Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

Prevenzione 28 Giugno 2017

I vaccini da fare da adulti

Quali vaccini fare da adulti? Secondo le Linee Guida segnalate dal Ministero della Salute: «Vaccini: argomento di grande attualità, viste anche le recenti novità legislative in merito. Di frequente si discute delle vaccinazioni per i bambini, meno spesso di quelle da fare da grandi. Quali sono quindi i vaccini da fare da adulti? Ogni 10 […]

Immagine articolo

Quali vaccini fare da adulti?

Secondo le Linee Guida segnalate dal Ministero della Salute:

«Vaccini: argomento di grande attualità, viste anche le recenti novità legislative in merito. Di frequente si discute delle vaccinazioni per i bambini, meno spesso di quelle da fare da grandi. Quali sono quindi i vaccini da fare da adulti? Ogni 10 anni andrebbe fatto il richiamo del vaccino contro difterite, tetano e pertosse. Se non si è stati vaccinati precedentemente con due dosi e non si è stati colpiti dalle malattie, è possibile fare il vaccino contro morbillo, parotite, rosolia e varicella. Inoltre per le donne, se non è già stato eseguito in precedenza, è disponibile il vaccino anti-HPV. Dopo i 50 anni è consigliabile il vaccino anti-influenzale stagionale da ripetere ogni anno e a 65 anni sono previste le vaccinazioni contro lo pneumococco e l’herpes zoster».

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

All’11 maggio, sono 158.957.229 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.303.877 i decessi. Ad oggi, oltre 1,30 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Salute

Vaccini e rischi, Peyvandi (EMA): «No ad eparina o aspirina prima dell’inoculazione»

Le raccomandazioni di Flora Peyvandi del comitato scientifico dell’Agenzia: «Non bisogna neppure sospendere la pillola anticoncezionale»
di Federica Bosco