Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

Nutrizione 28 Agosto 2017

Quanto bisogna aspettare prima di fare il bagno?

Immagine articolo

L’estate è ormai agli sgoccioli, ma per molti il dubbio è sempre lo stesso: è vero che non si può fare il bagno in mare o in piscina subito dopo aver mangiato? Cosa dobbiamo fare per evitare la congestione alimentare? Lo abbiamo chiesto alla dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista.

«In estate la congestione è veramente dietro l’angolo perché fa molto caldo e siamo convinti che bere acqua fredda, succhi di frutta freddi o mangiare gelati sia la soluzione ideale per contrastare il caldo eccessivo. In realtà non è così, perché bevendo questi cibi freddi o mangiando il gelato noi creiamo un shock termico. Questo shock termico ci può creare una congestione e dare dei disturbi gastrointestinali importanti, anche fino allo svenimento. Come possiamo ovviare a tutto ciò? Sicuramente evitare acqua troppo fredda: la possiamo stemperare con dell’acqua a temperatura ambiente oppure, se la tiriamo fuori dal frigorifero, aspettiamo qualche minuto prima di bere e prima di deglutire facciamo in modo che l’acqua arrivi ad una temperatura tale da non essere troppo fredda. Lo stesso vale per il gelato che sicuramente nella stagione estiva è invitante e a volte ci risolve anche un pranzo o una cena: cerchiamo di stemperare il gelato in bocca prima di deglutire. In questo modo possiamo evitare che arrivi nello stomaco qualcosa di freddo e che quindi ci blocchi tutta la digestione causandoci molti fastidi. Poi d’estate siamo soliti andare al mare o in piscina, e quindi c’è l’altro dilemma: quanto tempo dobbiamo aspettare dopo aver mangiato prima di fare il bagno? In realtà dipende da che cosa abbiamo mangiato, perché se il pasto è stato liquido, magari a base di frutta o di verdura, possiamo fare il bagno subito dopo. Se il pasto è stato importante, magari con una pasta condita con molto formaggio, molta carne o tanto pesce, la digestione sarà molto più lenta e quindi potremo avere difficoltà in acqua se ci immergiamo immediatamente. Quindi cerchiamo di far avviare la digestione e fare il bagno da un’ora o un’ora e mezza dopo il pasto abbondante. Mentre via libera al bagno immediato se il pasto è leggero e frugale».

 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 2 dicembre, sono 63.894.184 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.480.709 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 1 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli