Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

Nutrizione 28 agosto 2017

Quanto bisogna aspettare prima di fare il bagno?

L’estate è ormai agli sgoccioli, ma per molti il dubbio è sempre lo stesso: è vero che non si può fare il bagno in mare o in piscina subito dopo aver mangiato? Cosa dobbiamo fare per evitare la congestione alimentare? Lo abbiamo chiesto alla dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista. «In estate la congestione è […]

Immagine articolo

L’estate è ormai agli sgoccioli, ma per molti il dubbio è sempre lo stesso: è vero che non si può fare il bagno in mare o in piscina subito dopo aver mangiato? Cosa dobbiamo fare per evitare la congestione alimentare? Lo abbiamo chiesto alla dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista.

«In estate la congestione è veramente dietro l’angolo perché fa molto caldo e siamo convinti che bere acqua fredda, succhi di frutta freddi o mangiare gelati sia la soluzione ideale per contrastare il caldo eccessivo. In realtà non è così, perché bevendo questi cibi freddi o mangiando il gelato noi creiamo un shock termico. Questo shock termico ci può creare una congestione e dare dei disturbi gastrointestinali importanti, anche fino allo svenimento. Come possiamo ovviare a tutto ciò? Sicuramente evitare acqua troppo fredda: la possiamo stemperare con dell’acqua a temperatura ambiente oppure, se la tiriamo fuori dal frigorifero, aspettiamo qualche minuto prima di bere e prima di deglutire facciamo in modo che l’acqua arrivi ad una temperatura tale da non essere troppo fredda. Lo stesso vale per il gelato che sicuramente nella stagione estiva è invitante e a volte ci risolve anche un pranzo o una cena: cerchiamo di stemperare il gelato in bocca prima di deglutire. In questo modo possiamo evitare che arrivi nello stomaco qualcosa di freddo e che quindi ci blocchi tutta la digestione causandoci molti fastidi. Poi d’estate siamo soliti andare al mare o in piscina, e quindi c’è l’altro dilemma: quanto tempo dobbiamo aspettare dopo aver mangiato prima di fare il bagno? In realtà dipende da che cosa abbiamo mangiato, perché se il pasto è stato liquido, magari a base di frutta o di verdura, possiamo fare il bagno subito dopo. Se il pasto è stato importante, magari con una pasta condita con molto formaggio, molta carne o tanto pesce, la digestione sarà molto più lenta e quindi potremo avere difficoltà in acqua se ci immergiamo immediatamente. Quindi cerchiamo di far avviare la digestione e fare il bagno da un’ora o un’ora e mezza dopo il pasto abbondante. Mentre via libera al bagno immediato se il pasto è leggero e frugale».

 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

E-fattura, Marino (OMCeO Roma): «Dal 2019 cambia tutto, professionisti sanitari si attivino o rischio sanzioni»

«Per attivare la procedura occorre il ‘sistema d’interscambio’: ecco come funziona» così Emanuela Marino dell’Ufficio relazioni con il pubblico dell’OMCeO Roma parla delle novità in mate...
Salute

Liste d’attesa, Aceti (Cittadinanzattiva): «Prima voce di segnalazione per malcontento cittadini. Ecco cosa cambia con Piano Nazionale»

«50 milioni per abbattimento e interventi regionali. Ridiamo le gambe al SSN per tornare in piedi» Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva
di Giovanni Cedrone e Serena Santi
Formazione

Rivalidazione, controlli, autoformazione e crediti FAD: tutte le novità ECM in arrivo entro la fine dell’anno

Si avvicina infatti la scadenza del secondo segmento del triennio formativo 2017-2019: la verifica dei crediti ECM raccolti dai medici per il triennio 2014-2016 comincerà con l’inizio del 2019. Ane...