Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

infanzia 6 Novembre 2017

Tutti gli screening per i neonati

Quando nasce un bambino, la preoccupazione più grande di ogni genitore è di assicurarsi che stia bene e che non abbia disturbi o malattie di alcun genere. Quali sono quindi gli screening a cui è possibile sottoporre un bambino nei suoi primi tre anni di vita? Secondo quanto riportato dal Ministero della Salute, nelle prime […]

Immagine articolo

Quando nasce un bambino, la preoccupazione più grande di ogni genitore è di assicurarsi che stia bene e che non abbia disturbi o malattie di alcun genere. Quali sono quindi gli screening a cui è possibile sottoporre un bambino nei suoi primi tre anni di vita? Secondo quanto riportato dal Ministero della Salute, nelle prime ore di vita è possibile sottoporre il bambino allo screening neonatale esteso che consente la diagnosi di diverse malattie metaboliche ereditarie. Sono inoltre disponibili anche lo screening audiologico per ipoacusia e sordità e lo screening oftalmologico per cataratta congenita, ipovisione, cecità e occhio pigro.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...