Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

Benessere 3 Agosto 2018

SOS caldo: le regole per combattere l’afa

Emergenza caldo. In questi primi giorni di agosto, i bollettini del sistema di previsione e allarme delle ondate di calore coordinato dal ministero della Salute, evidenziano condizioni di rischio per la salute. Siamo ai livelli 2-3, nella maggior parte delle città del Nord e del Centro con temperature in ulteriore aumento nei prossimi giorni. Si tratta della prima […]

Immagine articolo

Emergenza caldo. In questi primi giorni di agosto, i bollettini del sistema di previsione e allarme delle ondate di calore coordinato dal ministero della Salute, evidenziano condizioni di rischio per la salute. Siamo ai livelli 2-3, nella maggior parte delle città del Nord e del Centro con temperature in ulteriore aumento nei prossimi giorni. Si tratta della prima vera ondata di calore di elevata intensità estesa a gran parte del Paese nel 2018.

E come ogni estate, si registra un aumento degli arrivi al pronto soccorso e delle chiamate al 118 tra gli over 75 anni, in particolare per cause direttamente collegate all’esposizione al caldo.

Per sapere come comportarsi per combattere l’ondata di calore, è consigliato consultare lo specifico sito del Ministero della Salute (Ondate di calore) dove sono riportate le raccomandazioni, le accortezze ed i consigli utili per il cittadino.

L’Istituto Superiore di Sanità specifica come tutelare la nostra salute al meglio durante i giorni caratterizzati dalle ondate di calore. In queste giornate torride è sicuramente importante:

  • Areare la casa durante la notte e il mattino presto, cercando di impedire l’ingresso diretto dei raggi di sole e, se possibile, mantenere fresca l’abitazione con l’aiuto di ventilatori e condizionatori. Dentro casa è bene regolare la temperatura dei condizionatori intorno a 25-27 gradi per evitare fastidiosi sbalzi termici. È opportuno ricordare che i ventilatori smuovono solo l’aria, ma non abbassano la temperatura. Inoltre, stimolano la sudorazione aumentando il rischio di disidratazione per cui bisogna bere di più e non vanno mai indirizzati direttamente sulla persona;
  • Uscire, se possibile, nelle ore più fresche, fino alle 11 di mattina e dopo le 18 di sera;
  • Programmare i viaggi in auto per evitare di restare a lungo sotto il sole, controllando le condizioni del traffico, evitando le ore più calde e portandosi dietro sempre bottiglie d’acqua;
  • Vestirsi con abiti comodi e leggeri, in fibre naturali (cotone, lino, etc.) e di colore chiaro;
  • Coprire il capo e utilizzare gli occhiali da sole per proteggersi meglio dai raggi solari;
  • Assumere cibi adatti al caldo.  Frutta e verdura, almeno due litri d’acqua al giorno, non esagerare con i condimenti piccanti e preferire pesce e carni bianche. È sconsigliato l’uso di alcolici, vino, caffè, bevande zuccherate e gassate.

 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Lavoro

Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo

L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna...
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone