Collaborazione multiprofessionale e multisettoriale: attori e componenti del PON GOV Cronicità

I componenti della comunità di pratica del progetto PON GOV Cronicità hanno un ruolo rilevante per rendere concretamente trasferibili ed applicabili alle singole realtà territoriali le buone pratiche individuate nell’ambito del progetto

Immagine articolo

I componenti della comunità di pratica del progetto PON GOV Cronicità hanno un ruolo rilevante per rendere concretamente trasferibili ed applicabili alle singole realtà territoriali le buone pratiche individuate nell’ambito del progetto. In questo contesto, il Ministero della Salute con il coordinamento tecnico scientifico di Agenas promuove azioni a livello centrale e regionale per l’attuazione del progetto, attraverso una struttura organizzativa e di governance articolata su 3 livelli: istituzionale, finanziario e tecnico scientifico.

Per favorire il coinvolgimento di tutte le Direzioni generali interessate, è stato istituito un Comitato Guida interdirezionale. Il Comitato è composto da: Direzione Generale della Programmazione Sanitaria, Direzione generale della digitalizzazione, del sistema informativo sanitario e della statistica, Direzione generale della prevenzione sanitaria, Direzione generale delle Professioni sanitarie e delle risorse umane del servizio sanitario nazionale, Direzione generale della comunicazione e dei rapporti europei e internazionali, Direzione generale della ricerca e dell’innovazione in sanità, Segretariato generale.

I componenti della Comunità di pratica

La Comunità di pratica coinvolge tutti gli attori del progetto PON GOV Cronicità: Ministero della Salute, AGENAS, i Nuclei tecnici – centrale e territoriale, di supporto rispettivamente alle attività delle Direzioni del Ministero ed alle Regioni, Referenti regionali per la cronicità e l’ICT.

In particolare, il Nucleo Tecnico Centrale – in stretta sinergia con le Direzioni ministeriali – è il riferimento metodologico e di coordinamento per i referenti regionali e ha l’obiettivo di identificare gli elementi chiave nelle best practices validate e creare una matrice di trasferibilità da mettere a disposizione delle Regioni interessate.

Il Nucleo Tecnico Territoriale è costituito da esperti che lavorano a stretto contatto con i territori per l’attuazione e il trasferimento delle buone pratiche selezionate, per favorire lo scambio di conoscenze e competenze e il change management tra realtà più innovative e aziende sanitarie meno avanzate.

Alle attività dei diversi componenti sono affiancate azioni di sistema, per la condivisione di indirizzi strategici e metodi operativi. In particolare, per definire linee di policy comuni e promuovere la conoscenza di risultati e modelli condivisi, il Progetto si avvale di un Advocacy Group e di una Rete di referenti regionali per la cronicità e l’ICT. In particolare, l’Advocacy Group nell’ambito del PON GOV Cronicità riunisce i rappresentanti degli enti/attori istituzionali indicati dalle Direzioni Generali del Ministero della Salute (l’Agenzia per l’Italia Digitale AGID), l’Istituto Superiore di Sanità (ISS), l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), Cittadinanza attiva e Regioni per promuovere la reciproca conoscenza di risultati e definire e sostenere, attraverso un’azione di indirizzo, linee di policy comuni sulle tematiche di intervento.

La Rete dei Referenti per la cronicità e l’ICT, infine, è composta da figure professionali competenti sui temi della cronicità e sull’applicazione delle nuove tecnologie ICT, condivide gli indirizzi strategici ed operativi per la realizzazione delle attività del Progetto e approfondisce le tematiche e il percorso da realizzare per la definizione di un modello condiviso per la gestione della cronicità con il supporto dell’ICT. Alcuni recenti contributi del lavoro della rete sono stati presentati a Forum Risk Management 2022.

Per saperne di più: https://osservatoriocronicita.it/

 

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

World Obesity Day: oltre un miliardo di obesi nel mondo, quadruplicati in 30 anni i bimbi oversize

L'analisi pubblicata su ‘Lancet’: la quota di 'oversize' fra gli adulti è più che raddoppiata nelle donne e quasi triplicata negli uomini dal 1990 al 2022, nell'arco di una t...
di I.F.
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Advocacy e Associazioni

Screening oncologici, da Pazienti e Clinici la richiesta di un’azione più incisiva per ampliare l’offerta e aumentare l’adesione dei cittadini

Tra le proposte degli esperti: introdurre la prevenzione come materia di insegnamento nelle scuole, digitalizzare i processi di invito allo screening, promuovere un’informazione costante e capil...
di I.F.