Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

Gravidanza e Maternità 20 Settembre 2017

Carenza di iodio in gravidanza, ecco cosa si rischia

Iodio e selenio sono elementi fondamentali per una donna in gravidanza. Ma quali sono i rischi più frequenti in caso di carente o mancata assunzione? Lo abbiamo chiesto ad Andrea Fabbri, professore di endocrinologia presso l’università Tor Vergata di Roma. «Nelle prime 8-10 settimane di gravidanza il rischio di una carenza di iodio e selenio è la […]

Immagine articolo

Iodio e selenio sono elementi fondamentali per una donna in gravidanza. Ma quali sono i rischi più frequenti in caso di carente o mancata assunzione? Lo abbiamo chiesto ad Andrea Fabbri, professore di endocrinologia presso l’università Tor Vergata di Roma.

«Nelle prime 8-10 settimane di gravidanza il rischio di una carenza di iodio e selenio è la perdita del bambino. Quindi per tutte le donne in attesa, che siano gravidanze fisiologiche o che si siano sottoposte alla fertilizzazione assistita, è necessario supplementare l’attività tiroidea per impedire il rischio di perdita di gravidanza e, nel caso di fertilizzazione assistita, di non impianto. Quindi mi raccomando, per una corretta gravidanza e per una corretta funzione tiroidea, assumete iodio e selenio e, infine, anche la vitamina D, anch’essa importante e sempre più carente».

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 28 marzo, sono 622.450 i casi di Coronavirus in tutto il mondo, 28.794 i decessi e 135.779 le persone che sono guarite. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I CASI IN ITALIA   Bollettino...
Lavoro

Coronavirus, lo psicologo: «Personale sanitario svilupperà disturbi post traumatici. Attivare subito supporto psicologico»

«Non sentono ancora ciò che stanno provando, lo capiranno più avanti. Parte del personale sanitario ne uscirà ancora più fortificato, ma quelli che non sono in grado di sopportare un carico emoti...
Salute

«Scovare i positivi casa per casa: così abbiamo sconfitto il virus a Vo’». Il virologo Crisanti racconta il modello veneto

Il professore di Microbiologia e virologia Andrea Crisanti ha coordinato lo studio sugli abitanti di Vo’ Euganeo: «Con il tampone abbiamo identificato fin dall’inizio sia le persone asintomatiche...