TecHealth 14 Marzo 2019

Blockchain e sanità, Montigiani (JSB Solution): «Grandi vantaggi per i cittadini/pazienti, protocolli e prescrizioni saranno ‘tracciati’»

«Stiamo sperimentando l’uso della Blockchain in molti settori oltre alla sanità, nell’industria farmaceutica e nella ricerca clinica», sottolinea il manager a Sanità Informazione, a margine di Wired Health 2019

Fiducia nella Blockchain per migliorare la sanità. Potrebbe arrivare proprio dalla tecnologia che nasce per gestire gli asset la soluzione per risolvere alcuni importanti aspetti come verificare l’identità del paziente, tenere traccia delle prescrizioni o riguardare la corretta applicazione dei protocolli. Ne è convinto Jacopo Montigiani, General manager di JSB Solution che, durante l’evento dedicato all’innovazione nel campo della salute a Wired Health 2019 a Milano, ha evidenziato la necessità di avere un approccio comune e condiviso in particolare per la gestione della privacy. «Noi stiamo sperimentando l’uso della blockchain in molti settori oltre alla sanità, nell’industria farmaceutica e nella ricerca clinica. Ogni qual volta c’è bisogno di garantire che un bene di qualsiasi tipo debba essere tracciato, la Blockchain può gestirlo».

Dottor Montigiani, qual è il vantaggio che offre la Blockchain?

«È una tecnologia abilitante che alimenterà dei processi da cui il cittadino, il paziente, la casa farmaceutica o l’ospedale avrà vantaggi reali. Basti pensare al percorso di un paziente in un ospedale o in una clinica, con blockchain sarà possibile avere una funzionalità sul paziente: sapere se è puntuale, se ha un’analisi e potrà essere ripagato tramite un token da rispendere nell’ospedale con altre analisi o nel dispaccio».

LEGGI ANCHE: INNOVAZIONE E SANITA’, LA ‘BLOCKCHAIN ISLAND’ E’ MALTA. CHARLES SCERRI: «PRIMO STATO EUROPEO A REGOLAMENTARE SETTORE»

Possiamo fare una previsione, tra quanto l’Italia sarà pronta per questo passaggio?

«Se devo essere politico direi molto presto, ma se devo essere realistico non saprei rispondere perché il processo di Blockchain è di un sistema globale, non di una singola azienda, o di un’istituzione. Il nostro compito ora è crederci, fare un atto di fiducia, investendo in maniera abbastanza aperta, togliendo paura e barriere nella concorrenza tra aziende ed istituzioni. Si tratta di un approccio anglosassone che noi in Italia non siamo abituati ad avere, ma che dovremmo mettere sempre più in pratica per arrivare al risultato».

Articoli correlati
Europee, Battiston (Pd): «Ogni anno via dall’Italia 300mila giovani. Fermare ‘fuga dei cervelli’»
Come? «Imitiamo gli altri paesi europei», ne è convinto l’ex presidente dell’Agenzia spaziale italiana in corsa alle Europee per il Partito democratico nella circoscrizione Nord est. «Nel prossimo programma quadro, il nono, 110 miliardi di euro, il 10% del totale del programma è destinato a ricerca e innovazione L’Italia può portare nel proprio sistema più soldi di quanto investe in alcuni settori»
Elezioni europee, ecco gli impegni dei candidati per i medici
Dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ai suoi vice David Sassoli e Fabio Massimo Castaldo, fino al nuovo volto della Lega, l’economista Antonio Maria Rinaldi: le ricette in campo sui principali temi del mondo medico emerse nel confronto promosso da Consulcesi. Diverse le proposte ma i candidati sembrano uniti nella battaglia sui diritti negati ai medici ex specializzandi
Cybersecurity, l’allarme del Garante della Privacy: «Attacchi alla sanità cresciuti del 99%»
«La carente sicurezza dei dati e dei sistemi – ha rilevato Antonello Soro durante la sua relazione al Parlamento - che li ospitano può rappresentare una causa di malasanità». La soluzione potrebbe arrivare dall’utilizzo della Blockchain
Europee, David Sassoli (Pd): «Europa in campo per incentivare e premiare medici in regola con obbligo Ecm»
Il Vicepresidente del Parlamento Europeo, in visita alla sede romana del gruppo Consulcesi, si è schierato al fianco dei medici ex specializzandi che ancora aspettano giustizia dallo Stato italiano: «È un diritto che dev’essere riconosciuto, il tema della mediazione giuridica credo che sia l’unico che possa consentire giustizia». Poi sottolinea l’esigenza di avere «un’Europa più forte» ma che sia arricchita dalle «buone pratiche italiane»
Maratona di Roma 2019. Consulcesi Onlus: gara di solidarietà per sostenere l’Unità Mobile “Salute e Inclusione”
Gara di solidarietà anche tra i dipendenti e i manager di Consulcesi, che hanno partecipato alla Maratona di Roma per vincere la sfida contro l’indifferenza di chi vive ai margini
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...