vaccini, liste d’attesa e intramoenia

Il medico, nato a Catania il 30 maggio di 43 anni fa, è stata indicata per il dicastero della Salute del Governo Conte. Spesso presente in prima linea alle iniziative sindacali unitarie dei medici, t...
Politica

Corruzione in sanità, Sileri (M5S): «Toglie risorse a pazienti, combatterla sarà priorità del governo Conte»

«La lotta alla corruzione fa parte del contratto di governo. Io come medico vivo la corruzione in sanità che mangia gran parte del fabbisogno destinato ad i pazienti» così il chirurgo e senatore d...
Salute

Contratto medici, Quici (CIMO): «Aran ci propone copia e incolla del comparto sanità. Ma noi non firmeremo testi peggiorativi»

Il Presidente del sindacato si dice ‘arrabbiato’ per l’andamento delle trattative sul rinnovo contrattuale. E spiega: «Lo Stato ha incluso le risorse nel Fondo sanitario nazionale mentre le reg...