Salute 24 marzo 2015

Con “Punto Biblio” la miglior cura è la lettura

L’iniziativa di Club Medici valorizza la struttura e arricchisce il paziente

Immagine articolo

La salute va a braccetto con la cultura, e l’ospedale può essere un luogo più rilassante e ameno di quello che comunemente si pensa.

E’ questo il doppio messaggio lanciato da Club Medici, protagonista del progetto “Punto Biblio”, un servizio di prestito bibliotecario e biblioteca multimediale istituito presso il Policlinico Universitario di Tor Vergata, rivolto ai pazienti e al personale ospedaliero, che si aggiunge all’ampia gamma di servizi offerti dall’associazione. Il riscontro del pubblico è tangibile, come costatato da Sanità Informazione e confermato con entusiasmo dagli operatori: “Settimana dopo settimana vediamo aumentare le iscrizioni: è una grandissima soddisfazione”.

L’iniziativa merita di essere esportata ad ampio raggio, per il valore aggiunto che apporta alle strutture che la mettono in atto: “L’ospedale è in tal modo valorizzato sia dal punto di vista dei pazienti sia dal punto di vista degli operatori sanitari. I servizi offerti sono vari: il servizio bibliotecario per chi è esterno o ricoverato, il servizio bibliotecario unito a quello di Club Medici, il servizio finanziario, turistico e assicurativo, rivolto a tutti gli operatori interni alla struttura, che possono usufruire di consulenze durante tutto l’arco dell’anno”.

“La nostra iniziativa – afferma Vincenzo Pezzuti, amministratore di Club Medici – è frutto di una riflessione su come qualificare il brand Club Medici non solo su servizi di quotidiana utilità come quello finanziario, assicurativo o turistico, ma anche su quelli a carattere sociale. Da qui l’idea di diventare lo strumento del servizio pubblico nel prestito bibliotecario. Un’esperienza fino ad oggi fantastica, e che auspichiamo venga condivisa anche da altre strutture ospedaliere. Credo che questo rapporto pubblico-privato sia un modello virtuoso e che darà buoni frutti.

Un interesse  manifestato anche dalle istituzioni? “Assolutamente sì – continua Pezzuti – basti pensare che all’inaugurazione del “Punto Biblio” è stata tenuta una conferenza con il Rettore dell’Università. Anche il Comune di Roma, peraltro direttamente coinvolto, ha manifestato attenzione per questa iniziativa. I prossimi mesi saranno impegnativi, e vedranno il coinvolgimento degli organi di stampa e istituzionali per divulgare questo modello che, senza costi, inserisce servizi di comfort in luoghi dove c’è sofferenza”.

Articoli correlati
Rapporto operatori sanitari-pazienti. Renzo, Presidente CAO: «Centrale la figura dei giornalisti»
Il Presidente della Commissione Albo Odontoiatri della FNOMCeO ai nostri microfoni: «Solo con una corretta informazione i cittadini possono scegliere dove farsi curare e venire a conoscenza di situazioni da denuncia»
Chi abita in periferia vive 4 anni di meno. Vella (Presidente AIFA): «Accesso alle cure, junk food e sport i problemi principali»
Numerosi studi epidemiologici dimostrano che chi ha un tenore di vita più alto ha un diverso accesso alle cure e una differente predisposizione alla prevenzione: «A Torino 4 anni di differenza nell’aspettativa di vita tra zone più ricche e meno abbienti»
Più rischio di morte se il medico è anziano. Lo studio britannico
E’ il risultato raggiunto da una ricerca condotta da Yusuke Tsugawa della Harvard T. H. Chan School of public health e pubblicata nei giorni scorsi dal British Medical Journal. Osservando per tre anni, dal 2011 al 2014 circa 730mila pazienti ultra sessantacinquenni seguiti da 19mila medici statunitensi, i ricercatori hanno studiato il tasso di mortalità […]
Meditazione zen, veleno di vipera e danza del ventre: bellezza e salute al Festival dell’Oriente
Si è conclusa a Roma la kermesse internazionale che ha portato nella Capitale italiana il meglio dell’arte, dei rimedi naturali e delle pratiche di benessere provenienti da ogni parte del mondo
Dalla Martines a Dolcenera gli appelli per giornata salute donna su vaccini e prevenzione
Una maratona giornaliera dedicata alla salute al femminile che si aprirà con la presentazione, da parte del Ministro Beatrice Lorenzin, del calendario della salute della donna – un vero e proprio vademecum tascabile con i consigli più importanti di prevenzione. Poi gli interventi di tante donne del mondo dello spettacolo, dello sport, youtubers che hanno […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...