TecHealth 14 Marzo 2019

Blockchain e sanità, Montigiani (JSB Solution): «Grandi vantaggi per i cittadini/pazienti, protocolli e prescrizioni saranno ‘tracciati’»

«Stiamo sperimentando l’uso della Blockchain in molti settori oltre alla sanità, nell’industria farmaceutica e nella ricerca clinica», sottolinea il manager a Sanità Informazione, a margine di Wired Health 2019

Fiducia nella Blockchain per migliorare la sanità. Potrebbe arrivare proprio dalla tecnologia che nasce per gestire gli asset la soluzione per risolvere alcuni importanti aspetti come verificare l’identità del paziente, tenere traccia delle prescrizioni o riguardare la corretta applicazione dei protocolli. Ne è convinto Jacopo Montigiani, General manager di JSB Solution che, durante l’evento dedicato all’innovazione nel campo della salute a Wired Health 2019 a Milano, ha evidenziato la necessità di avere un approccio comune e condiviso in particolare per la gestione della privacy. «Noi stiamo sperimentando l’uso della blockchain in molti settori oltre alla sanità, nell’industria farmaceutica e nella ricerca clinica. Ogni qual volta c’è bisogno di garantire che un bene di qualsiasi tipo debba essere tracciato, la Blockchain può gestirlo».

Dottor Montigiani, qual è il vantaggio che offre la Blockchain?

«È una tecnologia abilitante che alimenterà dei processi da cui il cittadino, il paziente, la casa farmaceutica o l’ospedale avrà vantaggi reali. Basti pensare al percorso di un paziente in un ospedale o in una clinica, con blockchain sarà possibile avere una funzionalità sul paziente: sapere se è puntuale, se ha un’analisi e potrà essere ripagato tramite un token da rispendere nell’ospedale con altre analisi o nel dispaccio».

LEGGI ANCHE: INNOVAZIONE E SANITA’, LA ‘BLOCKCHAIN ISLAND’ E’ MALTA. CHARLES SCERRI: «PRIMO STATO EUROPEO A REGOLAMENTARE SETTORE»

Possiamo fare una previsione, tra quanto l’Italia sarà pronta per questo passaggio?

«Se devo essere politico direi molto presto, ma se devo essere realistico non saprei rispondere perché il processo di Blockchain è di un sistema globale, non di una singola azienda, o di un’istituzione. Il nostro compito ora è crederci, fare un atto di fiducia, investendo in maniera abbastanza aperta, togliendo paura e barriere nella concorrenza tra aziende ed istituzioni. Si tratta di un approccio anglosassone che noi in Italia non siamo abituati ad avere, ma che dovremmo mettere sempre più in pratica per arrivare al risultato».

Articoli correlati
Big Data e ambiente, Desideri (ISS): «Il 30% delle cause di mortalità per tumore sono da ricondurre agli stili di vita»
«L’ambiente di vita e di lavoro deve essere al centro delle politiche del sistema sanitario pubblico» ha evidenziato Enrico Desideri, Presidente Fondazione ISS, a margine del congresso Big Data in Health di cui Sanità Informazione è stata media partner. E sul diritto dei cittadini ad intraprendere azioni legali per la mancata tutela della salute: «I cittadini devono alzare la voce e farsi sentire»
Congresso Aimo e simposio Goal, Tortorella: «La blockchain cambia la sanità, anche per gli oculisti »
Tra i temi affrontati, anche l’innovazione rappresentata dalla Blockchain. Tortorella (Consulcesi Tech): «È una tecnologia che verifica e congela l’accaduto. Fondamentale per certificare la formazione ECM»
di Giulia Cavalcanti e Cesare Buquicchio
Blockchain, Pacini (Consulcesi TECH): «Al via con Link Campus University il primo master MBA per le applicazioni nella sanità»
Il corso, MBA di primo livello, è stato presentato durante la Blockchain Week a Roma, la kermesse della tecnologia bitcoin, organizzata da Blockchain Management SL presso l’hotel Mercure Roma West
Marco Camisani Calzolari spiega la blockchain in Sanità: «Renderà tutto molto più trasparente»
A Milano il convegno “Responsabilità professionale e arbitrato della salute” è stata l'occasione per presentare tutte le potenzialità in campo sanitario della nuova tecnologia
Blockchain, Liberatore (IQVIA): «Ogni campo della sanità può essere ingegnerizzato»
All’evento “Futuro. Direzione Nord” il colosso mondiale IQVIA ha presentato la sua collaborazione con Consulcesi Tech su survey, ricerca e formazione dei medici. Liberatore: «Ora è possibile verificare se il medico ha svolto il suo aggiornamento»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Cause

Ex specializzandi, Di Amato: «Scorrette le sentenze contrarie basate su prescrizione»

Dal convegno organizzato dall’università Luiss Guido Carli e Sanità Informazione, le ultime novità in tema di inadempimento del diritto UE da parte dell’Italia in ambito sanitario. Parlano i pr...
Università

Test medicina 2019, l’attesa è finita. La graduatoria è online

Il Miur ha pubblicato la graduatoria ufficiale nominativa nazionale e di merito che stabilisce chi ha superato la prova d’accesso ed è riuscito ad accedere alla Facoltà di Medicina. Per i tanti ch...
Salute

Professioni sanitarie, Beux (maxi Ordine): «Dal 1° ottobre possibile iscriversi agli elenchi speciali»

Il Presidente della Federazione degli Ordini TSRM e PSTRP annuncia l’attivazione sul portale della procedura per iscriversi: «I professionisti, iscrivendosi al relativo elenco speciale a esauriment...